Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Naruto Shippuden: Eredi della volontà del Fuoco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Naruto Shippuden: Eredi della volontà del Fuoco
Iruco.png
Hiruko, l'antagonista del film
Titolo originale 劇場版 NARUTO 疾風伝 火の意志を継ぐ者 (Gekijōban Naruto Shippūden: Hi no ishi o tsugumono)
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2009
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere animazione, azione, commedia, drammatico, fantastico
Regia Masahiko Murata
Sceneggiatura Junki Takegami
Casa di produzione Aniplex, Bandai, Dentsu Inc., NARUTO Movie Production Committee, Pierrot, Shūeisha, TV Tokyo
Distribuzione (Italia) Mediaset
Storyboard Akitoshi Yokoyama, Masaaki Kumagai, Masahiko Murata, Toshihiko Masuda, Toshiya Niidome
Character design Tetsuya Nishio
Animatori Chikayoshi Sakurai, Hirofumi Suzuki, Hiroyuki Horiuchi, Yasuhiko Kanezuka, Yoshiharu Shimizu
Effetti speciali Hiroki Mutaguchi, Masakazu Kawazoe, Tatsuo Yamada
Musiche -yaiba-, Yasuharu Takanashi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Naruto Shippuden: Eredi della volontà del Fuoco (劇場版 NARUTO 疾風伝 火の意志を継ぐ者 Gekijōban Naruto Shippūden: Hi no ishi o tsugumono?) è un film basato sul popolare anime e manga, Naruto, di Masashi Kishimoto. In Italia il film è andato in onda su Italia 1 diviso in cinque episodi dal 27 giugno al 4 luglio 2013, mentre verrà distribuito nei cinema dalla Lucky Red Distribuzione solo il 20 luglio 2015 col titolo Naruto Shippuden il film: Eredi della volontà del Fuoco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Team Kakashi viene attaccato durante una ricognizione sul monte Shumisen, al confine tra il Paese della Terra e dell'Erba, da strani animali. Questo va ricondotto ad un potenziale focolaio di una quarta grande guerra ninja, quando vari ninja dotati di abilità innate iniziano a scomparire dai Villaggi della Nuvola, della Roccia, della Nebbia e della Sabbia. Anche se tutti gli indizi conducono sullo Shumisen, questo misterioso fenomeno non colpisce il Paese del Fuoco e questo segna l'inizio di un periodo di ostilità e di pericolo per l'Hokage e Konoha e, poiché si crede che il Villaggio della Foglia sia dietro all'accaduto, circolano voci che gli altri villaggi stiano preparando una ribellione contro Konoha. Con le truppe delle altre nazioni ammassate ai confini del Paese del Fuoco che minacciano di invaderla, Tsunade mobilita tutti i ninja per tentare di fermare i responsabili e provare l'innocenza di Konoha mentre, in caso di fallimento, il Paese del Fuoco sarà costretto a distruggere il villaggio al fine di preservare la pace nel mondo.

Ad alimentare il conflitto, però, entra in gioco il vero e principale colpevole, Hiruko, un ninja traditore di livello S proveniente dal Villaggio della Foglia, che scomparve decine di anni prima dopo avere sviluppato la Tecnica della Chimera (una tecnica che gli permette di assorbire sia il chakra che le abilità innate di altri ninja), il quale lancia la sua dichiarazione di guerra proiettando la sua immagine nei cieli dei villaggi e, presentandosi come ninja della Foglia, annuncia che proverà a rubare l'abilità innata del Paese del Fuoco per diventare immortale ed invincibile e, quindi, avviare la quarta grande guerra ninja e conquistare il mondo.

Nessuno dei ninja dei cinque Paesi è abbastanza forte per fronteggiare Hiruko a causa del fatto che ha assorbito quattro abilità innate: l'Arte della Tempesta, dell'Oscurità, del Metallo e della Velocità; per diventare l'essere perfetto, il ninja traditore ambisce alla quinta ed ultima abilità che la Tecnica della Chimera gli consente di prelevare, ovvero lo Sharingan di Kakashi. Tsunade, col consenso di Kakashi, decide di sacrificare la vita del Jonin lasciando che esso si avvicini ad Hiruko per poi ucciderlo con la tecnica del Kamui che per il ninja copia ha effetti mortali che lo porterebbero ad un'inevitabile morte.

Tsunade applica a Kakashi un sigillo per condurlo da Hiruko, purtroppo, Naruto, Sakura e Sai non sono d'accordo e cercano di sventare il piano suicida. Il Villaggio della Sabbia è a favore del piano, ma Naruto, cercando di sabotarlo, rischia di creare un incidente politico, motivo per cui Shikamaru, Choji, Ino, Neji, Rock Lee, Tenten, Shino, Hinata e Kiba cercano di fermarlo, ma vengono ostacolati dai servi di Hiruko. Tra i villaggi della Foglia e della Sabbia, la tensione è al massimo e tutti sono contrari all'iniziativa di Naruto che va contro gli ordini, ma Jiraiya è l'unico che sembra avere fiducia nel suo allievo. Naruto, Sai e Sakura si imbattono in Gaara che cerca di fermarli per far sì che il piano di Tsunade vada a buon fine, lui non vuole fare del male a Naruto, ma, in quanto capo villaggio, lui ha dei doveri e, dunque, affronta l'amico; le due forze portanti si affrontano e Naruto, alla fine, lo sconfigge. Naruto ed i suoi amici proseguono, Shikamaru li insegue e, nel farlo, incontra Gaara, il Kazekage confessa al ninja della Foglia che, combattendo contro Naruto, ha avvertito la purezza delle sue intenzioni e che, forse, bisogna dargli fiducia. Naruto, Sakura e Sai raggiungono il castello del nemico, Shikamaru cerca di fermare Naruto anche a costo di ucciderlo, convinto del fatto che il sacrificio di Kakashi sia necessario per salvare Konoha, ma Naruto afferma che, se Konoha si macchiasse del sacrificio di Kakashi, non sarebbe più meritevole d'onore e che non sarebbe più il villaggio che lui ama; alla fine, Shikamaru da ragione a Naruto.

I ninja di Konoha incontrano faccia a faccia Hiruko, e il ninja racconta la sua storia, ovvero che è stato amico di Jiraya, Tsunade e Orochimaru, purtroppo, era invidioso del fatto che non era forte come loro, motivo per cui sviluppò la Tecnica proibita della Chimera; quando Hiruzen lo venne a sapere, mandò i suoi discepoli ad arrestare Hiruko, ma lui scappò; quando Obito regalò a Kakashi lo Sharingan, gli venne in mente l'idea di rubarglielo. Naruto prova a fermarlo, ma, con l'aiuto delle sue quattro abilità innate, Hiruko è un avversario pressoché invincibile, il ninja traditore si apprestava ad assorbire Kakashi, ma il piano di Tsunade inizia a dare i suoi frutti, infatti, Kakashi cerca di uccidere Hiruku con il Kamui, cosa che portarà pure alla sua morte, ma Naruto lo ferma in tempo salvandolo, ma, purtroppo, salva pure Hiruko. Kakashi viene liberato dal sigillo di Tsunade e chiede a Naruto per quale motivo ha interferito con il piano dell'Hokage, Naruto, allora, gli mostra i campanelli che il maestro usò nell'esame per far diventare Naruto, Sasuke e Sakura dei Genin riportando alla mente l'insegnamento che Kakashi impartì loro quel giorno, cioè che seppur non portare a termine una missione è un gesto di disonore nel mondo dei ninja, abbandonare un compagno a morte certa è un gesto ancora più disonorevole che, in fondo, è lo stesso insegnamento che gli è stato impartito da Obito. Hiruko evoca i suoi servi che si sono fusi in una chimera, Sakura, Sai e Shikamaru l'affrontano e vengono soccorsi da Tenten, Neji, Kiba, Hinata, Ino, Choji, Rock Lee e Shino, il gruppo di amici, unendo la loro forza, riescono a sconfiggere il mostro. Naruto e Kakashi affrontano insieme Hiruko, quest'ultimo usando l'Arte dell'Oscurità assorbe il Rasengan ed il Mille Falchi imparando ad usarli, il nemico si dimostra troppo forte, ma, all'ultimo momento, Naruto usa il suo Rasenshuriken, Hiruko prova ad assorbirlo, ma non ci riesce per via del fatto che la tecnica è troppo complessa, Naruto mette a segno il colpo e sconfigge il nemico.

Kakashi si avvicina ad un Hiruko ormai prossimo alla morte, Hiruko chiede al ninja copia dove ha sbagliato e lui gli risponde che il suo errore è stato nel fare troppo affidamento su sé stesso quando, invece, avrebbe fatto meglio a contare di più su gli amici che aveva, ma Kakashi rimprovera sé stesso ammettendo che, con il suo piano suicida, non si è dimostrato migliore di Hiruko confessando che avrebbe fatto meglio a chiedere subito aiuto a Naruto. Hiruko muore tra le braccia di Kakashi, il ninja di Konoha guarda Naruto non potendo fare a meno di notare la grande somiglianza fra lui ed Obito riconoscendo che ormai il suo allievo lo ha superato.

Personaggi esclusivi del film[modifica | modifica wikitesto]

Hiruko[modifica | modifica wikitesto]

Hiruko (卑留呼?) è il principale antagonista del film. È un ninja traditore del Villaggio della Foglia, capo del team formato da Ichi, Ni, e San. Hiruko vuole far precipitare il mondo in una quarta grande guerra ninja, per poi domarla e conquistare i paesi. Hiruko ha sviluppato la Tecnica della Chimera, con la quale è in grado di assorbire tecniche e abilità innate altrui. Viene sconfitto dai ninja della foglia dopo un'ardua battaglia sul Monte Shumisen, in cui Hiruko tenta di utilizzare la Tecnica della Chimera per assorbire lo Sharingan di Kakashi.

Nella mitologia shintoista, Hiruko è il figlio deforme di Izanami e Izanagi, da cui venne abbandonato, che alcuni mitografi descrivono simile ad una sanguisuga. Ciò potrebbe avere collegamento con la Tecnica della Chimera, in quanto l'utilizzo permette sì di assorbire le abilità altrui (così come farebbe una sanguisuga), ma modifica il corpo, rendendolo piuttosto deforme ed emaciato (come l'aspetto di Hiruko senza bende).

Capacità ninja

Le capacità ninja di Hiruko sono numerose, ma in prevalenza condizionate dalle abilità innate assorbite, che gli forniscono un'immunità quasi totale alla maggior parte delle tecniche conosciute; l'Arte della Velocità lo rende immune alle arti marziali, così come l'Arte del Metallo, con la quale può rendersi indistruttibile, l'Arte dell'Oscurità, con cui riesce a risucchiare e rilasciare a proprio piacimento il chakra, lo rende immune alle arti magiche, e può utilizzare l'Arte della Tempesta, probabilmente una variante di quella utilizzata da Darui. Tutto ciò è stato possibile grazie alla Tecnica della Chimera, che gli permette di unirsi con ogni tipo di creature e assorbirne le facoltà. Inoltre controlla a piacimento le bende sul suo corpo tramite il chakra e le rende molto veloci e potenti.

Ichi[modifica | modifica wikitesto]

Ichi (壱, Ichi?) è un uomo alto e magro che è praticamente un'immagine speculare di San, con l'eccezione che ha solo un marchio sulla sua fronte. Durante il salvataggio di Kakashi, affronta il Team Gai, venendo sconfitto da un attacco combinato di Rock Lee e Neji. In seguito, verrà tramutato, insieme ai suoi compagni, con la Tecnica della Chimera in una potente chimera gigante. Questa verrà poi sconfitta dagli undici della Foglia con dei colpi combinati.[1]

Ichi possiede una discreta abilità nei Taijutsu, tanto da riuscire a resistere al Team Gai al completo. In battaglia utilizza numerosi serpenti per formare reti per catturare e attaccare più nemici, e utilizza un grosso serpente fuso con il suo braccio per attaccare o sparare serpenti raggomitolati come dei proiettili. Secondo Neji, Ichi ha una quantità di chakra molto alta.[1]

Ni[modifica | modifica wikitesto]

Ni (弐, Ni?) ha due strisce viola sulla guancia sinistra, un body molto scollato e lunghi capelli castani arricciati in una spirale molto intricata. Durante il salvataggio di Kakashi, affronta il Team 8, ma viene sconfitta da Shino con i suoi insetti. In seguito viene tramutata, insieme ai suoi compagni, con la Tecnica della Chimera in una potente chimera gigante. Viene sconfitta dagli undici della Foglia con dei colpi combinati.[1]

Ni può evocare delle creature simili a lupi che sono state modificate con appendici simili a tentacoli che fuoriescono dalla schiena. Lei inoltre può evocare una sorta di gigantesca tartaruga-leone, con la quale può anche fondersi utilizzando la Tecnica della Chimera. La nuova creatura può sputare fuoco, ma è lenta a causa della sua grande dimensione, rimanendo vulnerabile a rapidi attacchi avversari. Ni brandisce una frusta che utilizza a distanza ravvicinata.[1]

San[modifica | modifica wikitesto]

San (?) assomiglia quasi alla perfezione a Ichi, solo che ha tre segni sulla fronte. Durante il salvataggio di Kakashi, affronta il Team 10, ma viene sconfitto. In seguito si unisce ai suoi compagni caduti con la Tecnica della Chimera e si trasforma in una potente chimera gigante che verrà poi evocata da Hiruko durante lo scontro finale. Questa verrà sconfitta dagli undici della Foglia con dei colpi combinati.[1]

San può evocare una creatura simile ad un uccello ma con molte modifiche, che può sparare piume che esplodono con precisione e che può compiere brevi e veloci scatti. San può inoltre evocare Ichi e Ni (come fa Pain con Konan) per fondersi con loro attraverso la Tecnica della Chimera. La chimera che si forma da questa unione è una combinazione di tutti gli animali creati dal trio e quindi possiede tutte le loro capacità.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale cinematografiche in Giappone nel 1º agosto 2009 ed è stato rivelato il 10º anniversario del sito di Naruto, lungo l'anteprima dell'arrivo della saga filler sul Trecode. Una lunga anteprima del film è stata mostrata durante il Japan Expo 2009 in Francia, con sottotitoli in francese.

In Italia, nella trasmissione su Italia 1 nei mesi di giugno e luglio 2013, il film è andato in onda suddiviso in cinque parti intitolate rispettivamente Abilità innate, Il sacrificio di Kakashi, Ostinazione, Eredi della volontà del Fuoco ed Hiruko.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film è Darekaga (誰かが? letteralmente significa "Qualcuno sta") delle Puffy AmiYumi, pubblicata il 29 agosto 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Naruto Shippuden: Eredi della volontà del Fuoco.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]