NBA 2K16

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
NBA 2K16
videogioco
PiattaformaXbox 360, Xbox One, PlayStation 4, PlayStation 3, Microsoft Windows
Data di pubblicazioneGiappone 29 ottobre 2015
Flags of Canada and the United States.svg 25 settembre 2015
Zona PAL 29 settembre 2015
GenerePallacanestro
SviluppoVisual Concepts
Pubblicazione2K Sports
SerieNBA 2K
Modalità di giocoGiocatore singolo, Multigiocatore
Periferiche di inputGamepad, Tastiera
Distribuzione digitaleSteam, Xbox Live, PlayStation Network
Fascia di etàPEGI: 3+
Preceduto daNBA 2K15
Seguito daNBA 2K17

NBA 2K16 è un videogioco della serie NBA 2K, successore di NBA 2K15 disponibile su PlayStation 3, PlayStation 4, Microsoft Windows, Xbox 360 e Xbox One.

Uscita[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è stato rilasciato il 29 settembre 2015 in Italia. Chi ha invece deciso di preordinarlo ha avuto accesso al gioco venerdì 25 settembre godendo inoltre di diversi bonus. Questa versione denominata "Early Tip Off Weekend", ha al suo interno un codice che permette al giocatore di riscattare una buona quantità di crediti virtuali e alcune carte speciali per la modalità MyTeam.

Copertine[modifica | modifica wikitesto]

A differenza dei capitoli precedenti, NBA 2k16 è munito di tre diverse copertine, ognuna con soggetto un giocatore diverso. Sono disponibili James Harden, Anthony Davis e Stephen Curry.

MyPlayer[modifica | modifica wikitesto]

Al primo accesso l'utente dovrà creare il proprio giocatore, denominato MyPlayer. Questo sarà usato nella maggior parte delle modalità di gioco quali MyCareer, MyGm e MyPark. Il MyPlayer corrisponde anche ad un vero e proprio account di gioco, infatti esso accumulerà crediti virtuali e crediti MyTeam.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Nel nuovo capitolo di NBA 2k, Visual Concepts ha inserito delle nuove modalità di gioco, mantenendo e migliorando quelle già presenti nei precedenti capitoli della saga.

MyCareer[modifica | modifica wikitesto]

Per la nuova versione di una delle modalità di gioco di punta della serie, Visual Concepts si è affidata a Spike Lee per la stesura della trama e per la regia. In questa modalità il giocatore impersona se stesso, e, partendo dall'High School percorre la propria scalata verso la gloria dell'NBA. Quello che differenzia questa modalità da quelle presenti nei capitoli precedenti, è la trama e la narrazione. Spike Lee e gli sviluppatori hanno deciso infatti di scrivere un vero e proprio film, con tanto di caratterizzazione dettagliata dei personaggi, descrizione della vita al di fuori della pallacanestro e colpi di scena inaspettati. La prima parte della MyCareer è concentrata sulla storia del giocatore e della sua famiglia, partendo dalla scuola fino all'NBA. Il giocatore potrà disputare 4 partite con la squadra dell'High School, 4 con quella del College, e, dopo il draft, 8 con la squadra NBA che lo sceglierà. Completate queste partite, la storia narrata finirà, e il giocatore potrà giocare tutte le partite delle stagioni seguenti, non differentemente da quello che accadeva nei capitoli precedenti, potendo però gestire anche le attività nelle giornate di riposo.

MyGm[modifica | modifica wikitesto]

In questa modalità, il giocatore impersona il General Manager di una squadra NBA, potendo gestire, oltre che le rotazioni, il roster e giocare le partite, ogni aspetto della società, compreso lo staff, i prezzi di biglietti, cibo e merchandising. Il giocatore potrà fare dei colloqui con i giocatori e con lo staff e dovrà rispondere alle interviste della stampa. Da quest'anno sarà inoltre possibile trasferire la squadra in diverse città e personalizzare il palazzetto e le divise.

MyTeam[modifica | modifica wikitesto]

Nella modalità MyTeam di NBA 2K16, il giocatore ha la possibilità di creare la propria squadra con giocatori trovati all'interno di diversi pacchetti che possono essere acquistati con valute virtuali o vinti. L'utente avrà la possibilità di disputare partite sia offline che online contro squadre create da altri giocatori.

MyLeague[modifica | modifica wikitesto]

Questa modalità può essere paragonata a MyGm. La differenza sta nel fatto che l'utente avrà solo la possibilità di giocare, gestire il roster e le rotazioni, sono quindi esclusi la gestione dei prezzi, le interviste e i colloqui. In poche parole MyLeague è la vecchia Associazione presente nei titoli old-gen.

MyPark[modifica | modifica wikitesto]

In MyPark il giocatore può scendere in campo con il proprio MyPlayer contro i giocatori di altri utenti online in partite (2vs2, 5vs5...) in campi da street-basket, al primo accesso l'utente potrà scegliere il parco in cui giocare: Flyers, Rough Riders o Ballers.

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

I giocatori in NBA2k16 sono più realistici che mai, gli sviluppatori li hanno modellati tenendo conto di ogni minimo particolare compresi i tatuaggi e le pettinature più stravaganti. Meno realistici sono i giocatori di Eurolega, che in alcuni casi possiedono la faccia di altri. Tutti i giocatori possiedono una valutazione che può arrivare fino a 99. Alla pubblicazione di NBA 2k16 il giocatore più forte inserito è LeBron James con 94[1]. La seguente tabella si riferisce al giorno del rilascio del gioco.

Classifica Giocatore Squadra Posizione Valutazione
1 LeBron James Cleveland Cavaliers SF 94
2 Stephen Curry Golden State Warriors PG 93
3 Anthony Davis New Orleans Pelicans PF 92
4 James Harden Houston Rockets SG 92
5 Kevin Durant Oklahoma City Thunder SF 91
6 Chris Paul Los Angeles Clippers PG 90
7 Russell Westbrook Oklahoma City Thunder PG 89
8 Carmelo Anthony New York Knicks SF 88
9 Blake Griffin Los Angeles Clippers PF 88
10 LaMarcus Aldridge San Antonio Spurs PF 88

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle attuali squadre NBA, nel gioco sono presenti diverse squadre storiche ed europee che disputano il campionato di Euroleague.

Classic Teams[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco sono state aggiunte le seguenti squadre storiche:

  • Cleveland Cavaliers 06-07
  • Minnesota T'wolves 03-04
  • Phoenix Suns 04-05
  • Chicago Bulls 05-06
  • Boston Celtics 07-08
  • Miami Heat 12-13
  • Toronto Raptors 99-00
  • Houston Rockets 07-08
  • L.A. Lakers 00-01
  • Detroit Pistons 03-04
  • Dallas Mavericks 02-03
  • Portland T. Blazers 99-00

Euroleague[modifica | modifica wikitesto]

2kTV[modifica | modifica wikitesto]

Ogni settimana tramite gioco, app android o pc è possibile vedere un nuovo episodio di 2kTV. In ognuno di questi verranno proposti approfondimenti, gameplay, interviste a produttori, attori, atleti, gamer e molti altri volti noti. In NBA 2k16 è possibile inoltre rispondere a diverse domande interattive che verranno poste durante la visione della puntata, sia su piattaforma di gioco che su smartphone, in caso di risposta corretta verranno accreditati dei crediti virtuali.

MyNBA2k16[modifica | modifica wikitesto]

MyNBA2k16 è l'app per smartphone ufficiale del gioco, connettendosi al proprio account utente è possibile riscattare crediti virtuali quotidianamente, visualizzare statistiche e dettagli di alcune modalità del gioco (MyGm, MyCareer...) e vedere gli episodi di 2kTV. Sempre tramite l'app è possibile giocare al MyTeam Mobile, una sorta di modalità di gioco simile a quella su piattaforma: l'utente potrà creare la propria squadra con giocatori vinti alla fine di ogni partita. Le partite si svolgono con 5 carte, utente vs CPU (con squadre create da altri utenti). Ogni carta ha diversi valori di Attacco, difesa ecc. ad ogni turno, il giocatore che metterà in campo la carta con il valore maggiore vincerà.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Dopo solo una settimana dal rilascio, NBA2k16 ha toccato quota 4 milioni di copie vendute, battendo ogni record segnato dal franchige Visual Concepts[2], fatto che non fa altro che confermare l'enorme successo del titolo e la mancanza assoluta di concorrenza, infatti il titolo della rivale EA: NBA Live 16 anche se molto buono, secondo la critica ha ancora molta strada da fare per arrivare ai livelli di 2k16[3].

La critica ha accolto il titolo in modo totalmente positivo con valutazioni molto alte, giudicandolo come un gioco quasi perfetto.

  • IGN.com: 9.2/10
  • Multiplayer.it: 9/10
  • Spaziogames.it: 9/10
  • MondoXbox: 9.5/10
  • EveryEye: 9.5/10
  • Gamesurf: 9/10

Note[modifica | modifica wikitesto]