Musica rumena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La musica rumena è la musica che segue la tradizione della Romania

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La musica rumena probabilmente deriva dai Daci, una popolazione indoeuropea, dai Bizantini, dagli Slavi e infine dai Turchi[1]. I primi brani legati alla musica rumena sono quelli del Codex Caioni (dal latino Codice Caion), questo codice è la raccolta di brani fatti da due studiosi nel XVII secolo.[2] Poi dagli zingari liutari,provenienti forse dalla Bulgaria,venne introdotta la cobza,un'evoluzione locale dell'oud arabo e del barbat persiano.

A quei tempi il più importante musicista fu János Kájoni.

Dalla seconda metà XIX lo stile della musica è cambiato. Guidati da un movimento artistico chiamato Romanticismo, vengono inventate due tipi di musica: quella classica e quella folk[non chiaro].

Dal 1850 in Romania appare la musica classica inventata da Giuseppe Ivanovich. Verso la fine di questo secolo ci furono tanti nuovi cantanti, pianisti e violinisti[1]

Molto famoso George Enescu, compositore scomparso nel 1955.[3] Il festival più importante del paese è il Festival nazionale di musica folcloristica di Mamaia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mihai Cosma, Corservatorio di Bucarest
  2. ^ Opnea pagina 29
  3. ^ Bio Su Classisima

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]