Myotis aurascens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Vespertilio dorato
Immagine di Myotis aurascens mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.aurascens
Nomenclatura binomiale
Myotis aurascens
Kuzyakin, 1935
Sinonimi

M.mystacinus bulgaricus, M.mystacinus popovi, M.mongolicus, M.songdianus

Areale

Distribution of Myotis aurascens.png

Il vespertilio dorato (Myotis aurascens Kuzyakin, 1935) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nell'Ecozona paleartica.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza dell'avambraccio tra 32 e 37 mm, la lunghezza della coda tra 12,3 e 14,3 mm, la lunghezza del piede tra 6,8 e 8,7 mm.[2]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Le parti dorsali sono bruno scure talvolta con la punta dei peli dorata, le parti ventrali sono più chiare. Il muso è scuro, le narici si aprono a forma di cuore. Le orecchie sono marroni scure con la parte interna e la base del trago più chiare, talvolta rosate. Il bordo delle membrane alari tra il quinto dito e le zampe posteriori è di solito bordato di bianco. I piedi sono piccoli. La coda è lunga ed inclusa nell'ampio uropatagio. Il primo premolare superiore è molto piccolo e situato fuori dalla linea alveolare.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia in estate e primavera nei crepacci mentre in inverno forma piccoli gruppi fino a 15 individui all'interno di grotte.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa in Europa e in Asia, dalla Penisola balcanica attraverso l'Ucraina, la Moldavia, il Caucaso, la Turchia, Kazakistan, Iran settentrionale, Turkmenistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Siberia centro-meridionale, Mongolia e Cina nord-orientale fino alla Penisola coreana. Alcuni individui catturati sul Monte Hermon lungo il confine tra Israele e Siria e sul Monte Altissimo di Nago, nel Trentino-Alto Adige potrebbero appartenere a questa specie[3].

Vive nelle foreste, nelle boscaglie e in zone ripariali.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale, classifica M.aurascens come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Benda, P., Aulagnier, S., Hutson, A.M., Tsytsulina, K., Karatas, A., Palmeirim, J. & Paunovic, M. 2008, Myotis aurascens, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ Aulagnier & Al., 2011.
  3. ^ Benda P & Tsytsulina K, Taxonomic revision of Myotis mystacinus group (Mammalia: Chiroptera) in the western Palearctic, in Acta Societas Zoologicae Bohemicae, vol. 64, 2000, pp. 331-398.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi