Museo valtellinese di storia e arte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Museo Valtellinese di Storia e Arte è ubicato nel centro cittadino di Sondrio nello storico Palazzo Sassi de' Lavizzari, austero edificio cinquecentesco donato dai proprietari al Comune nel 1922 per scopi culturali.

L'esposizione museale si trova al primo e al secondo piano dell'edificio, mentre al terzo, un sopralzo ottocentesco, si trovano gli uffici ed una sala mostre. Accanto ad una sezione archeologica, che documenta i rinvenimenti locali e propone alcuni lasciti antiquari, come la collezione numismatica Sertoli, spiccano una sezione dedicata al costume del Settecento, diverse tele dei pittori valtellinesi Gian Battista Macolino e Pietro Ligari e dei suoi figli Cesare e Vittoria. Da segnalare inoltre una pregevole stua intagliata, con un soffitto recante gli stemmi delle famiglie dei Grigioni che dominarono la valle dal 1512 al 1797, sculture lignee policrome di soggetto sacro, risalenti prevalentemente all'epoca della Controriforma, paradigmi esemplari della religiosità e dell'arte locale.

Al piano terreno alcune sale sono dedicate al progetto in itinere del Museo virtuale Castello Masegra, con due postazioni multimediali e un approfondimento su Pietro Ligari. In altre sale trovano spazio esposizioni temporanee, generalmente dedicate ad artisti o opere locali, mostre che usufruiscono pure degli spazi espositivi ricavati nelle scuderie del vicino Palazzo Sertoli, sede di una banca locale.

Presso il Castel Masegra è stata aperta una nuova sezione storica, il Museo Storico Castello Masegra, dedicato ai tre secoli della dominazione dei Grigioni in Valtellina.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN261463199 · LCCN (ENn85251260 · WorldCat Identities (ENn85-251260