Ndary Lô

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ndary Lô (Dakar, 1961Lione, 8 giugno 2017) è stato un artista senegalese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1961 è cresciuto nella regione di Thiès.

Ndary Lô vince il Gran premio Léopold Sédar Senghor (Grand Prix Léopold Sédar Senghor) alla Biennale di Dakar del 2002, dove espone La longue marche du changement. Il presidente della giuria della biennale Ery Camara[1] spiega che la decisione di premiare l'opera è stata unanime tra i membri della giuria e che il lavoro vince per la sua intensità. La decisione di premiare Ndary Lô suscita polemiche tra i partecipanti della biennale, mentre la stampa senegalese la sostiene con entusiasmo[2].

Durante la Biennale di Dakar 2008, Ndary Lô presenta l'installazione del titolo La Muraille verte ricevendo per la seconda volta il Gran premio Léopold Sédar Senghor (Grand Prix Léopold Sédar Senghor) insieme all'artista Hadji Mansour Ciss[3].

È scomparso nel 2017 all'età di 56 anni a seguito di un tumore[4]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le opere di Ndary Lô sono sculture e installazioni.

  • 2002: La longue marche du changement (La lunga marcia verso il cambiamento) è un'installazione composta da sculture metalliche di grandi uomini in marcia su un tappeto di ciabattine cinesi infradito blu – molto diffuse in tutta l'Africa – verso “il futuro”. L'opera ha vinto il Gran premio Léopold Sédar Senghor (Grand Prix Léopold Sédar Senghor) alla Biennale di Dakar del 2002
  • 2005: Sama a Yakhi Maam (Le ossa dei miei antenati) : ossa, ferro e fibre
  • 2008: La Muraille verte

Esposizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista di Iolanda Pensa a Ery Camara, Dakar, 10/05/2002
  2. ^ Iolanda Pensa, La Biennale di Dakar, tesi di laurea, relatore Luciano Caramel e correlatore Francesco Tedeschi, Università Cattolica di Milano, Laurea in lettere e filosofia, 2003 (CC-BY-SA).
  3. ^ Dak'art 2008: Ndary Lô et Mansour Ciss décrochent le grand prix Léopold Sédar Senghor in Wal Fadjri".
  4. ^ Le sculpteur sénégalais Ndary Lo est mort (fr) Lemonde.fr

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27279527 · ISNI (EN0000 0000 7840 3134 · LCCN (ENno2001063127 · GND (DE1053459416 · BNF (FRcb14401456c (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2001063127