Neato Robotics

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Neato Robotics
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione2005 a San Jose
Fondata daJoe Augenbraun, Linda Pouliot e JB Gomez
Sede principaleNewark
GruppoVorwerk
ControllateAcquisita da Vorwerk
Persone chiaveThomas Nedder, CEO
SettoreRobotica
Dipendenti130[1] (2020)
Sito webwww.neatorobotics.com/

Neato Robotics è una compagnia che si occupa di robotica e ha la sede principale a San Jose in California e una sede in Italia a Milano. La compagnia è nota per la sua linea di robot aspirapolvere. La compagna è una sussidiaria indipendente della compagnia tedesca Vorwerk.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Neato è stata fondata a Newark, in California nel 2005 da dei laureati all'università di Stanford ovvero Joe Augenbraun, Linda Pouliot e JB Gomez attraverso la sfida annuale di Stanford per l'imprenditoria.[2]

Nel febbraio 2010, la compagnia ha rilasciato il suo primo prodotto, l'aspirapolvere robot XV-11.[1][3]

Nel 2011, è stata sviluppata una versione migliorata del suo robot aspirapolvere grazie a un contratto da parte della sussidiaria tedesca Vorwerk Kobold e distribuito in germania con il nome di VR-100.[4] In June, the company released the XV-15, a European version of the XV-11.[5] In ottobre, la compagnia ha prodotto una versione bianca del XV-15 chiamata SV-12.[6]

Nel 2012, Neato Robotics ha rilasciato il Neato XV-21, che incorpora alcune delle funzionalità precedentemente disponibili solo su Vowerk Kobold.[7]

Nel 2013, Giacomo Marini imprenditore e ex co-fondatore di Logitech è stato nominato come CEO dell'azienda.[2] In marzo, la compagnia ha annunciato dei nuovi modelli neri chiamati Signature XY e Signature Pro, che aumentavano la potenza di aspirazione.[8]

Nel marzo 2014, Neato Robotics ha rilasciato una seriedi modelli chiamata Botvac. Questo modello incorporava una spazzola rotante laterale precedentemente disponibile solo sui modelli Vorwerk Kobold in Germania.[9]

Nel maggio 2015, la compagnia ha rilasciato la serie di robot più potente Botvac D.[10] In September, the company released its Botvac Connected cleaner, the first robotic vacuum to feature Wi-Fi.[11] Questa serie di robot ha anche sostituito le batteria NiMh con batterie agli ioni di litio e ha aggiunto anche un'app per telefono.[12]

Nel novembre 2016, la compagnia ha integrato il controllo vocale di Amazon Alexa con i suoi robot connessi della serie Botvac.[13]

Nel settembre 2017, la compagnia è stata definitivamente acquistata dalla tedesca Vorwerk, ma ha continuato a operare come una sussidiaria indipendente.[14]

Il 1 gennaio 2018, Matt Petersen è stato nominato CEO.[15]

A settembre 2019, Thomas Nedder è diventato CEO.[16]

A marzo 2020, la compagnia ha cambiato la sua sede in un ufficio più grande a San Jose, California.[1]

Il 4 settembre 2020, la compagnia ha annunciato una nuova linea di robot connessi chiamati D8, D9 e D10[17]

Descrizione del prodotto[modifica | modifica wikitesto]

I robot di Neato sono noti per la loro tipica forma a D, che gli permette di pulire bene anche gli angoli.[16]

I robot di Neato puliscono percorrendo delle linee dritte invece che dei modelli navigazione randomici. I robot utilizzando un laser che scansiona ciò che gli è attorno a 360°, e il suo algoritmo SLAM permette ai robot di mappare le stanze che stanno per essere pulite.[18] I suoi robot sono stati tra i primi a usare la tecnologia LiDAR, per permettere mappe fotografiche delle stanze e permettendo ai robot di navigare anche in assenza di luce.[16]

Il robot di Neato ritorna sulla base quando la batteria è quasi scarica e ha dei sensori per prevenire la caduta dalle scalle.[19] Nel caso in cui il robot venga utilizzato su un piano più grande rispetto a quanto possa riuscire a pulire con una carica della batteria, il robot è capace di tornare alla base per poi riprendere a pulire da dove ha lasciato durante l'ultima sessione, dopo aver ricaricato le batterie.

La serie Botvac Connected include anche Amazon Alexa, Google Assistant e la tecnologia IFTTT, in modo da supportare i controlli vocali.[13][20] I suoi robot più nuovi sono controllati utilizzando un'app per smartphone.[20] Le funzionalità dei robot di Neato possono essere aggiornate dai loro proprietari aggiornando il firmware, utilizzando un cavo USB o via Wi-Fi, a seconda del modello.[21][22]

I robot più moderni della compagnia hanno batterie agli ioni di litio, mentre i più vecchi hanno batterie al nickel (NiMh).[11]

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

I 19 modelli di robot di Neato sono raggruppati in 3 categorie: la serie XV, Botvac, e Botvac Connected.

La serie XV sono i modelli vecchi di Neato, con vari numeri di modelli e di colori. Ci sono sei versioni: l'originale XC-11 (verde),[1] il XV-12 (bianco, XV-15 in europa),[5][6] XV-18 (nero, aka. XV Signature),[senza fonte] e XV-21 (viola, XV-25 in europa).[7]

La linea Botvac invece ha 8 modelli con finiture bianche e diversi colori a seconda del modello.[9] I modelli Botvac originari erano 70e, 75, 80 e 85,[9] e il Botvac 65 disegnato per Costco.[senza fonte] La serie nuova Botvac D è più potente e include una spazzola a spirale. I modelli sono D75, D80 e D85.[10]

La linea più recente della compagnia è la Botvac Connected, che include connettività Wi-Fi, una app per cellulari e batterie agli ioni di litio. I modelli sono D3, D4, D5, D6 e D7. Recentemente sono stati lanciati altri robot chiamati D8, D9 e D10 che sono sempre della linea Botvac Connected anche se sviluppati su una piattaforma hardware rinnovata e con un'app per cellulari nuova che infatti non supporta più i modelli precedenti.[11][23][24]

Dipendenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2020, la compagnia ha circa 130 dipendenti.[1] La sua sede è a San Jose, CA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e iRobot competitor Neato Robotics moving HQ to San Jose, su Silicon Valley Business Journal, 9 luglio 2020. URL consultato il 12 marzo 2021.
  2. ^ a b Neato Robotics Machines Are Coming To Clean Up After Dinner, su thespoon.tech, The Spoon, 12 agosto 2017. URL consultato il 12 marzo 2021.
  3. ^ Neato XV-11 robotic vacuum review, in Engadget, 24 agosto 2010. URL consultato il 12 marzo 2021.
  4. ^ Vorwerk Kobold VR100, in Saugrobot. URL consultato il 12 marzo 2021.
  5. ^ a b Neato XV-15 Robot Vacuum Review, su SlashGear, 27 giugno 2011. URL consultato l'11 marzo 2021.
  6. ^ a b Neato robotics XV-12 robot vacuum heads to Target in white, su SlashGear, 11 ottobre 2011. URL consultato l'11 marzo 2021.
  7. ^ a b Neato XV-21 review, in CNET, 28 febbraio 2014. URL consultato il 12 marzo 2021.
  8. ^ AROUND THE HOME: Neato Robotics announces more powerful XV Signature Series robot vacs, su newatlas.com, New Atlas, 6 marzo 2013. URL consultato il 12 marzo 2021.
  9. ^ a b c Neato announces new BotVac line of robot vacuums, su CNET, 14 marzo 2014. URL consultato l'11 marzo 2021.
  10. ^ a b Neato robot vacuums get better brushes for your filthy floor, su Yahoo Finance, 27 maggio 2015. URL consultato l'11 marzo 2021.
  11. ^ a b c Neato Robotics’ new Botvac Connected robot vacuum sports lasers and Wi-Fi, in TechHive, 1º settembre 2015. URL consultato il 12 marzo 2021.
  12. ^ Neato announces new BotVac line of robot vacuums, in CNET, 14 marzo 2014. URL consultato il 12 marzo 2021.
  13. ^ a b Alexa can now clean a floor with Neato’s robot vacuum, in TechCrunch, 23 novembre 2016. URL consultato il 12 marzo 2021.
  14. ^ Dean Takahashi, Vorwerk acquires home robot vacuum maker Neato Robotics, in VentureBeat, 20 settembre 2017. URL consultato il 12 marzo 2021.
  15. ^ Neato Robotics names new CEO, in HBS Dealer, 20 settembre 2017.
  16. ^ a b c The Household Companion of the Future, su Dealerscope, 9 luglio 2020. URL consultato l'11 marzo 2021.
  17. ^ Neato’s Next Generation of Premium Robot Vacuums—the Neato D10, D9 and D8— Launch at IFA 2020, su Neato website, 4 settembre, 2020. URL consultato il 12 giugno 2022.
  18. ^ (EN) Neato XV-11 robotic vacuum review, su Engadget, 24 agosto 2010. URL consultato il 17 maggio 2020.
  19. ^ Suck it up! Neato Is Ready to Kick Robot Vacuum Butt, su singularityhub.com, Singularity Hub, 9 febbraio 2010. URL consultato l'11 marzo 2021.
  20. ^ a b Neato Botvac D7 Connected Review, su pcmag.com, PCMag, 20 marzo 2018. URL consultato l'11 marzo 2021.
  21. ^ Neato XV-11 Update: Your Vacuum Just Got Smarter, su spectrum.ieee.org, IEEE Spectrum, 10 agosto 2011. URL consultato l'11 marzo 2021.
  22. ^ Neato Botvac D7 Connected review: Building a better (but more expensive) mousetrap, su techhive.com, TechHive, 6 dicembre 2018. URL consultato il 12 marzo 2021.
  23. ^ Neato fills out vacuum lineup with nods to value seekers, pet owners, su CNET, 31 agosto 2018. URL consultato l'11 marzo 2021.
  24. ^ Neato Botvac D3 and D5 details: covering all bases, su SlashGear, 1º settembre 2016. URL consultato l'11 marzo 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]