Necropoli di Calancoi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Necropoli di Calancoi
Sassari, necropoli di Calancoi (02).jpg
Civiltàprenuragica
Utilizzoarea funeraria
EpocaNeolitico
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneSassari-Stemma.png Sassari
Altitudine395 m s.l.m.
Scavi
Data scopertaprimi anni cinquanta (Giuseppe Chelo)
Amministrazione
EnteSoprintendenza per i beni
archeologici per le province
di Sassari e Nuoro
Visitabilesi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 40°43′22″N 8°37′30″E / 40.722778°N 8.625°E40.722778; 8.625

La necropoli di Calancoi è un sito archeologico situato nella Sardegna nord occidentale a circa due chilometri dalla città di Sassari di cui fa amministrativamente parte. Il complesso è situato a qualche centinaio di metri dalla SS 127 nel tratto che collega Sassari ad Osilo, all'altezza della prima diga del Bunnari.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La necropoli è formata da sette tombe del tipo a domus de janas distribuite su un fronte di circa 220 m e ricavate su un costone calcareo che domina la vallata sottostante. Le tombe, tutte pluricellulari, sono composte da un numero di celle comunicanti variabile da tre a otto. Tre di esse rivestono una particolare importanza per quanto riguarda l'aspetto legato al rituale funerario: al loro interno sono infatti presenti coppelle e focolari oltre ad elementi architettonici quali false porte, architravi e lesene, scolpiti a bassorilievo nella roccia e tendenti a ricreare un ambiente dall'aspetto simile al luogo in cui il defunto aveva trascorso la sua esistenza. Due coppie di protomi bovine, in stile curvilineo-naturalistico sono apprezzabili nelle tombe IV e VI.

Sulla base delle caratteristiche architettoniche e decorative è possibile collocare cronologicamente il sito nella cultura di Ozieri del Neolitico finale (3500-2900 a.C.).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Melis, La necropoli ipogeica di Calancoi-Sos Saltos (Sassari), in Studi Sardi, XXXIV, Sassari 2009, pp. 73–100.
  • Giuseppe Chelo, Saggio di catalogo archeologico sul Foglio 180 della Carta d'Italia, Quadrante III, Tavolette NE-SE,Università di Cagliari, 1951-52
  • Pio Mantovani, Stazione dell'età della pietra in Sardegna, Bullettino di Paletnologia Italiana, 1875
  • Pio Mantovani, Grotte sepolcrali dell'età delle pietra in Sardegna, Bullettino di Paletnologia Italiana, 1875
  • Domenico Lovisato, Una pagina di Preistoria sarda, Atti dell'Accademia dei Lincei - Serie IV, 1886

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]