Naomi Scott

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Naomi Scott
Naomi Scott.jpg
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenerePop
Periodo di attività musicale2011 – in attività
Strumentovoce
EtichettaWalt Disney Records

Naomi Grace Scott (Londra, 6 maggio 1993) è un'attrice e cantante britannica di origini indiane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scott nasce ad Hounslow[1], un borough di Londra, nel 1993 da padre inglese, Christopher Scott, e da madre ugandese, Usha Joshi, figlia a sua volta d'immigrati indiani originari del Gujarat[2][3]. Ha un fratello maggiore, Joshua[4].

Il suo primo ruolo importante fu nella serie televisiva Life Bites e nel film TV Disney Lemonade Mouth, il suo primo ruolo in una produzione americana. Nel 2011 ha fatto parte del cast principale della serie televisiva Terra Nova. Nel 2013 ha partecipato ad un video musicale di Bridgit Mendler, Hurricane. Nel 2017 interpreta Kimberly Hart (Pink Ranger) nel film Power Rangers. Nel 2019 interpreta la principessa Jasmine nel remake live-action di Aladdin, diretto da Guy Ritchie.[5]

Sempre nel 2019, Scott è stata una delle tre protagoniste di Charlie's Angels, terzo capitolo dell'omonimo franchise.

Naomi è anche una volontaria umanitaria. Ha partecipato al lavoro missionario ed ha viaggiato in Slovacchia per insegnare l'inglese nelle scuole secondarie.[6]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2010 ha una relazione con il calciatore inglese Jordan Spence, la coppia si è sposata nel giugno 2014.[7][8]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – Invisible Division[9]
  • 2016 – Promises[10]
  • 2018 – So Low/Undercover

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – Motions
  • 2016 – Lover's Lies
  • 2017 – Vows
  • 2018 – Irrelevant (feat. Nick Brewer)
  • 2018 – So Low/Undercover

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – Fall From Here (Nick Brewer feat. Naomi Scott)

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Naomi Scott è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ana Eksouzian-Cavadas, Everything You Need To Know About Naomi Scott, in Elle Australia, 31 maggio 2019. URL consultato il 15 novembre 2019.
  2. ^ Who Is Naomi Scott? 11 Things You Need To Know About The Actress Playing Jasmine In 'Aladdin', in Elle, 22 maggio 2019. URL consultato il 24 luglio 2020.
  3. ^ Erum Salam, The fairest of them all? Two cheers for Aladdin's browner Princess Jasmine, in The Guardian, 24 maggio 2019. URL consultato il 25 luglio 2020.
  4. ^ Leadership - The Bridge Church, su thebridgechurch.org.uk. URL consultato il 30 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2017).
  5. ^ Matteo Tosini, D23 Expo: Aladdin, svelati i protagonisti del film in live-action di Guy Ritchie, su BadTaste.it, 15 luglio 2017. URL consultato il 15 luglio 2017.
  6. ^ Aladdin's Naomi Scott Is An Actress & Humanitarian: Feminist Princess Jasmine Demands More From Her Role In Reel-&-Real-Life - Hollywood Insider, su hollywoodinsider.com.
  7. ^ #naomigscott, su Instagram.
  8. ^ Naomi Scott e Jordan Spence: le foto più belle della coppia
  9. ^ Invisible Division - EP, su itunes.apple.com.
  10. ^ Promises - EP, su itunes.apple.com.
  11. ^ Bridgit Mendler - Hurricane (Official Video), su youtube.com, 12 aprile 2013. URL consultato il 10 giugno 2016 (archiviato il 2 agosto 2016). Ospitato su YouTube.
  12. ^ Nick Brewer - Fall From Here ft. Naomi Scott, su vevo.com, VEVO, 30 maggio 2011. URL consultato il 4 giugno 2011 (archiviato il 2 aprile 2015).
  13. ^ Teen Choice 2017 Award Nominees Include A Few Duds, su screenrant.com.
  14. ^ Teen Choice Awards 2019: The Complete Winners List, su thewrap.com.
  15. ^ Avengers: 'Endgame', 'Game of Thrones' Lead the 2019 Saturn Awards Nominations, su collider.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN229382224 · ISNI (EN0000 0003 6502 3564 · Europeana agent/base/41718 · LCCN (ENno2011134247 · GND (DE1190395657 · BNE (ESXX5704484 (data) · BNF (FRcb16524794b (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2011134247