Narcisse Diaz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Narcisse Virgilio Díaz de la Peña

Narcisse Virgilio Díaz de la Peña (Bordeaux, 25 agosto 1807Mentone, 18 novembre 1876) è stato un pittore francese della scuola di Barbizon.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Forest of Fontainebleau, 1868, Dallas Museum of Art
"Fête Champetre" di Diaz de la Peña

Diaz nacque a Bordeaux da genitori spagnoli. A soli 10 anni Diaz rimase orfano per cui fu trasferito nelle vicinanze di Sèvres presso degli amici di sua madre. Fu proprio nelle vicinanze di tale località, a Meudon, che fu morso da un rettile e, malgrado i soccorsi furono istantanei, fu necessario amputargli una gamba. La sua gamba di legno divenne famosa.

A quindici anni iniziò i suoi studi a Sèvres inizialmente di decorazione e, successivamente, di pittura. Fortemente attratto dalla Turchia e dai paesaggi orientali, inizio' a dipingere immagini riccamente ispirate a costumi e colori orientali; molti di questi lavori sono tuttora esistenti. Negli stessi anni passo' molto tempo presso la scuola di Barbizon.

All'incirca nel 1831 Díaz incontrò Théodore Rousseau, sviluppando per lui una vera e propria venerazione. A Fontainebleau Díaz vide Rousseau dipingere alcuni paesaggi delle sue fantastiche forsete e decise di dipingere allo stesso modo. Tuttavia Rousseau non godeva di una buona salute, cosa questa che lo rendeva piuttosto inasprito verso il mondo, e di conseguenza era di difficile approccio. In una occasione, Diaz lo seguì di nascosto nella foresta e cerco' di osservare il suo metodo di lavoro. Con il tempo Díaz riuscì a diventare amico di Rousseau, il quale, toccato dalle parole di estrema ammirazione, decise di rivelare le sue tecniche e insegnare tutto quello che sapeva.

Díaz esibì molti lavori al Salone di Parigi nel 1851. Durante la Guerra Franco-Prussiana si trasferì a Brussels. Dopo il 1871 le sue opere divennero di moda e si alzò la stima dei collezionisti nei suoi riguardi. Le più belle immagini di Diaz sono le scene della foresta e le tempeste, opere su cui si basa la sua fama [senza fonte]. Esistono diversi esempi del suo lavoro esposti al Louvre, e nel Wallace Collection, Hertford House. Forse le opere più note di Diaz sono "La Fée aux Perles" (1857, ospitato al Louvre), "Sunset in the Forest" (1868), "La Tempesta" e "La foresta di Fontainebleau" (1870, ospitato a Leeds).

Diaz non aveva allievi conosciuti, ma François Visconti ha mostrato in una certa misura emulazione del suo lavoro e anche Léon Richet ha seguito marcatamente i suoi metodi di pittura. Per un periodo, Jean-François Millet dipinse anche piccole figure a imitazione dichiarato di Diaz poi soggetti popolari [senza fonte]. Nel 1876, mentre era in visita alla tomba di suo figlio, prese un raffreddore. Andò a Mentone, nel tentativo di guarire ma il 18 novembre dello stesso anno trovò la morte. Nel 1881, ha ricevuto postumo la Legion d'Onore.[1]

Medaglione raffigurante il figlio di Díaz, Eugène-Émile

Il figlio di Díaz, Eugène-Émile (18371901), ottenne una discreta notorietà come compositore Eugène Diaz.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37117325 · ISNI (EN0000 0001 1621 7237 · LCCN (ENnr97042021 · GND (DE130150495 · BNF (FRcb14040634h (data) · ULAN (EN500008285 · CERL cnp00657562
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie