Napolizm: a Fresh Collection of Neapolitan Rap

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Napolizm: a Fresh Collection of Neapolitan Rap
ArtistaAA.VV.
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione2005
Dischi1
Tracce13
GenereHip hop
EtichettaPOLEMICS Recordings
Registrazione2004 - 2005

Napolizm: a Fresh Collection of Neapolitan Rap è una raccolta contenente brani di molti dei maggiori esponenti del rap napoletano.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'album è stato prodotto e pubblicato nel 2005 dalla POLEMICS Recordings, etichetta discografica di New York fondata da Alberto Cretara in arte Polo.[1][2]

È stato seguito dal documentario Napolizm: Vol. 2[3] e dalla raccolta eponima.[1][4]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. La FamigliaPriann' e pazziann'
  2. Co'SangInt 'o rione
  3. 13 Bastardi – Nun è dett
  4. Alea – Ghetto
  5. Speaker CenzouLa prima regola
  6. Capeccapa – Strane storie 'e strada
  7. FuosseraPoesia Cruda (feat. Co'Sang)
  8. ClementinoL'età re' tass (Perrone Remix)
  9. P.A.V.M. – E pur kest
  10. Dal Basso – Ancora dal basso
  11. Puazze Crew – Se po' fa' (feat. Fuossera)
  12. 081 Subsound – Questioni di flow
  13. Domasan – Cosa hai imparato oggi?

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Micol Brusaferro, Nasce Radio Nuova York, radio per gli italiani all'estero, con il triestino Ricky Russo, su Il Piccolo, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 1º luglio 2015. URL consultato il 7 ottobre 2018.
    «Dopo essersi trasferito a New York, Polo ha fondato una sua etichetta discografica, la Polemics Recording, con la quale ha pubblicato due raccolte di hip hop partenopeo: “Napolizm” (2005) e “Napolizm Volume 2” (2008)».
  2. ^ Ilaria Urbani, Nasce Radio Nuova York, Clementino è il testimonial, su Repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 1º settembre 2015. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  3. ^ Kikko, Napolizm Vol.2, su UNOTRE, 3 ottobre 2008. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  4. ^ NAPOLIZM Volume 2, su Myspace. URL consultato il 7 ottobre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]