Nelly Furtado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nelly Furtado
Nelly Furtado in concerto nel 2007
Nelly Furtado in concerto nel 2007
Nazionalità Canada Canada
Genere Pop
Folk
Contemporary R&B
Rap
Musica latina
Trip hop
World music
Periodo di attività 1999 – in attività
Strumento Chitarra acustica, chitarra elettrica, ukulele, tastiere, moog, batteria
Etichetta Interscope Records

Nelstar Music

Album pubblicati 8
Studio 6
Live 1
Raccolte 1
Sito web

Nelly Kim Furtado (Victoria, 2 dicembre 1978) è una cantante, cantautrice e attrice canadese di origini portoghesi.

La sua musica è influenzata dall'amore per l'R&B, il fado portoghese e per le sonorità giamaicane e brasiliane. Influenze le arrivano anche dall'ascolto di artisti come Jeff Buckley, Caetano Veloso, Radiohead, Amália Rodrigues e molti altri.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Maria Manuela e Antonio José Furtado, è nata il 2 dicembre 1978 a Victoria, British Columbia, Canada, dove tuttora vive con la figlia Nevis. Terminati gli studi si trasferisce a Toronto, dove conosce il duo hip-hop dei Nelstar, ai quali si unisce suonando con loro dal 1996 al 1998, per poi diventare solista nel 2000.[2] Tale esperienza le permette di allargare i suoi orizzonti musicali, grazie alla sperimentazione di sonorità innovative che riesce a proporre.

Il suo primo album, del 2001, è Whoa, Nelly! che, anticipato dal singolo I'm Like a Bird, vende 6,5 milioni di copie in tutto il mondo, diventando anche disco di platino negli Stati Uniti d'America. Seguono i singoli Turn off the Light e Shit on the Radio. Sempre nel 2001, grazie al suo album di debutto, si aggiudica uno dei Canadian Juno Awards per il miglior album solista e come migliore cantautrice.[2]

Nello stesso anno nasce sua figlia Nevis (nome ispirato dall'omonima isola dei Caraibi), avuta con il famoso dj Jasper Gahunia. La rottura ufficiale di questa relazione avverrà nel 2005.

Nel 2003 pubblica il secondo album Folklore, da cui estrae cinque singoli. Powerless (Say What You Want), concepito dopo una folgorante ispirazione durante una vacanza alle Isole Azzorre, [senza fonte]di cui la sua famiglia era originaria; Try, per molti critici la sua migliore canzone[senza fonte], e gli altri singoli Explode, Força, inno del campionato europeo di calcio 2004 tenutosi in Portogallo e The Grass Is Green. L'album vende 2.800.000 di copie divenendo l'album di minor successo della Furtado. Nell'estate di quell'anno si esibisce proprio con la canzone "Força" all'Estádio da Luz di Lisbona, prima dell'inizio della finale del campionato europeo di calcio 2004.

Nelly Furtado nel 2010

Nel giugno del 2006 torna con l'album Loose, che raggiunge la vetta delle classifiche americane contemporaneamente al singolo apripista Promiscuous, cantato in coppia con il produttore Timbaland. In Europa esce come primo singolo Maneater che raggiunge la vetta della classifica inglese. Questo album segna una decisa apertura di Nelly alle sonorità pop e R&B. Il terzo e il quarto singolo sono rispettivamente le hit All Good Things (Come to an End) (di cui esce, sul mercato italiano, una versione in collaborazione con il gruppo italiano degli Zero Assoluto) e Say It Right. Loose contiene anche Te busqué, cantata in duetto con Juanes ed uscita come singolo in Spagna ed in Sud America. La collaborazione tra questi due cantanti è reiterata, in quanto già con Powerless (Say What You Want) e Fotografia i due cantanti avevano avuto l'opportunità di cantare insieme. Il quinto singolo tratto da Loose si intitola Do It; nella maggior parte dei paesi latino-americani è stata pubblicata una nuova versione del brano No Hay Igual cantata insieme a Calle 13 (popolare cantante reggaeton di Porto Rico), nonché una versione in spagnolo di In God's Hands (intitolata En las manos de Dios). Il disco ha venduto 8.500.000 di copie dopo 46 settimane dalla sua uscita in tutto il mondo (di cui 2.000.000 negli U.S.A e 3.000.000 in Europa), confermando la bravura di quest'artista che ha raggruppato in un solo album canzoni appartenenti a svariati generi musicali.

Nella serata del 1º marzo 2007 partecipa alla serata dedicata agli ospiti del Festival di Sanremo insieme agli Zero Assoluto, con cui canta Appena prima di partire.

Il 2007 è comunque l'anno del rinnovato successo dell'artista che viene premiata agli European Music Awards per l'album Loose, ritenuto il migliore dell'anno, anche grazie al Tour internazionale (Get Loose Tour).

Fra la fine di dicembre 2008 e l'inizio di gennaio 2009 esce una collaborazione di Nelly Furtado con James Morrison, Broken Strings, mentre il quarto album della cantante, intitolato Mi plan, è stato pubblicato l'11 settembre 2009. Da quest'album è stato estratto il singolo Manos al aire. Nello stesso anno, riceverà come premio in Italia il disco di diamante per le vendite italiane dei suoi dischi che oltrepassano le 350.000 copie.

Nel 2010 è stata inserita nella Hollywood Walk of Fame canadese ed inoltre ha registrato una cover della famosa canzone di Elton John Crocodile Rock del 1973 per la colonna sonora del film d'animazione Gnomeo e Giulietta, una dal titolo "Time Stand Still" dei Rush per la colonna sonora del film "Score: A Hokey Musical"[3] ed una dal titolo The Seeker di Dolly Parton per il film "Dolly Parton was my mum".[4]

Carriera musicale[modifica | modifica wikitesto]

Nelly Furtado al Festival Isle of MTV 2012.

2000-2002 Whoa, Nelly![modifica | modifica wikitesto]

L'album che ha segnato il debutto di Nelly Furtado è stato Whoa, Nelly!, uscito il 24 ottobre 2000, riscuotendo un enorme successo in tutto il mondo, arrivando alla seconda posizione in Regno Unito, alla quattordicesima in Italia e alla ventiquattresima negli Stati Uniti, con il singolo apripista ufficiale I'm Like a Bird, pubblicato il 28 novembre 2000 a livello mondiale. Il singolo arrivò al primo posto della Hit List Italia mentre al quinto nella classifica britannica dei singoli e alla nona della Billboard 200 statunitense. Con questo singolo la Furtado vince un Grammy Award nel 2002 nella categoria Best Female Pop Vocal Performance.[senza fonte] Il secondo singolo estratto fu Turn Off the Light, il 14 agosto 2001, che raggiunse la medesima posizione nella Hit List Italia, la quarta nella classifica britannica e la quinta nella Billboard 200. Il 3 dicembre 2001 esce il singolo ...on the Radio (Remember the Days), che non ottenne lo stesso successo dei singoli precedenti. Il quarto ed ultimo singolo estratto da Whoa, Nelly! è Hey, Man!, pubblicata il 16 giugno 2002. Venne estratta dall'album anche la canzone Trynna Finda Way nell'autunno 2002 e che fece parte della colonna sonora del film Disney Pretty Princess. L'album vendette in totale all'incirca 6,5 milioni di copie in tutto il mondo.

2003-2005 Folklore[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo album di Nelly Furtado, Folklore, viene pubblicato il 25 novembre 2003 e riscosse un discreto successo pur non eguagliando il primo. Il primo singolo fu la hit Powerless (Say What You Want), che fu pubblicata l'8 dicembre 2003. Seguirono Try, di maggiore successo e Força, che venne usato come sponsor agli Europei di Calcio 2004. Il quarto ed ultimo singolo estratto da Folklore è The Grass Is Green. Folklore ha venduto in totale 2.800.000 copie. Nel 2005, Michael Bublé incide un duetto con la Furtado, la versione internazionale del brano Quando Quando Quando.

2006-2008 Loose[modifica | modifica wikitesto]

Il terzo album di Nelly Furtado, di grande successo a livello mondiale, è stato pubblicato il 9 giugno 2006 e ha venduto 8 milioni di copie in tutto il mondo divenendo l'album di maggiore successo di Nelly Furtado.[5] Il primo singolo dall'album è Maneater, che riscuote un ottimo successo. Dall'album, che vede numerose collaborazioni con molti artisti tra cui Timbaland, vengono estratti addirittura nove singoli, seppur alcuni riservati solo ad alcuni mercati. I successivi sono Promiscuous, cantata in coppia con il co-produttore Timbaland, No Hay Igual, di cui la versione album è cantata solamente da Nelly Furtado, mentre nella Loose Limited Summer Edition (versione speciale dell'album) è presente in una versione remixata in collaborazione con i Calle 13, di cui è stato girato anche un video, Te Busqué, in collaborazione con Juanes, pubblicato solamente in Germania e Nord America, All Good Things (Come to an End) (duettato anche con gli Zero Assoluto), con cui si esibì al Festival di Sanremo 2007 e che ricevette un ottimo giudizio dalla critica, Say It Right, In God's Hands, Do It, e Somebody to Love, solamente in Turchia e Grecia. Loose è stato pubblicato in cinque versioni differenti: Loose Italian, Loose Japain, Loose Limited Summer Edition, Loose Limited Tour Edition e Loose: The Concert (Deluxe CD+DVD). Loose vince molti premi, tra cui Miglior album dell'anno agli EMA's 2007 di MTV con più di 10 milioni di copie vendute in tutto il mondo da giugno 2006 a ottobre 2007.

2009 Mi plan[modifica | modifica wikitesto]

È uscito l'11 settembre 2009 Mi plan, quarto album di studio, e primo in spagnolo, anticipato a giugno dal singolo Manos al aire; remixato poi a luglio dal DJ Tiësto. A ottobre viene pubblicato il secondo singolo: Más. Nel febbraio 2010 esce in Italia Di più, versione italiana di Más, con etichetta Universal Italy, presentato live nel talent show Amici di Maria De Filippi. Durante questa puntata, la Furtado riceve il disco di diamante per avere venduto più di 350.000 copie con tutti i suoi album, solo in Italia.[6] Bajo Otra Luz è il terzo singolo ufficiale estratto da Mi plan che però nelle versioni radio edit e in quella del video non presenta la collaborazione con Julieta Venegas ma solo la parte rap con La Mala Rodriguez.

Il 25 ottobre 2010, ad oltre un anno dall'uscita di Mi plan, è stata pubblicata la versione Mi plan Remixes trainata dal singolo Fuerte[7].

2010 - presente: The Best of Nelly Furtado e The Spirit Indestructible[modifica | modifica wikitesto]

Tra maggio e giugno ha collaborato col rapper N.E.R.D in Hot-N-Fun La cantante è tornata nei negozi di dischi il 16 novembre sempre del 2010, con la pubblicazione della sua prima raccolta, The Best of Nelly Furtado, pubblicata dall'etichetta discografica Geffen Records.[8] L'album è stato anticipato dal singolo Night Is Young[9] (precedentemente presentato live come "Free"). Nel disco sono presenti quattordici successi dell'artista ed altri due inediti, Girlfriend in the City e Stars.[10] Contemporaneamente ha annunciato che il suo quinto album di inediti The Spirit Indestructible è stato rinviato al 2012.[8]

Nel 2012 collabora con il rapper K'naan in Is Anybody Out There?. Dal 17 aprile 2012 è disponibile il singolo Big Hoops (Bigger the Better). Il secondo singolo estratto dall'album in periodo estivo è Spirit Indestructible, seguito il 18 settembre da Parking Lot; mei mesi seguenti sono stati estratti altri due singoli, Waiting for the Night, il 14 dicembre 2012, e Bucket List il 22 febbraio 2013.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Nelly Furtado.

Etichette discografiche[modifica | modifica wikitesto]

Etichette indipendenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

  • 2000 - Roswell (se stessa durante un concerto tenutosi all'università di Las Cruces)
  • 2007 - CSI: NY (Ava Brandt, una ladra di abiti e accessori alla moda di caro prezzo)

Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici Italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nelly Furtado – Scopri musica, video, concerti e immagini su Last.fm
  2. ^ a b Nelly Furtado Su Mtv.It
  3. ^ Nelly Furtado - Time Stand Still (Preview) - YouTube
  4. ^ The Year Dolly Parton Was My Mom (Official Trailer) - YouTube
  5. ^ Mi Plan di Nelly Furtado esce oggi
  6. ^ Nelly Furtado riceve il disco di diamante in Italia
  7. ^ Amazon.com: Mi Plan Remixes: Nelly Furtado: Music
  8. ^ a b Nelly Furtado : Blog : Finally MI PLAN is out!!!!
  9. ^ http://www.nellyfurtado.com/reveal/Revealed.aspx
  10. ^ Furtado announces 'Best Of' tracklisting - Music News - Digital Spy

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN84252722 · LCCN: (ENno2002006842 · ISNI: (EN0000 0003 7431 1138 · GND: (DE135207541 · BNF: (FRcb14041997g (data)