Nacra 17

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nacra 17
Nacra 17.svg
Tipo Catamarano
Classe velica Nacra 17 logo.svg
Costruttori Morrelli & Melvin
Cantiere Nacra Sailing
Varo 1º modello 2011
Caratteristiche tecniche
Lunghezza fuori tutto 5,25 m
Larghezza 2,59 m
Peso 141 kg
Superficie randa 14,65 m²
Superficie fiocco 4,00 m²
Superficie gennaker 19,50 m²
Equipaggio 2

Il NACRA 17 è un catamarano sportivo ad alte prestazioni utilizzato per regatare. È stato progettato nel 2011, è entrato in produzione nel 2012 e sin dalle prime fasi della sua concezione è stato pensato come catamarano da utilizzare per le regate dei Giochi Olimpici.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Nacra[N 1] 17 è stato specificatamente progettato per soddisfare le specifiche tecniche definite per una nuova specialità olimpica inedita per la vela olimpica che prevedeva una barca con equipaggio misto. Nel maggio 2012 la Federazione Internazionale della Vela (ISAF) scelse il Nacra 17 come barca per le regate per catamarano con equipaggio misto per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016[1], successivamente confermata anche per le Olimpiadi di Tokyo 2020[2].

Il progettista Pete Melvin, uno dei progettisti, ha così riassunto la filosofia di progettazione del Nacra 17:[3]

«La classe Formula 16 si trova nella parte inferiore della scala di peso dell'equipaggio prevista dall'ISAF (da 120 a 140 kg) e, secondo la nostra opinione, sarebbe più eccitante e stimolante per i velisti del calibro olimpico se avesse un piano velico più potente. Il peso tipico per gli equipaggi della classe Formula 18 va oltre al limite superiore di peso previsto dall'ISAF. Il Formula 18 è inoltre una barca abbastanza pesante per la sua lunghezza e potrebbe essere costruita più leggera, ma il volume degli scafi e la superficie sarebbero inutilmente grandi per una piattaforma F18 adatta alle specifiche olimpiche.
Di conseguenza, non esistendo un progetto od una classe che soddisfi le specifiche olimpiche, abbiamo deciso di creare un progetto completamente nuovo che è lungo circa 17 piedi, chiamato NACRA 17. Confrontato con i Formula 16 è 250 mm più lungo, 100 mm più largo, ha un albero più alto, maggiore superficie velica e derive curve.
Le derive curve aggiungono una dimensione alla navigazione.»

Il Comitato di valutazione ISAF scrisse:[4]

«La preferenza dei velisti MNA [MyNavy Assignment] e del Comitato di valutazione è stato il nuovo innovativo NACRA 17. Progettato specificatamente secondo le specifiche per il multiscafo misto, il Comitato di valutazione ha concluso che il NACRA 17 è considerato l'opzione migliore. Le derive curve previste forniscono una portanza verticale, il NACRA 17 potrà sopportare equipaggi di un intervallo di peso più ampio rispetto al Formula 16 ed è notevolmente più leggero di un Formula 18. Il nuovo NACRA 17 offre ai velisti del catamarano misto l'eccitante sfida di gestire la possibile portanza generata dalle derive curve.»

Nel 2013, dal 21 al 27 luglio, si è tenuto a L'Aja il primo Campionato mondiale.[5]

Nel novembre 2016 la Conferenza annuale del World Sailing (ex ISAF) ha approvato il passaggio del Nacra 17 alla configurazione full foiling per le Olimpiadi di Tokyo 2020.[6]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Il Nacra 17 è un catamarano dotato di un albero rotante in carbonio, randa steccata (full batten), fiocco steccato autovirante, gennaker e derive curve. L'equipaggio, misto, è formato da un timoniere e da un prodiere.

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Giochi Olimpici[modifica | modifica wikitesto]

Anno Edizione Vincitori Nazione
2016 Olimpiadi di Rio de Janeiro
(Dettagli)
Santiago Lange e Cecilia Carranza Argentina Argentina
2020 Olimpiadi di Tokyo
(Dettagli)
Ruggero Tita e Caterina Banti Italia Italia

Campionati mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Città ospitante Vincitori Nazione
2013 L'Aia Paesi Bassi Paesi Bassi Billy Besson e Marie Riou Francia Francia
2014 Santander Spagna Spagna Billy Besson e Marie Riou Francia Francia
2015 Aarhus Danimarca Danimarca Billy Besson e Marie Riou Francia Francia
2016 Clearwater Stati Uniti Stati Uniti Billy Besson e Marie Riou Francia Francia
2017 La Grande-Motte Francia Francia Ben Saxton e Katie Dabson Gran Bretagna Gran Bretagna
2018 Aarhus Danimarca Danimarca Ruggero Tita e Caterina Banti Italia Italia
2019 Auckland Nuova Zelanda Nuova Zelanda Vittorio Bissaro e Maelle Frascari Italia Italia
2020 Geelong Australia Australia John Gimson e Anna Burnet Gran Bretagna Gran Bretagna
2021 Al Musanaah Oman Oman

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ acronimo di North American Catamaran Racing Association

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The International Sailing Federation (ISAF) has confirmed the final event and equipment selections for the Rio 2016 Olympic Sailing Competition., su sailing.org, 5 maggio 2012.
  2. ^ (EN) 2013 ISAF Annual Conference Draws To A Close in Muscat, Sultanate of Oman, su sailing.org. URL consultato il 16 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2013).
  3. ^ (EN) Pete Melvin, the choice, su sailinganarchy.com, 4 maggio 2012.
  4. ^ (EN) [12449.pdf ISAF Mixed Multihull Evaluation] (PDF), su sailing.org, 1º marzo 2012.
  5. ^ (EN) 2013 World Championship, su nacra17.org.
  6. ^ (EN) 9 November - 2016 Annual Conference Recap, su sailing.org, 9 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]