Navetta portaincenso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella liturgia cattolica, la navetta portaincenso o navicella è il contenitore metallico destinato alla conservazione dell'incenso.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Navetta portaincenso (tesoro della chiesa di Saint-Thuriau, Crach).
Navicella di fattura recente

Sebbene la sua forma tradizionale la avvicini allo scafo simmetrico di una nave che sormonta un piedistallo metallico ed è chiuso sulla sommità da un coperchio oblungo, attualmente ha spesso una più semplice forma circolare.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

L'incenso vi si conserva per essere poi trasferito e bruciato nell'incensiere o turibolo. Nelle celebrazioni la navicella viene affidata a un ministrante detto navicelliere.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gruppo ministranti, su www.arcipreturasantonofrio.it, Parrocchia S. Onofrio Eremita - Casalvecchio Siculo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo