Museo comunale archeologico La Cinquantina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 43°19′06.73″N 10°29′54.82″E / 43.318535°N 10.49856°E43.318535; 10.49856

Il Museo comunale archeologico La Cinquantina è un'istituzione culturale di Cecina (LI), situata presso villa Guerrazzi (detta anche "della Cinquantina"), in via Francesco Domenico Guerrazzi, presso la frazione di San Pietro in Palazzi.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1980 per raccogliere il frutto degli scavi nel territorio e alcune donazioni, ebbe la sua sede attuale nel 2003.

I reperti, databili dal paleolitico inferiore alla tarda antichità, testimoniano le civiltà etrusca e romana nella Bassa Val di Cecina, con un criterio espositivo cronologico e topografico e comprendente anche l'archeologia marina. Tra i migliori pezzi, il cinerario di Montescudaio (VIII-VII secolo a.C.) e l'intero corredo della tomba A della necropoli di Casa Nocera presso Casale Marittimo, in cui era stato sepolto un principe-guerriero con tutte le insegne del suo potere.

Nel giardino è stato inoltre trasportata la tomba etrusca a tholos di Casaglia, scoperta nel 1932 e già nella prima sede del museo archeologico[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]