Naomi Wolf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wolf nel 2012 ad Austin al Texas Book Festival

Naomi Wolf (San Francisco, 12 novembre 1962) è una giornalista, scrittrice e consulente politico statunitense. Autrice di tendenza liberalsocialista e femminista,[1][2] nonché consulente politico di Al Gore e Bill Clinton, Wolf divenne famosa per la prima volta nel 1991 come autrice di The Beauty Myth. Grazie al libro, divenne portavoce di quella che fu in seguito descritta come la terza ondata del movimento femminista.[3] Femministe di spicco come Gloria Steinem e Betty Friedan hanno elogiato il libro; altri, tra cui Camille Paglia e Christina Hoff Sommers, lo hanno criticato. Da allora ha scritto altri libri, tra cui il bestseller The End of America nel 2007 e Vagina: A New Biography.

La sua carriera giornalistica è iniziata nel 1995, e ha incluso argomenti come l'aborto, il movimento Occupy Wall Street, Edward Snowden e l'ISIS. Ha scritto per media come The Nation, The New Republic, The Guardian e The Huffington Post.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chris Beasley, Gender and Sexuality: Critical Theories, Londra, Sage Publications, 2005, pp. 33-34, ISBN 0-7619-6978-0.
  2. ^ (EN) Paul Harris, Naomi Wolf: true radical or ultra egoist?, su HuffPost, 23 settembre 2011. URL consultato il 28 ottobre 2019.
  3. ^ (EN) Lisa Hix, Did Father Know Best? / In Her New Book, Third Wave Feminist NNaomi Wolf Reconsiders Her Bohemian Upbringing, su sfgate.com, 19 giugno 2005. URL consultato il 28 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79441572 · ISNI (EN0000 0001 1475 7598 · Europeana agent/base/60177 · LCCN (ENn90695495 · GND (DE120762617 · BNF (FRcb12231226w (data) · BNE (ESXX1025082 (data) · NDL (ENJA00517034 · WorldCat Identities (ENlccn-n90695495