Museo il Correggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Correggio
Palazzo dei Principi.jpg
Facciata del Palazzo dei Principi
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Correggio
Indirizzo Palazzo dei Principi
Caratteristiche
Tipo Arte, archeologia
Fondatori Luigi Asioli
Apertura 1859
Sito web

Il Museo "Il Correggio" si trova all'interno di uno dei principali edifici storici della città di Correggio, il rinascimentale Palazzo dei Principi già sede della Biblioteca "Giulio Einaudi".

Percorso espositivo[modifica | modifica wikitesto]

Il percorso espositivo prende avvio dal leone funerario romano del sepolcro di Caius Fuficius Hilario di età giulio-claudia (I-II secolo) esposto nel cortile del Palazzo, che costituisce il preludio alla Sala di archeologia e del territorio in cui sono contestualizzati i ritrovamenti più significativi avvenuti nella zona di Correggio tra l'Ottocento e il Novecento.

La sala del Camino

Segue la Sala del Camino, così detta per l'imponente camino ornato al centro dell'arme della "correggia", simbolo stesso della dinastia. La sala è impreziosita dal soffitto a cassettoni e dal sottostante fregio affrescato con data e stemma di Francesca di Brandeburgo. Vi sono esposte opere d'arte che rendono al meglio il clima culturale della piccola corte tra la seconda metà del XV secolo e la prima metà del XVI. Su tutte, il Redentore di Andrea Mantegna datato 1493.

Salone degli Arazzi

Al secondo Cinquecento, epoca ancora artisticamente vivace e feconda è dedicata la prima Galleria. Conclude il "viaggio" nel XVI secolo il Salone degli Arazzi dove campeggiano i nove arazzi fiamminghi, tessuti a Bruxelles nella bottega di Cornelius Mattens probabilmente entro l'ultimo quindicennio del XVI secolo, verosimilmente acquistati da Camillo da Correggio ad Anversa.

Proseguendo nella visita è la volta della Sala del Seicento che ci conduce in un'epoca in cui a Correggio predomina una pittura ispirata al conservatorismo e al provincialismo, non priva però degli echi della riforma carraccesca. Qui è esposta inoltre la preziosa collezione Lusuardi delle monete coniate dalla Zecca di Correggio (1569-1630)

La pittura a destinazione sacra, che predomina nella Correggio del Settecento, è documentata nella Sala del Settecento.

La Sala dell'Ottocento da conto di un clima culturale vivace e fecondo attraverso personalità emergenti e conosciute nel panorama della cultura figurativa italiana.

Chiude il percorso la Galleria Asioli, dedicata a Luigi Asioli, con alcuni preziosi oggetti appartenenti a Bonifazio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]