Mura di Nanchino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Le mura di Nanchino

Le mura di Nanchino furono costruite dall'imperatore Zhu Yuanzhang (1368–1398) dopo aver fondato la dinastia Ming (1368–1644) e stabilito a Nanchino la capitale. Per consolidarela sua sovranità e tenere fuori gli invasori, approvò i suggerimenti del consigliere Zhu Sheng di costruire più alte mura, fare scorta di cereali e di rinviare l'incoronazione. Servirono 21 anni per completare l'opera, e circa 200.000 operai spostarono 7 milioni di metri cubi di terra: sono tra le più grandi mura civiche mai costruite in Cina[1] e oggi sono in buone condizioni e ben preservate.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ansight Guides, Insight Guides: China 5/E, Apa Publications, original from Pennsylvania State University, 1997, p. 268, ISBN 0-395-66287-7.
  2. ^ Turnbull, Stephen R. and Steve Noon, Chinese Walled Cities 221 BC-AD 1644, Osprey Publishing, 2009, p. 61, ISBN 1-84603-381-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]