Municipio Vecchio (L'Aia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Municipio Vecchio
(NL) Oude Stadhuis
Den Haag - Oude Stadhuis - Groenmarkt.jpg
Localizzazione
StatoPaesi Bassi Paesi Bassi
ProvinciaOlanda Meridionale
LocalitàL'Aia
IndirizzoGroenmarkt
Coordinate52°04′39.5″N 4°18′29.99″E / 52.07764°N 4.30833°E52.07764; 4.30833Coordinate: 52°04′39.5″N 4°18′29.99″E / 52.07764°N 4.30833°E52.07764; 4.30833
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1561-65
Stilerinascimentale
Realizzazione
ProprietarioComune dell'Aia

Il Municipio Vecchio, in olandese Oude Stadhuis, è l'antico palazzo comunale dell'Aia, nei Paesi Bassi. Sorge sul centrale Groenmarkt, la piazza del Mercato delle Erbe, e costruito a partire dal 1561, rappresenta un bell'esempio dell'architettura rinascimentale olandese.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

La facciata principale.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

In questo luogo vi sorgeva già un castello, residenza dei Signori di Brederode. In seguito al coinvolgimentento di uno dei Brederode nell'assassinio di Aleid di Poelgeest, amante del conte d'Olanda Alberto I di Baviera, avvenuto nella notte del 1º settembre 1392; la residenza venne sequestrata dal conte e donata alla città dell'Aia come "Casa di Città". Tale restò fino al 1560, quando si decise di costruire un nuovo municipio.

L'edificio rinascimentale[modifica | modifica wikitesto]

Il cantiere iniziò nel 1561 e venne finanziato con il denaro raccolto per la costruzione delle mura civiche. Infatti L'Aia non era ancora stata dotata di mura e i cittadini fecero una colletta per erigerle. Tuttavia i due borgomastri della città Joost Jacobszoon e Dirck van Alckemade utilizzarono questi fondi per costruirvi il municipio. Fu uno dei primi esempi d'architettura rinascimentale nel Paese, e uno dei più ricchi[1].

L'edificio venne terminato nel 1564-65 e sull'attico della facciata sono le statue della Fede, Speranza, Amore, Fortezza e Giustizia. Alla fine del XVI secolo venne aggiunta la torretta ottagonale dotata di un antico orologio proveniente, forse, dalla casa di città. Il meccanismo venne realizzato, infatti, nel 1493 e la campana suonava quattro volte al giorno: alle 9 e alle 18 per indicare l'inizio e la fine della giornata lavorativa, e alle 12 e alle 13 per la pausa pranzo. L'orologio in seguito venne preso dai Tedeschi, e ora vi è una copia.

Rimaneggiamenti[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio venne saccheggiato durante la Guerra degli Ottant'anni, e l'interno venne riallestito nel 1671 in stile Luigi XIV[1]. Nel 1733[2] l'edificio venne ampliato con la costruzione della grande ala posteriore dall'architetto francese Daniel Marot e decorato con boiserie, stucchi e dipinti in stile Luigi XV.

La facciata sul Groenmarkt venne rifatta nel 1882[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (NL) Sito ufficiale del Governo olandese Archiviato il 2 ottobre 2016 in Internet Archive.
  2. ^ "Olanda", Guida TCI, 1997, pag. 102

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]