'Ndrina Musitano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Musitano)
Famiglia Musitano
Area di origine Platì, Delianuova
Aree di influenza Buccinasco, Bareggio, Canada: Hamilton, Toronto
Periodo anni '30 - in attività
Boss Angelo Musitano, Dominik Musitano, Pasquale Musitano
Alleati Papalia
Famiglia Luppino
Valle
Barbaro
Mammoliti
Attività Traffico di droga
smaltimento illegale di rifiuti tossici
Gestione Slot Machine

I Musitano sono una 'ndrina della 'ndrangheta originaria di Platì.

Secondo gli inquirenti sarebbero vicini ai Mammoliti di Platì e sarebbero insediati, in Nord Italia: a Buccinasco e a Bareggio[1] (in provincia di Milano).[2][3] mentre in Canada nella città di Hamilton, in Ontario, vicino Toronto[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sarebbero presenti in Canada sin dal 1937, e precisamente da quando Angelo Musitano, detto la Belva di Delianuova si trasferì ad Hamilton, in Ontario[4].

Anni '80 - L'omicidio di Domenico Musitano[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni Ottanta avrebbero partecipato a un progetto per rapire Silvio Berlusconi.[5]. Nel 1984 viene uccciso Rocco Musitano[6] [7]. Nel 1986 viene ucciso il boss Domenico Musitano, che in quel periodo stava, secondo alcuni pentiti, trafficando nello smaltimento illegale di rifiuti tossici[8]. Nel 1988 viene ucciso Antonio Trimboli[6][7].

Anni '90 - Canada: la faida tra Musitano e Papalia e l'operazione Nord - Sud[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni '90 nel sud-milanese si conclude l'operazione Nord-Sud e la relativa inchiesta che porta all'arresto anche di Vincenzo Antonio Musitano, condannato a 18 anni di carcere[6][7].

Oggi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 viene rilasciato Vincenzo Antonio Musitano[6][7]. Nell'operazione Rinnovamento viene arrestato il fratello Rosario Musitano insieme a Vincenzo poi assolto[6][7]. Nel settembre 2015 ad Hamiltonil SUV di Pat Musitano va a fuoco, si sospetta un incendio doloso.

Attività criminali[modifica | modifica wikitesto]

Il clan sarebbe stato coinvolto nello smaltimento illegale di rifiuti tossici.[9][10].

Esponenti di spicco[modifica | modifica wikitesto]

  • Angelo Musitano alias Angelo D'Agostino, detto la Belva di Delianuova (? - ?), condannato nel 1940 dalla corte d'assise di Palmi, emigrerà in Canada dove verrà arrestato 28 anni dopo nel 1965
  • Dominik Musitano (?- 1995)
  • Pasquale Musitano[7] (1968)
  • Angelo Musitano (1978 - )
  • Vincenzo Musitano[6][7]
  • Vincenzo Antonio Musitano (1962) detto Totò Brustia e residente a Vermezzo, genero di Giuseppe Perre, figlio di Elisabetta Barbaro, e referente di Giuseppe Barbaro detto "U nigru"[6][7]
  • Domenico Musitano ( - 1986) detto "u fascista", ex boss ucciso in un agguato davanti al tribunale di Reggio Calabria[11][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]