Natasha Gregson Wagner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Natasha Gregson Wagner

Natasha Gregson Wagner (Los Angeles, 29 settembre 1970) è un'attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia dell'attrice Natalie Wood e del produttore cinematografico britannico Richard Gregson che si separarono quando lei aveva dieci mesi, Natasha crebbe nella nuova famiglia della madre, risposatasi nel 1972 per la seconda volta con l'attore Robert Wagner. La Wood e Wagner misero al mondo nel 1974 una figlia, Courtney Wagner, sorellastra di Natasha che ebbe come zia l'attrice e produttrice Lana Wood.

Il 29 novembre 1981 Natalie Wood affogò vicino all'isola di Santa Catalina. Dopo la morte della madre, Natasha (aveva 11 anni) e la sorella Courtney crebbero in California nell'abitazione di Robert Wagner e della sua nuova moglie, l'attrice Jill St. John.

Natasha frequentò la Crossroads School di Santa Monica, passò quindi all'Emerson College e in seguito si trasferì all'Università della California del Sud. Esordì al cinema nel 1992 prendendo parte ai film Buffy l'ammazzavampiri, Presagio di morte e Amici per la vita.

Successivamente Wagner ottenne molti ruoli da protagonista in film minori, ma é verso la fine degli anni '90 che raggiunse una certa fama, prendendo parte con ruoli importanti a film come Strade perdute di David Lynch, Lolita - I peccati di Hollywood di Josef Rusnak, Urban Legend di Jamie Blanks, Pensieri spericolati di Hart Bochner. Durante questo periodo non mancarono comunque ruoli da protagonista, come nei film Two Girls and a Guy di James Toback, al fianco di Robert Downey Jr. ed Heather Graham, e Un altro giorno in paradiso di Larry Clark, al fianco di Vincent Kartheiser, James Woods e Melanie Griffith.

Dagli anni 2000 tornò ad interpretare prevalentemente ruoli minori in film di buon e scarso successo, partecipò anche ad alcune serie televisive.

Nel 2020 Gregson Wagner ha prodotto un film documentario sulla madre, Natalie Wood: What Remains Behind, diretto da Laurent Bouzereau.[1][2]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha avuto una relazione di undici anni con il produttore cinematografico Josh Evans, figlio di Ali MacGraw e Robert Evans.[3] Quindi è stata sposata con lo sceneggiatore D.V. DeVincentis dall'ottobre 2003 al gennaio 2008.[4]

Il 30 maggio 2012 Natasha e l'attore Barry Watson hanno avuto una figlia.[5] La coppia si è sposata nel dicembre 2014.[6]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 'Natalie Wood: What Remains Behind': Film Review | Sundance 2020, in The Hollywood Reporter.
  2. ^ (EN) Natalie Wood Documentary Produced By Natasha Gregson Wagner Hits HBO In May, su hollywoodoutbreak.com, 12 aprile 2020.
  3. ^ (EN) In Step With Natasha Gregson Wagner, in The Post and Courier, 5 marzo 1998, p. 18. URL consultato il 17 novembre 2012.
  4. ^ (EN) Four Keeps, in People magazine, 27 ottobre 2003.
  5. ^ (EN) Natasha Gregson Wagner and Barry Watson Welcome Daughter Clover Clementyne, in People magazine, 4 giugno 2012. URL consultato il 4 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2012).
  6. ^ (EN) Randee Dawn, Robert Wagner opens up about Natalie Wood's death, his bond with daughter Natasha, in Today Parents. URL consultato il 25 aprile 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29455364 · ISNI (EN0000 0001 1440 5648 · LCCN (ENnr99029382 · GND (DE1061734811 · BNF (FRcb14054088z (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr99029382