Museo d'arte moderna di Saint-Étienne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo d’arte moderna moderna di Saint-Étienne Métropole
LogoMamSaintetienne.png
Ubicazione
Stato Francia Francia
Località Saint-Priest-en-Jarez
Indirizzo Rue Fernand Léger
Caratteristiche
Tipo Arte moderna: pittura, scultura, fotografia, design
Sito web

Coordinate: 45°28′10.2″N 4°22′26.22″E / 45.4695°N 4.37395°E45.4695; 4.37395

Il Musée d'art moderne de Saint-Étienne Métropole è un'istituzione internazionale nel campo della arte moderna e dell'arte arte contemporanea, con più di 19.000 opere di cui 1500 pezzi di design. È stato inaugurato all'ingresso di Saint-Etienne, nella città di Saint-Priest-en-Jarez nella Loria), il giorno 10 dicembre 1987 da Lorand Hegyi. Il Museo è stato diretto dal 1987 al 1998 da Bernard Ceysson, poi fino al 2003 da Jacques Beauffet. Dal luglio 2003 il direttore generale è Lóránd Hegyi.

Presentazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo d'arte moderna di Saint-Étienne Métropole ospita una delle più importanti collezioni di opere della Francia del XIX secolo, del Novecento e del XXI secolo e offre uno dei più ricchi panorami delle creazioni artistiche internazionali del Novecento (pittura, scultura, fotografia, design).

Il museo venne creato dalle collezioni del Museo d'arte e industria e d'arte moderna della città di Saint-Étienne nel 1987, ed è stato trasferito il 1º gennaio 2001 alla municipalità di Saint-Étienne Métropole, da cui ora dipende.

La collezione è stata riorganizzato e periodicamente ampliato dal 1947, è uno dei pochi musei e rari esempio che riesce a rappresentare lo sviluppo dell'arte occidentale in epoca industriale in modo completo a partire dall'inizio del secolo fino alle più recenti creazioni.

L'apertura di una nuova area dedicata alla raccolta di opere di design e fotografia avvenuta alla fine 1980 rendono il Museo d'arte moderna di Saint-Étienne Métropole uno dei pochi insieme al il Musée national d'art moderne di Francia, ad essere in grado di rappresentare tutte le arti visive del Template:XX secolo in tutta la loro ampiezza e diversità.

La collezione ottiene anche molti prestiti di Opere selezionate (oltre 600 all'anno) e organizza visite scolastiche sia in Francia che all'estero. Le esposizioni vengono organizzate usualmente in sale per temi o periodi storici. La maggior parte degli spazi del palazzo, costruito da Didier Guichard nel 1987, sono dedicati però ad ospitare mostre temporanee di arte contemporanea.

Negli ultimi anni sono stati presentati i grandi nomi dell'arte contemporanea internazionale, alcuni per la prima volta esposti in Francia: Gilbert e George (2005), Yan Pei-Ming (2006), Roman Opalka (2006), la Zero collettiva (2007), Georg Baselitz (2007), ORLAN (2007), Sean Scully (2008), Antony Gormley (2008), Mario Schifano, Salvatore Garau (2009), Richard Nonas (2010), Dennis Oppenheim (2011). Il Museo offre regolarmente anche una importante mostra collettiva tematica che riunisce decine di giovani artisti provenienti da tutto il mondo (Insediamenti nel 2004, Casa nel 2005, Micro-Narratives nel 2008, Fragilenel 2009, L'isola mai trovata nel 2011).

Le collezioni[modifica | modifica wikitesto]

Arte antica[modifica | modifica wikitesto]

Il museo possiede una collezione di dipinti antichi che non è esposta al pubblico, di cui fanno parte importanti artisti. Tra questi si trovano dipintidi Claude Monet, Louis Brea, Charles Le Brun (Entrata di Cristo in Gerusalemme), Nicolaes Berchem, Willem Heda Claeszoon, Otto Marseus van Schrieck, Antonio Zanchi, Sebastiano Ricci (Abramo e i tre angeli), Jean-Baptiste Marie Pierre, Charles Natoire, Théodore Géricault, Gustave Courbet, Hippolyte Flandrin (Polidoro figlio di Priamo osserva il movimento dei Greci verso Troia), Alexandre Seon, Maximilien Luce o Armand Guillaumin (Le pin parasol, le Brusc, environs de Toulon). Tra le sculture si trovano opere di Jean-Baptiste Carpeaux, Auguste Rodin e Antoine-Louis Barye.

Arte moderna e contemporanea moderne[modifica | modifica wikitesto]

La collezione del museo contiene le opere di primari artisti internazionali, tra cui:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • D'un siècle à l'autre, catalogue de la collection du musée d'art moderne de Saint-Étienne Métropole, édition Skira, 2007, édition française et édition anglaise. 272 pages - 285 illustrations - Format 24 X Template:Unité.
  • L'Art ancien au musée d'art moderne de Saint-Étienne Métropole, Un, Deux… Quatre éditions, 2007, 336 pages
  • Design, collection du musée d'art moderne de Saint-Étienne Métropole, Cité du Design éditions, 2008, 510 pages

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN133352940 · ISNI: (EN0000 0001 0941 6238 · BNF: (FRcb12042880f (data)
Musei Portale Musei: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musei