Nepal Airlines Corporation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nepal Airlines
Nepal Airlines Boeing 757 Spijkers.jpg
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATA RA
Codice ICAO RNA
Identificativo di chiamata ROYAL NEPAL
Inizio operazioni di volo 1958
Descrizione
Hub Katmandu
Flotta 13
Azienda
Tipo azienda Azienda statale
Fondazione 1958 a Katmandu
Stato Nepal Nepal
Sede NAC Building, Kantipath, Kathmandu
Persone chiave Sushil Ghimire, Presidente; Madan Kharel, Direttore Generale
Sito web http://nepalairlines.com.np/
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Nepal Airlines Corporation [1] (in nepalese: नेपाल वायुसेवा निगम) è la compagnia aerea di bandiera nepalese costituita nel 1963 e con sede legale a Katmandu, Nepal. Opera voli nazionali e internazionali con il marchio commerciale Nepal Airlines e precedentemente, fino al 2007, come Royal Nepal Airlines. L'aeroporto principale della compagnia è l'Aeroporto Internazionale Tribhuvan.

Dal 5 dicembre 2013 la Nepal Airlines è entrata nell'elenco dei vettori aerei soggetti a divieto operativo nell’UE che ha interdetto il proprio spazio aereo a tutti i vettori nepalesi, ritenuti non sufficientemente sicuri.[2]

Sviluppi industriali e commerciali[modifica | modifica wikitesto]

Indebolita da tre incidenti (di cui uno che ha provocato 18 vittime) in meno di un anno e appesantita da ingenti perdite d'esercizio annuali (170 milioni di rupie nepalesi, circa 1,5 milioni di euro), la Nepal Airlines Corporation ripone grandi speranze di ritornare competitiva nel mercato interno grazie al rinnovo della propria flotta che si è ingrandita nell'ottobre 2013 con la consegna di 6 nuovi aeromobili di fabbricazione cinese, 2 Xian MA60 e di 4 Harbin Y-12E utilizzati rispettivamente sulle rotte più lunghe e su quelle più brevi a copertura delle aree turistiche del Paese. La scelta di acquistare gli Harbin Y-12E pare essere una soluzione che servirà a rimpiazzare i de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter in forza alla compagnia e che hanno inanellato una lunga serie di inconvenienti tecnici e di incidenti.[3]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Flotta di Nepal Airlines
Aereo In flotta Ordini Passeggeri
C Y Totale
Airbus A320 0 2[4] TBA
Boeing 757-200 2 0 16 174 190
de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter 3 0 0 19 19
Harbin Y-12 0 4[5] TBA
Xian MA60 0 2 TBA
Totale 5 8

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Flotta storica di Nepal Airlines Corporation[6]
Aereo Introdotto Ritirato Note
Douglas DC-3 1958 1973
Fong Shu Harvester AN-2 1963 1965
Pilatus Porter PC-6 1961 1998
Fokker Friendship F-27 1966 1970
Hawker Siddley HS-748 Avro 1970

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nepal Law Commission, Nepal Airlines Corporation Act, 2019 (1963) su Nepal Airlines, http://www.nepalairlines.com.np, 12 aprile 1963. URL consultato il febbraio 2014.
  2. ^ (EN) Commissione europea, Elenco dei vettori aerei soggetti a divieto operativo nell’UE, http://ec.europa.eu, 5 dicembre 2013. URL consultato il febbraio 2014.
  3. ^ (EN) NAC hopes to regain image with new Chinese aircraft su eKantipur.com, http://www.ekantipur.com/, 19 febbraio 2014. URL consultato l'11 marzo 2014.
  4. ^ Nepal Airlines firms up two Airbus A320 with Sharklets.
  5. ^ Nepal Airlines Corporation, Chinese company sign six aircraft deal.
  6. ^ (EN) Nepal Airlines Brief history. URL consultato il 25 febbraio 2014.