My Name Is Joe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo album del 2000 di Joe, vedi My Name Is Joe (album).
My Name Is Joe
MyNameIsJoe.JPG
Una scena del film
Titolo originale My Name Is Joe
Paese di produzione Regno Unito, Francia, Spagna, Italia, Germania
Anno 1998
Durata 105 min
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico
Regia Ken Loach
Soggetto Paul Laverty
Sceneggiatura Paul Laverty
Produttore Rebecca O'Brien
Produttore esecutivo Ulrich Felsberg
Fotografia Barry Ackroyd
Montaggio Jonathan Morris
Musiche George Fenton
Scenografia Martin Johnson, Fergus Clegg
Costumi Rhona Russell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

My Name Is Joe è un film del 1998 diretto da Ken Loach.

Secondo film sceneggiato da Paul Laverty (sceneggiatore di La canzone di Carla).

Il titolo del film è la frase con cui gli alcolisti anonimi iniziano quando parlano della loro vita.

Loach, fedele al suo cinema documentaristico, (evidente anche nel uso di attori non professionisti, come con l'eccezione di David McKay “Liam”, tutti i membri della squadra di calcio di “Joe” non avevano precedenti esperienze di recitazione è sono stati reclutati tra i residenti della zona, alcuni avevano realmente avuto problemi di droga[1]) racconta la vita di Joe, senza filtri e remore, analizzando le differenze sociali e di cultura tra Joe e Sara, il rapporto fraterno e paterno tra Joe e Liam.

Il linguaggio del film è volutamente grezzo e scurrile (la parola "fuck" e le sue variazioni sono utilizzati 230 volte nel film nella versione originale inglese [2]).

Il film presentato in concorso alla 51ª edizione del Festival di Cannes, è valso a Peter Mullan il premio per la migliore interpretazione maschile.[3].

Girato tra le città di Tarbert, Loch Fyne, Argyll, Bute, Glasgow, Strathclyde.[4]

In Italia il film è stato distribuito nelle sale dal 4 dicembre 1998 da Bim distribuzione.[5]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Glasgow della fine degli anni '90, nei sobborghi proletari, vive Joe, ex alcolista, disoccupato: sopravvive con il sussidio e facendo qualche piccolo lavoro in nero, allena una piccola e sgangherata squadra di quartiere, composta da ragazzi problematici, drogati, emarginati sociali, fra cui Liam, amico di Joe.

Joe, rivedendo in Liam se stesso, tenta di aiutare il ragazzo, che è sposato con una tossicodipendente. Così Joe incontra Sara, assistente sociale, che rimane colpita dall'altruismo di Joe, e alla fine si innamora di lui.

Le differenze, sociali, economiche e culturali tra Joe e Sara svaniscono, e fra loro nasce un amore puro e innocente.

Liam, a causa della tossicodipendenza della moglie, ha dei pesanti debiti con degli spacciatori, che gli chiedono di effettuare una consegna di droga per conto loro. Joe decide di aiutare Liam e di effettuare lui la consegna, ma quando Sara lo scopre decide di lasciarlo, e non gli rivela di essere incinta.

Joe è combattuto dalla voglia di aiutare Liam e dalla paura di perdere Sara, l'unica donna che lo abbia mai amato, che rappresenta la sua speranza di poter avere finalmente una vita migliore e felice, di poter avere qualcuno da amare, con cui progettare un futuro.

Joe decide di non aiutare Liam, nella speranza di potersi riappacificare con Sara, ma Liam si mette nei guai: quando va a cercare Joe per chiedergli aiuto lo trova ubriaco, allora Liam disperato si suicida davanti a Joe, che non riesce a salvarlo, offuscato dall'alcool.

Joe e Sara si rincontrano al funerale di Liam. Nell'ultima scena Joe e Sara si riavvicinano, lasciando aperta la possibilità che i due possano ritornare insieme.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Esclusi Peter Mullan e Gary Lewis, tutti i partecipanti alla seduta degli alcolisti anonimi sono realmente alcolisti.[1]
  • Durante la scena in cui la squadra di calcio ruba del materiale sportivo da un camion, dei veri agenti di polizia di passaggio fermarono Gordon McMurray: gli agenti non avevano visto le cineprese e dovette intervenire Ken Loach per spiegare che si stavano girando le riprese di un film.[1]
  • Lorraine McIntosh, “Maggie”, è l'ex co-vocalist di una pop band scozzese degli anni '80 denominata Deacon Blue.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d www.imdb.com trivia, imdb.com.
  2. ^ www.imdb.com trivia My name is Joe, imdb.com.
  3. ^ (EN) Awards 1998, festival-cannes.fr. URL consultato il 3 luglio 2011.
  4. ^ www.imdb.com locations, imdb.com.
  5. ^ www.imdb.com release info, imdb.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema