Museo del sodalizio dei facchini di santa Rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo del sodalizio dei facchini di Santa Rosa
Ingresso museo sodalizio.jpg
Ingresso Museo (foto di Rodolfo Morbidelli)
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàViterbo
Indirizzovia San Pellegrino 60/62
Caratteristiche
TipoMuseo
Apertura1994
Chiusurain attività
DirettoreConsiglio Direttivo, gestione Archeoares s.n.c.
Sito web e Sito web

Coordinate: 42°24′49.9″N 12°06′21.24″E / 42.41386°N 12.1059°E42.41386; 12.1059

Il museo del sodalizio dei facchini di Santa Rosa è un museo privato di Viterbo. Ha sede in via San Pellegrino 60/62, all'interno di un palazzetto medioevale che venne donato dal comune al Sodalizio dei facchini nel 1978 per farne la sede delle loro riunioni. Il museo è regolarmente aperto al pubblico dal 1994 e dal maggio del 2008 è gestito dalla società Archeoares s.n.c.

Le sale del museo occupano due piani: all'ingresso della sala al piano terra sono esposti alcuni modellini delle macchine di Santa Rosa, che si sono succedute dal 1690 fino ai giorni nostri[1]. Al primo piano è possibile assistere alla proiezioni dei filmati dei trasporti delle macchine avvenuti gli anni precedenti.

All'ultimo piano del palazzetto, chiuso al pubblico, è sita la sala che ospita, ogni settimana, il consiglio direttivo del sodalizio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sebbene il trasporto della festa della santa sia stato ispirato dalla traslazione del suo corpo avvenuto il 4 settembre 1258 e sia attestato da documenti comunali anche in secoli precedenti al XVII, il primo disegno conservato è del 1690.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. Aliperti, B. Blanco, G. Serone "Santa Rosa da Viterbo. Storia, culto, tradizione"

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musei Portale Musei: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musei