Nazionale olimpica di calcio della Norvegia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Norvegia Norvegia olimpica
Stemma
Uniformi di gara
Norway home kit 2008.svg Norway away kit 2007.svg
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione NFF
Norges Fotballforbund
NOR
Selezionatore Tor Ole Skullerud
Esordio internazionale
Svezia Svezia 4 - 1 Norvegia Norvegia
Tampere, Finlandia, 21 luglio 1952
Migliore vittoria
Finlandia Finlandia 3 - 5 Norvegia Norvegia
Helsinki, Finlandia, 15 maggio 1975
Norvegia Norvegia 2 - 0 Germania Ovest Germania Ovest
Trondheim, Norvegia, 26 settembre 1979
Norvegia Norvegia 4 - 2 Finlandia Finlandia
Moss, Norvegia, 26 ottobre 1983
Qatar Qatar 0 - 2 Norvegia Norvegia
Boston, Stati Uniti, 2 agosto 1984
Peggiore sconfitta
URSS URSS 4 - 0 Norvegia Norvegia
Mosca, Unione Sovietica, 24 settembre 1975
Bulgaria Bulgaria 4 - 0 Norvegia Norvegia
Sofia, Bulgaria, 14 novembre 1987
Giochi olimpici
Partecipazioni 2 (esordio: 1952)
Miglior risultato Ottavi di finale nel 1952

La Nazionale olimpica norvegese di calcio è la rappresentativa calcistica della Norvegia che rappresenta l'omonimo stato ai Giochi olimpici.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

XV Olimpiade[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1952, la Norvegia disputò i Giochi della XV Olimpiade. Il commissario tecnico Frank Soo convocò – tra gli altri – Thorbjørn Svenssen, per molti anni calciatore con più presenze nella Nazionale maggiore. La formazione norvegese fu eliminata dalla Svezia olimpica agli ottavi di finale del torneo.

XXIII Olimpiade[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1984, la Norvegia raggiunse la fase finale dei Giochi della XXIII Olimpiade, dopo un'assenza dal torneo durata oltre trent'anni. La formazione scandinava chiuse il girone di qualificazione al terzo posto, alle spalle di Polonia e Germania Est, ma il boicottaggio della manifestazione da parte dell'Unione Sovietica consentì alla Norvegia d'essere ripescata[1]. Guidata da Tor Røste Fossen e formata da calciatori come Erik Thorstvedt,[1] Per Egil Ahlsen, Tom Sundby, Ola By Rise e Jan Berg, che in seguito giocheranno decine di partite nella Nazionale maggiore, la selezione non andò oltre alla fase a gironi.

Dopo il 1984[modifica | modifica wikitesto]

Successivamente all'edizione del 1984 la nazionale norvegese non è più riuscita a qualificarsi ai giochi olimpici.

Statistiche dettagliate sui tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Attenzione: Quando una squadra non segna dopo i tempi supplementari, la partita viene indicata come un pareggio.

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1952 Helsinki Ottavi di finale 0 0 1 1:4
1956 Melbourne Non partecipante - - - -
1960 Roma Non qualificata - - - -
1964 Tokyo Non partecipante - - - -
1968 Città del Messico Non partecipante - - - -
1972 Monaco di Baviera Non partecipante - - - -
1976 Montréal Non qualificata - - - -
1980 Mosca Non qualificata - - - -
1984 Los Angeles Primo turno 1 1 1 3:2
1988 Seul Non qualificata - - - -
1992 Barcellona Non qualificata - - - -
1996 Atlanta Non qualificata - - - -
2000 Sydney Non qualificata - - - -
2004 Atene Non qualificata - - - -
2008 Pechino Non qualificata - - - -
2012 Londra Non qualificata - - - -
2016 Rio de Janeiro Non qualificata - - -

Tutte le rose[modifica | modifica wikitesto]

Giochi olimpici[modifica | modifica wikitesto]

Calcio ai Giochi Olimpici Estivi 1952
A. Hansen, 2 Holmberg, 3 Karlsen, 4 Olsen, 5 Svenssen, 6 Spydevold, 7 Hvidsten, 8 Thoresen, 9 Sørensen, 10 Johannessen, 11 Dahlen, 12 Blohm, 13 O. Hansen, 14 Henriksen, 15 Nilsen, 16 Pedersen, 17 Ødegaard, 18 Jevne, 19 Kristiansen, 20 Orre, CT: Soo
Calcio ai Giochi Olimpici Estivi 1984
Thorstvedt, 2 Fjælberg, 3 Kojedal, 4 Eggen, 5 Sirevåg, 6 Ahlsen, 7 Mordt, 8 Herlovsen, 9 Gran, 10 Sundby, 11 Kollshaugen, 12 By Rise, 13 Vaadal, 14 Johansen, 15 Berg, 16 Krogsæter, 17 Seland, CT: Røste Fossen

NOTA: Per le informazioni sulle rose precedenti al 1952 visionare la pagina della Nazionale maggiore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Erik Thorstvedt, home.no. URL consultato il 1° febbraio 2013.