Nathan Hines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nathan Hines
Nathan Hines 2017.jpg
Dati biografici
Nome Nathan John Hines
Paese Australia Australia
Altezza 200 cm
Peso 114 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Scozia Scozia
Ruolo Seconda linea
Ritirato 2015
Carriera
Attività di club¹
1998 Manly
1998-99 Gala
2005-09 Perpignano 72 (10)
2011-14 Clermont 50 (10)
2014-15 Sale Sharks 14 (5)
Attività in franchise
1999-2005 Edimburgo 25 (5)
2009-11 Leinster 29 (0)
Attività di club (rugby a 13)
1997-1998 600px Rosso e Nero con striscia bianca.png North Sydney
Attività da giocatore internazionale
2000-2011 Scozia Scozia 77 (10)
Attività da allenatore
2015-17 Scozia Scozia Assistente allenatore
2017- Montpellier All. avanti

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 17 settembre 2017

Nathan John Hines (Wagga Wagga, 29 novembre 1976) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 australiano che nella sua carriera ha giocato nel ruolo di seconda linea e può vantare 77 presenze con la Scozia. Dal 2017 è allenatore degli avanti del Montpellier in Top 14.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Hines iniziò la sua attività rugbistica in Australia, suo paese nativo, ma a partire dalla stagione 1998-99 si trasferì in Scozia, inizialmente nelle file del Gala[1] per poi passare, l'anno successivo, all'Edimburgo. Dopo sei stagioni con la franchise scozzese, andò a giocare in Francia nel Perpignano, squadra con la quale si aggiudicò il Top 14 2008-09. Nel 2009 passò alla franchigia irlandese del Leinster, con cui, nelle due stagioni trascorse, giunse due volte in finale di Celtic League, venendo sconfitto in entrambe le occasioni, e con cui si aggiudicò l'Heineken Cup 2010-2011[1]. Successivamente ritornò nel campionato francese, dove giocò tre stagioni con il Clermont, durante le quali raggiunse la finale dell'Heineken Cup 2012-2013 dove perse contro Tolone[2]. Militò nei Sale Sharks nell'annata 2014-15[3], al termine della quale annunciò il suo ritiro dal rugby giocato.

Eliggibile per la nazionale scozzese in virtù della provenienza britannica del nonno[4], fu convocato dall'allora commissario tecnico Ian McGeechan per il tour oceanico del 2000 e fece il suo esordio contro la Nuova Zelanda[1]. Non ottenne più presenze con la Scozia fino al 2002, a causa di un lungo infortunio, ma successivamente divenne una presenza costante per la nazionale del cardo, con la quale disputò nove edizioni del Sei Nazioni consecutive (dal 2003 al 2011) e tre Coppe del mondo (2003, 2007, 2011). Nel 2009 Hines ottenne la convocazione per il tour sudafricano dei British and Irish Lions, durante il quale giocò cinque incontri, ma nessuno contro il Sudafrica[5].

Nel 2015 iniziò la carriera come tecnico diventando assistente allenatore della nazionale scozzese[6]. A partire dall'estate del 2017 è allenatore degli avanti del Montpellier, dove ha seguito il suo ex-tecnico sia come giocatore sia come assistente nella sua esperienza nella nazionale britannica Vern Cotter[7].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Nathan Hines to join Leinster, in The Irish Times. URL consultato il 17 settembre 2017.
  2. ^ (EN) Hines signs for Clermont-Auvergne, 17 marzo 2011. URL consultato il 17 settembre 2017.
  3. ^ (EN) Sale: Nathan Hines to join Premiership side from Clermont, in BBC Sport, 2014. URL consultato il 17 settembre 2017.
  4. ^ (EN) Hines determined to put dark era in the past, su www.scotsman.com. URL consultato il 17 settembre 2017.
  5. ^ (EN) Player, in British & Irish Lions, 11 maggio 2017. URL consultato il 17 settembre 2017.
  6. ^ Nathan Hines to join Scotland coaching team | Scottish Rugby Union, su www.scottishrugby.org. URL consultato il 17 settembre 2017.
  7. ^ (EN) Nathan Hines to follow Vern Cotter to Montpellier, Alex King also joining, in BBC Sport, 09 novembre 2016. URL consultato il 17 settembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]