Muscolo supinatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Muscolo supinatore
Gray420.png
Muscolo supinatore
Anatomia del Gray (EN) Pagina 454
Sistema Sistema muscolare
Antagonista Muscolo pronatore rotondo
Azioni supination of the forearm
Nervo radiale
Identificatori
TA A04.6.02.048
FMA 38512

Il muscolo supinatore (detto anche muscolo breve supinatore) è un muscolo di forma triangolare, localizzato nella parte superiore del piano profondo dei muscoli posteriori dell'avambraccio. Non può essere palpato.

Origine, decorso e inserzione[modifica | modifica wikitesto]

Il muscolo supinatore ha un'origine molto vasta, esso infatti origina lateralmente tra ulna e omero, più precisamente dall'epicondilo laterale dell'omero, sulla superficie adiacente dell'ulna, cioè sulla cresta del muscolo supinatore, dalla capsula, dal legamento anulare dell'articolazione radio-ulnare, dal legamento collaterale radiale. Tra il capo ulnare e quello omerale passa il nervo interosseo.

Le fibre muscolari si dirigono obliquamente in basso, di lato ed in avanti, avvolgendo il terzo superiore del corpo del radio a spirale.

Si inserisce sulla superficie antero-laterale del terzo superiore del radio.

Innervazione e vascolarizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Viene innervato dal ramo profondo del nervo radiale(C5, C6 e C7).

Viene vascolarizzato da rami dell'arteria ricorrente radiale anteriore e da rami dell'arteria collaterale radiale esterna.

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

Supina l'avambraccio e con esso la mano. È maggiormente efficace quando il gomito è in estensione.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nigel Palastanga, Derek Field, Roger Soames, Anatomia del movimento umano. Struttura e funzione, Elsevier-Masson, 2007
  • Mario Cannas, Anatomia umana funzionale e clinica, Padova, Piccin, 2004
  • Gastone Lambertini, Anatomia umana, Padova, Piccin, 1978
  • Felicia Farina, Anatomia dell'apparato locomotore, Edises, 2013

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]