Nero d'Avola (vino)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nero d'Avola
Dettagli
Stato Italia Italia
Resa (uva/ettaro) 125 q
Resa massima dell'uva 70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
13,00%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
13,00%
Estratto secco
netto minimo
20,0‰
Riconoscimento
Tipo DOC
Istituito con
decreto del
 
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Il Nero d'Avola è un vino rosso prodotto in tutto il territorio della Sicilia, dall'omonimo vitigno.

Attualmente Nero d'Avola non esiste più come Denominazione autonoma, ma può essere inserita nelle etichette dei vini che sono prodotti con uva dell'omonimo vitigno[1]

Tali vini sono riportati nella Categoria:Vini DOC e DOCG prodotti con uva Nero d'Avola a cui si rimanda.

Il vino[modifica | modifica wikitesto]

La sua commercializzazione su scala industriale risale agli inizi degli anni sessanta del secolo scorso. È considerato un vino da taglio, data la sua elevata gradazione alcolica, che raggiunge facilmente i 15 gradi. Nonostante ciò alcune aziende siciliane decisero di farne un vino da tavola con nuove tecniche di vinificazione più rispondenti alle esigenze del mercato che prevedevano una diminuzione del grado zuccherino ed un aumento dell'acidità. Da allora è coltivato anche fuori dalla Sicilia e dall'Italia, per esempio in California, in Australia e da qualche anno anche in Turchia.

La zona più vocata per il nero d'Avola è l'area a sud-est della Sicilia compresa nei territori di Avola, Noto e Pachino, con le contrade di Buonivini, Bufalefi, Maccari, Archi.

In questa zona negli ultimi dieci anni si è avuto un vero boom di nuove imprese, provenienti anche da fuori Sicilia, che hanno investito nell'impianto di nuovi vigneti, preferibilmente allevati a controspalliera o con il tradizionale alberello, più costoso e meno produttivo, ma con rese qualitativamente superiori dal punto di vista organolettico e del potenziale d'invecchiamento.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Nero d'Avola si presenta alla vista di un gradevole rosso rubino, più o meno intenso a seconda delle tipologie del vigneto, della sua giacitura e dell'invecchiamento, ha un gusto con sentori di bacca, di ciliegia, prugna, nelle migliori zone presenta note speziate e balsamiche.

Va servito a 15-18 °C e si abbina a carni rosse, arrosti e formaggi stagionati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici