Muwatalli I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Muwatalli I
Re degli Ittiti
In carica ? –
XV secolo a.C.[1]
Predecessore Huzziya II
Successore Tudhaliya I/ Tudhaliya II o Kantuzzili
Altri titoli Re della Terra di Ḫattuša, gran Re, Re d'Hatti, signore di Kušara[2]
Morte Ḫattuša
Consorte Katteshapi ?
Walanni ?
Figli Muwa
Religione Religione ittita

Muwatalli I (... – XV secolo a.C.[3]) è stato un sovrano Ittita.

È stato scoperto soltanto nel 1984 a seguito del ritrovamento di un sigillo contenente il suo nome, in cui il re donava un terreno a un tempio di Ḫattuša.[4]

Biografia e regno[modifica | modifica wikitesto]

Muwatalli ascese al trono uccidendo il suo predecessore Huzziya II (e la consorte Summiri) di cui era il capo della guardia reale: è possibile che fosse stato un fratello minore del sovrano o comunque un congiunto.

Una volta insediato sul trono nominò capo della guardia reale suo figlio Muwa, secondo alcuni[5] l'esecutore materiale del duplice delitto; tradizionalmente si riteneva che la sua sposa reale fosse stata Walanni[6], anche se recentemente gli storici propendono più per la regina Katteshapi quale consorte[7].

Muwatalli cercò la via della diplomazia dopo il regicidio, assicurando ai due figli del defunto Huzziya ruoli prestigiosi a corte, in un tentativo di convivenza pacifica: ad Himuili assegnò il ruolo di capo della servitù ed a Kantuzzili quello di sovrintente degli Auriga d'oro[8].

Il tentativo però naufragò miseramente in breve tempo: i due, con una congiura di palazzo, assassinarono Muwatalli[9] ponendo così fine a quello che gli studiosi convenzionalmente chiamano vecchio regno.

La reazione del clan di Muwatalli non si fece attendere e così si arrivò allo scontro armato tra la fazione degli assassini che spinsero verso il trono il giovane Tudhaliya, concordemente ritenuto oggi il figlio di Kantuzzili[10] e quindi membro della famiglia reale ittita originaria, e quella capeggiata da Muwa, sostenuto anche da alleati Hurriti.

Lo scontro fu rapido e si risolse a favore dei primi, con lo stesso Tudhaliya che assieme a Kantuzzili ed Himuili, condusse le proprie guarnigioni sul campo[11] alla vittoria, e lo stesso Muwa perse la vita.

Al trono ittita ascese così Tudhaliya I/II, probabilmente attorno al 1420-1410 a.C.

E tuttavia una convincente rilettura dell'episodio è stata recentemente fornita da Beal alla luce delle "Liste delle offerte D e E"[12] nelle quali, nel medesimo paragrafo, compare Kantuzzili con un nome femminile, Walanni, già noto da una lista delle Regine Ittite[13], nel quale apre la lista e precede Nikkalmati, moglie appunto di Tudhaliya.

Tradizionalmente come detto si ritiene che Walanni sia stata la moglie di Muwatalli I, ma unicamente perché ritenendolo il re che precede Tudhaliya, la regina che precede la moglie di quest'ultimo dovrebbe essere logicamente la moglie del primo.

Il rinvenimento del nome di Kantuzzili vicino a Walanni in ben due liste delle offerte reali ("se Walanni è regina e Kantuzzili le è indicato di fianco significa che è il suo re") ed una logica deduzione (perché Kantuzzili, erede naturale di Huzziya II, una volta ucciso l'usurpatore avrebbe dovuto lasciare il trono al figlio senza sedervisi?) hanno fatto ipotizzare a Beal che a Muwatalli I sia seguito sul trono di Hatti proprio Kantuzzili; che Walanni fosse in effetti la moglie di questi e quindi la madre di Tudhaliya I/II; e che quest'ultimo sia asceso al trono solo dopo un periodo di regno, verosimilmente breve, del padre[14]. La sposa reale di Muwatalli I sarebbe in tal caso Katteshapi. Al momento manca la prova decisiva.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Birgit Brandau e Hartmut Schickert, Gli Ittiti, Newton Compton editori s.r.l, 2006, p. 100.
  2. ^ Birgit Brandau e Hartmut Schickert, Gli Ittiti, Newton Compton editori s.r.l, 2006, p. 34.
  3. ^ Birgit Brandau e Hartmut Schickert, Gli Ittiti, Newton Compton editori s.r.l, 2006, p. 100.
  4. ^ Birgit Brandau e Hartmut Schickert, Gli Ittiti, Newton Compton editori s.r.l, 2006, p. 100.
  5. ^ Freu tra gli altri.
  6. ^ Shoshana R. Bin-Nun, The Tawananna in the Hittite kingdom, Winter, 1975, ISBN 978-3-533-02438-5.
  7. ^ Di questa regina era già nota l'esistenza dai reperti frammentari KBo 32.197, KUB 48.106 e KBo 54.111, e se ne ipotizzava una collocazione nel tardo Antico regno, senza il corretto abbinamento col re che ora, appunto, pare probabile essere Muwatalli I. Si veda T. Bilgin: Officials and administration in the Hittite world; pag. 26 in particolare la nota 71.
  8. ^ Richard Henry Beal, The Organisation of the Hittite Military, Carl Winter Universitätsverlag, 1992, ISBN 978-3-533-04562-5.
  9. ^ T. Bryce: The kingdom of the Hittites; pag. 140-146.
  10. ^ Vedi il sigillo imperiale pubblicato da H. Otten nel 2000 che recita "...Tudhaliya grande re, figlio di Kantuzzili...".
  11. ^ Si veda la tavoletta ittita classificata col codice ufficiale CTH 211.6.
  12. ^ Nomi ufficiali dei reperti KUB 11.10 e KUB 11.8 c KUB 11.9
  13. ^ Elenco delle Regine Regnanti ittite delle celebrazioni di Nuntarriyasha, nome ufficiale del reperto KUB 25.14.
  14. ^ R. Beal: The hurrian dynasty and The double names of the Hittite kings; pag. 60-61.
Predecessore Re ittiti Successore
Huzziya II attorno al 1430 a.C. Tudhaliya I/II