Museo civico archeologico di Ozieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Museo civico archeologico di Ozieri è situato nell'ex convento delle clarisse.

Nel 1753 o 1754, venne istituito in città un convento delle monache clarisse, sotto la direzione dei padri osservanti di Ozieri. Allocate prima in un palazzo di proprietà della nobile donna Isabella Grixoni, poterono poi trasferirsi presso alcuni immobili di proprietà della nobile (poco dopo riedificati nelle forme attuali) in prossimità della chiesa seicentesca del Rosario, dove la numerosa comunità di monache officiò fino allo sfratto intimato dal Governo italiano nel 1889 (AMADU F., Storia della diocesi di Ozieri (1503-1803), Sassari 2003, pp. 47–50).

Il grande complesso, dopo la chiusura del monastero, dalla fine del XIX secolo agli anni '20 del XX fu adibito a caserma del Battaglione misto del Genio (caserma “Pietro Micca”). Successivamente ospitò alcune famiglie indigenti, fino al restauro avvenuto intorno alla fine degli anni '90, ad opera dell'architetto Sandro Cadoni. Oggi ospita il Museo civico archeologico ed una ricca collezione numismatica. L'ultimo piano della struttura è talvolta utilizzata per mostre temporanee e convegni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN155179553 · ISNI (EN0000 0001 0728 8682 · WorldCat Identities (ENviaf-155179553