Nello Aprile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Natale Aprile, detto Nello (Catania, 25 dicembre 191428 settembre 2012), è stato un architetto e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nello Aprile figlio di Giorgio, valente matematico autore di testi di geometria e matematica per le scuole medie e superiori, è nato a Catania il 25 dicembre 1914 (all'anagrafe il 15 gennaio 1915), dopo gli studi classici si laurea a Roma in Architettura nel 1940 a 25 anni.

Nel 1940 ancora laureando svolge attività di tirocinio professionale nello studio di Piacentini, impegnato in quel periodo alla ridefinizione di via della conciliazione ed è testimone diretto delle demolizione per la realizzazione di via della conciliazione. Elabora, a scopo di studio , un progetto per salvare dalla demolizione la abitazione in cui visse Raffaello Sanzio , dalla cui pittura si sentiva irresistibilmente attratto[1],

Nel 1945 con M. Fiorentino, C. Calcaprina, Aldo Cardelli e lo scultore Francesco Coccia, partecipa alla prima fase del concorso bandito per la realizzazione del monumento ai 346 trucidati da Kappler e Priebke alle Fosse Ardeatine con il motto " RISORGERE".[2]

La seconda fase conclusa nel 1946 lo vede vincitore ex aequo con il gruppo U.G.A. di Giuseppe Perugini e Mirko Basaldella.

Ha realizzato con Fiorentino, Perugini, Cardelli, Coccia e Basaldella scultori il Mausoleo delle Fosse Ardeatine, a Roma, inaugurato il 24 marzo 1949 a 5 anni dall'eccidio.

Ha progettato per conto della gestione INA CASA[3] molti interventi tra cui quello di via Mazzini (ex via Barletta) a San Ferdinando di Puglia 16 alloggi e pertinenze e quello di Is Mirrionis 626 alloggi.

È stato docente di scuole superiori artistiche e poi universitario a Roma nel 1954/55 e successivamente a Napoli fino al 1962/63.

Docente ordinario alla facoltà di architettura "La Sapienza" a Roma dal 1974 al 1985, saggista, pittore e divulgatore.

È morto il 28 settembre 2012 all'età di 97 anni.

Ha realizzato nel 1990 con l'aiuto della sua seconda moglie Alina Novak, il giardino del ricordo, dedicato ai bambini morti ad Auschwitz-Birkenau.

Tutta la sua vita professionale ed intellettuale è stata ispirata ai principi filosofici dell'antroposofia steineriana.

Opere letterarie e di architettura[modifica | modifica wikitesto]

  • MAUSOLEO DELLE FOSSE ARDEATINE
  • INTERVENTI INA CASA A CAGLIARI ( Quartiere Is Mirrionis ) e INA CASA di Via Mazzini a San Ferdinando di Puglia ( BT )
  • Immagini del mondo geometrico e naturale, manuale di geometria descrittiva e proiettiva in due volumi per le scuole superiori SEI 1941
  • Una prospettiva per l'architettura ed tipografia Consorzio Roma 1953
  • Rudolf Steiner: la guida spirituale del 20.mo secolo 1980
  • Tesori da Salvare - Cristianesimo in Polonia e nelle antiche chiese in legno 1992
  • Il segreto della scuola di Atene di Raffaello 1993
  • L'uomo fra bene e male : considerazioni alla luce della moderna scienza dello spirito , tradotto anche in Polacco con il titolo CZLOWIEK POMIEDZY DABREM I ZLEM - 1992- 1998
  • Castel del Monte - Una dimora di Federico II - testo di un seminario in due giornate 20-21 settembre 2004
  • Uomo e universo nell'antica Alchimia 2012 (scritto non ultimato a causa del suo decesso)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nello Aprile, Il segreto della scuola di Atene di Raffaello, Roma, Carte segrete, 1993.
  2. ^ Francesca Romana Castelli, Il Mausoleo delle Fosse Ardeatine, in Capitolium 2002, nº 16.
  3. ^ Sergio Musci, La casa per tutti? storia e controstoria dell'edilizia sociale a San Ferdinando di Puglia 1945-1963, in in proprio, luglio 2014.