Need for Speed: Hot Pursuit 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Need for Speed: Hot Pursuit 2
Sviluppo EA Black Box, EA Seattle
Pubblicazione Electronic Arts
Serie Need for Speed
Data di pubblicazione Microsoft Windows:
Flags of Canada and the United States.svg 21 ottobre 2002
Flag of Europe.svg 8 novembre 2002

PlayStation 2, Xbox:
Flags of Canada and the United States.svg 1º ottobre 2002
Flag of Europe.svg 25 ottobre 2002

Genere Simulatore di guida
Tema Corse clandestine
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multigiocatore
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 2, Xbox, GameCube
Motore grafico EAGL[1]
Supporto CD
Requisiti di sistema OS: Windows 98, Windows ME, Windows 2000

CPU: 450 MHz Intel Pentium III o AMD equivalente
RAM: 128 MB
HDD: 1.2 GB
GPU: Scheda compatibile DirectX 8.1 con 16 MB di RAM
Audio: Scheda compatibile DirectX
Internet: 56Kbps o più veloce

Fascia di età ESRB: E10+
PEGI: 3
Periferiche di input Tastiera, Mouse, Gamepad, Volante

Need for Speed: Hot Pursuit 2 è un videogioco di corsa, sviluppato e pubblicato da EA Games nel 2002. È un videogioco della serie di Need for Speed ed è stato sviluppato da EA Black Box poco dopo la sua acquisizione da parte di Electronic Arts. Nel Videogioco sono presenti 22 vetture di lusso. Le auto nel gioco non possono essere né comprate né modificate sia nell'esetetica, che nelle prestazioni, l'unica modifica permessa è il cambio del colore della vettura.

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

Come in Need for Speed: Hot Pursuit, uscito nel 2010, anche in questo capitolo della serie è possibile essere dalla parte della legge o contro di essa. Durante gli inseguimenti, la polizia non si limita a semplici blocchi stradali o alle ruote chiodate, ma fa uso degli elicotteri che tramite delle botti esplosive gettate sulla strada al contatto con la vettura del giocatore esse creano seri danni al mezzo, rendendo difficoltosa la fuga. Nel gioco è possibile sbloccare delle vetture in versione NFS, con caratteristiche leggermente migliori, in cui non è possibile modificare il colore della carrozzeria.

Esistono quattro modalità di gioco. Le modalità single challenge e quick race permettono di affrontare rispettivamente un campionato o una gara a scelta senza obbiettivi particolari. Le altre modalità sono la Hot Pursuit e la Championship. Entrambe sono composte da 33 eventi di vario tipo (gara singola, torneo, knockout o prova a tempo), nella prima inoltre sono presenti il traffico e la polizia.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Del gioco sono state molto apprezzate la grafica, il sonoro, il comportamento realistico delle vetture, la presenza di danni estetici e meccanici e il livello di difficoltà ben calibrato. La sensazione di velocità è stata giudicata invece troppo inverosimile.[2]

Parco Auto[modifica | modifica sorgente]

Le vetture presenti nel gioco sono:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Riconoscimenti Need for Speed: Hot Pursuit 2 AllGame.com
  2. ^ Redazione Multiplayer.it, Need For Speed Hot Pursuit 2 in Multiplayer.it, 17 ottobre 2002. URL consultato il 17 dicembre 2012.
videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi