Mura di Montenero d'Orcia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mura di Montenero d'Orcia
Porta Montenero d'Orcia (GR).JPG
Le mura di Montenero d'Orcia con la doppia porta di accesso
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàMontenero d'Orcia
Informazioni generali
Inizio costruzioneX secolo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia
La torre del Cassero Senese

Le mura di Montenero d'Orcia costituiscono il sistema murario difensivo del borgo di Montenero d'Orcia, frazione del comune italiano di Castel del Piano, nella provincia di Grosseto, in Toscana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La cinta muraria fu costruita a partire dal X secolo e modificata più volte fino all'impianto definitivo del XIII secolo, che andò a racchiudere interamente il borgo di Montenero d'Orcia. L'ultimazione dei lavori si concluse con la realizzazione del Cassero Senese.

Nel corso del XV secolo, i Senesi effettuarono una serie di interventi di restauro conservativo dell'intero sistema difensivo.

Nei secoli successivi, l'architettura militare ha subito alcuni interventi di modifica, ristrutturazione e rimaneggiamento.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le mura delimitano, in parte, il borgo di origini medievali.

La cinta muraria presenta alcuni tratti a vista, altri addossati o incorporati in altri fabbricati, oltre ad alcune soluzioni di continuità, ben ravvisabili nell'area del Cassero Senese che ne è rimasto isolato.

I tratti a vista si caratterizzano per i tipici rivestimenti in pietra di epoca medievale, gran parte dei quali risalenti al XIII secolo. Il tratto meglio conservato delle mura è quello che comprende la doppia porta di accesso al borgo, costituita da caratteristici archi tondi.

Del Cassero Senese rimane una torre, parzialmente alterata, situata nel cuore del parco attiguo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Mazzolai, Guida della Maremma. Percorsi tra arte e natura, Firenze, Le Lettere, 1997.
  • Giuseppe Guerrini (a cura di), Torri e castelli della provincia di Grosseto, Siena, Nuova Immagine Editrice, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]