My City of Ruins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
My City of Ruins
ArtistaBruce Springsteen
Autore/iBruce Springsteen
GenereRock
Esecuzioni notevoliEddie Vedder
Pubblicazione
IncisioneThe Rising
Datamarzo 2002
EtichettaColumbia Records
Durata5 min: 0 s
The Rising – tracce
Precedente
Paradise
Successiva
/

My City of Ruins è una canzone di Bruce Springsteen, inclusa nel 2002 nel suo album The Rising.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu scritta da Springsteen nel novembre del 2000, volto a promuovere la rivitalizzazione di Asbury Park, una città del New Jersey che non si è più ripresa dai nefasti effetti della Grande depressione. Infatti inizialmente la canzone descrive lo stato di completo abbandono della città. Finisce con una nota ottimistica, un'implorazione alla città di riprendersi (Come on rise up! Come on rise up! Rise up).

Fu eseguita la prima volta il 17 dicembre 2000, alla Asbury Park Convention Hall.

L'11 settembre[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ha assunto ben presto un nuovo significato dopo l'11 settembre, offrendo un messaggio di speranza e di rinascita dalla rovine. Il 21 settembre Springsteen eseguì la canzone durante il concerto benefico per gli attentati America: A Tribute to Heroes; durante l'esecuzione modificò alcune frasi.

In seguito, la canzone fu inserita nell'album The Rising, dedicato agli avvenimenti dell'11 settembre, nel luglio del 2002.

Altre esecuzioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Eddie Vedder ha eseguito la canzone ai 32esimi annuali Kennedy Center Honors come parte del tributo a Bruce Springsteen. Nel gennaio 2010 pearljam.com ha annunciato che la cover di Eddie Vedder sarebbe stata disponibile su iTunes per raccogliere fondi per aiutare la popolazione di Haiti dopo il disastroso terremoto del 2010[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock