Nagui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nagui nel 2015

Nagui Fam, noto semplicemente come Nagui (Alessandria d'Egitto, 14 novembre 1961), è un conduttore televisivo, conduttore radiofonico e attore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un greco-egiziano e di una franco-italiana aschenazita, entrambi insegnanti, Nagui nacque ad Alessandria d'Egitto e crebbe a Cannes[1] . Dopo gli studi universitari a Nizza, intraprese la professione di speaker radiofonico, dapprima per una radio pirata[2] e successivamente per Radio France.

Negli anni ottanta debuttò in televisione conducendo dei programmi per TMC e M6[3][4]. La grande visibilità giunse tuttavia negli anni novanta, quando prima per La Cinq e poi per France 2 condusse il quiz Que le meilleur gagne, che venne poi trasposto anche in due versioni italiane, suscitando molte polemiche[5][6][7]. La popolarità della trasmissione lo portò a vincere tre 7 d'or consecutivi fra il 1993 e il 1995[1].

Nel 1993 fondò una società di produzione, Air Productions, con la quale cominciò a produrre i propri show: il primo fu il programma musicale Taratata, anch'esso vincitore di due 7 d'or[1]. Sullo stesso canale, France 2, portò N'oubliez pas votre brosse à dents, la versione francese di un format britannico che in Italia verrà adattato col titolo Non dimenticate lo spazzolino da denti[8][9][10]. Lo show ottenne grandissimi risultati in termini d'ascolto ma si attirò numerose critiche per via dello stile provocatorio e dissacrante; ad esempio fu oggetto di discussione il fatto che il microfono con il quale Nagui intervistasse il pubblico avesse la forma di una pistola[11].

Fra il 1996 e il 2001 lavorò per TF1 e Canal +, poi tornò a France 2 dove sperimentò nuovi quiz fra i quali Intervilles, ispirato alla trasmissione italiana Campanile sera[12]. A partire dal 2004 conduce annualmente la maratona benefica di Telethon. Oltre a ciò ha lanciato vari game show fra i quali si ricordano i quiz Tout le monde veut prendre sa place e N'oubliez pas les paroles !, versione francese dello show Don't Forget the Lyrics!. Oltre a ciò Nagui ha presentato nel corso degli anni numerose edizioni dei Victoires de la musique e occasionalmente ha recitato al cinema come attore, ad esempio nella pellicola Une femme très très très amoureuse.

Nagui è spesso comparso ai primi posti nelle classifiche dei conduttori più amati dal pubblico francese[13][14].

Sposato con l'attrice Mélanie Page[15], dalla quale ha avuto tre figli[16], Nagui è padre di un'altra ragazza avuta da una precedente relazione con la collega Marine Vignes[17].

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordre des Arts et des Lettres - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordre des Arts et des Lettres
— 2011[18]
Cavaliere dell'ordre national du Mérite - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'ordre national du Mérite
— 2014[19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (FR) Biographie, nrj fr. URL consultato il 23 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2015).
  2. ^ (FR) Présentation, France 2. URL consultato il 23 luglio 2015.
  3. ^ (FR) Nagui, Toutelatele. URL consultato il 23 luglio 2015.
  4. ^ (FR) Nagui, 36 ans, anime «Tous en jeu» sur TFI, et risque, faute d'audience, le hors-jeu. Moi jeu., Libération. URL consultato il 23 luglio 2015.
  5. ^ Chiamalo Gerry sara' il tuo "peluche", Corriere della Sera. URL consultato il 23 luglio 2015.
  6. ^ Chiamalo Gerry sara' il tuo "peluche", Corriere della Sera. URL consultato il 23 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  7. ^ " Berlusconi copia, e allora paghi!", Corriere della Sera. URL consultato il 23 luglio 2015.
  8. ^ E' francese lo spazzolino da denti di Fiorello, Corriere della Sera. URL consultato il 23 luglio 2015.
  9. ^ E' francese lo spazzolino da denti di Fiorello, Corriere della Sera. URL consultato il 23 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  10. ^ I Cervelloni ne sanno più di Fiorello, Corriere della Sera. URL consultato il 23 luglio 2015.
  11. ^ (FR) N’oubliez pas votre brosse à dents, Toutelatele. URL consultato il 23 luglio 2015.
  12. ^ (FR) Cinq jeux télé bien de chez nous, Télérama. URL consultato il 23 luglio 2015.
  13. ^ (FR) Le TVScope de Janvier 2011 Laurent Delahousse rejoint Nagui et Harry Roselmack. Marie Drucker et Yves Calvi remontent., TvMag. URL consultato il 23 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2011).
  14. ^ (FR) Télé: les Français votent Nagui, Le Parisien. URL consultato il 23 luglio 2015.
  15. ^ (FR) Nagui, un homme marié, Paris Match. URL consultato il 23 luglio 2015.
  16. ^ (FR) "Je suis un peu un boulet" pour Mélanie, Paris Match. URL consultato il 23 luglio 2015.
  17. ^ (FR) Nagui, Gala.fr. URL consultato il 23 luglio 2015.
  18. ^ (FR) Nagui fait Chevalier des Arts et des Lettres par Frédéric Mitterrand, su jeanmarcmorandini.com. URL consultato il 23 luglio 2015.
  19. ^ (FR) Décret du 13 novembre 2014 portant promotion et nomination, legifrance. URL consultato il 23 luglio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]