Nathalie Caldonazzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo (Roma, 24 maggio 1969) è un'attrice e showgirl italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata dall'unione - poi conclusasi con un divorzio - tra l'attrice Leontine Snell[1] e l'imprenditore Mario Caldonazzo (scomparso quando lei aveva 17 anni)[2], mosse i primi passi nel mondo dello spettacolo curando le pubbliche relazioni per alcune discoteche nella Capitale e in Costa Smeralda.[3] Divenne famosa nella prima metà degli anni Novanta per la sua relazione col celebre attore Massimo Troisi[4], durata dal 1992 fino alla morte del comico partenopeo, che ancor oggi la showgirl ricorda con affetto[5].

Alta 1.78 cm[1], dopo aver sostenuto piccoli ruoli in alcuni film, la Caldonazzo è entrata a far parte della compagnia del Bagaglino nel 1997[6]. In seguito la sua carriera si alternerà tra ruoli cinematografici (soprattutto nelle pellicole Fratelli d'Italia e Paparazzi), televisivi (Centovetrine, Anni '60, ecc.) e teatrali: tra questi ultimi, ricordiamo La bisbetica domata, per la regia di Alessandro Capone.

Nel 2000 è stata madrina del lancio di un reggiseno push up per il brand italiano Parah, organizzato su un Boeing 777[7]. Entrata a far parte della scuderia di Lele Mora[8], nel 2009 è impegnata in teatro con lo spettacolo La trappola di Norman Crisp e con Giancarlo Zanetti. Apparsa nel 2011 nella serie televisiva Rex, nel 2014 produce insieme al suo compagno il format Fightfootball, in onda su Premium Sport e dove appare nella sigla con un pezzo ballato e cantato[9].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Tifa per la Roma[3].

È stata partner di Massimo Troisi (fino alla morte di lui), Paolo Calissano[2], Stefano Bonaga[2] e Pino Quartullo[3].

Ha una figlia di nome Mia (così chiamata in onore di Mia Farrow), nata dalla sua relazione con l'imprenditore napoletano Riccardo Sangiuliano[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Nathalie Caldonazzo Biography
  2. ^ a b c Nathalie Caldonazzo, cinquantamilagiorni.it
  3. ^ a b c Una showgirl sulla scia di mamma
  4. ^ L'ultimo grande applauso dei diecimila a Troisi, corriere.it, 6 giugno 1994. URL consultato il 26 maggio 2015.
  5. ^ Nathalie Caldonazzo mamma single
  6. ^ Nathalie Caldonazzo: "In TV ci sono solo le straniere"
  7. ^ Articolo apparso su La Repubblica il 13 aprile 2000
  8. ^ Una showgirl per Massimo Troisi
  9. ^ Nathalie Caldonazzo: produttrice di “Fightfootball” e fedigrafa in teatro, radioradio.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]