Munchkin (gatto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Munchkin
Munchkin cat 2.jpg
Esemplare di munchkin; sono ben visibili le zampe corte
Nomi alternativi
Munchkin, Gatto bassotto, Sausage Cat, Gatto canguro
Informazioni generiche
Luogo origineStati Uniti Stati Uniti
Data origine1944
Naturale
Nuvola apps browser.png
 Razza naturale
RiconoscimentoGftp.svg Razza riconosciuta
DiffusioneNuvola filesystems yellow.png Razza rara
Standard
TICA[riconosciuta standard]
WCF[riconosciuta in sperimentale standard]
AltroCCCA, SSCC, LOOF
Tipo morfologico
Tagliamedio-piccola
Strutturalongilinea
Peloda corto a semilungo

Il gatto bassotto o munchkin è una razza di gatto.

Descrizione generale[modifica | modifica wikitesto]

[1] Il Munchkin è un gatto slanciato e vivace, sa essere veloce e agile, ma il solo modo per apprezzarne queste qualità è conoscerne uno. Proprio come eleganti macchine da corsa, prendono velocità in curva e tendono ad acquattarsi al suolo per tagliare la curva, sebbene siano perfettamente in grado di saltare. Sono gatti che lasciano stupiti chi li vede per la prima volta, a causa delle loro zampe corte; chi non li conosce di persona potrebbe vedere solo un handicap, mentre chi li ha da tempo ha imparato ad amare i suoi momenti di gioia in cui non vede limiti. Tassi, furetti, lontre, procioni e scoiattoli sono solo alcuni degli animali allo stato brado che hanno zampe corte che li aiutano a sopravvivere: alcuni sono scavatori, altri sono scalatori e, nel caso delle lontre, alcuni sono nuotatori, ma le loro zampe corte si sono evolute per arricchire le loro abilità. Bassotti, Bassethound e Cani Corgi sono alcune delle razze canine sviluppate con zampe corte per scopi specifici: i bassotti sono segugi olfattivi e le zampe corte li avvicinano agli odori e li aiutano ad inserirsi nelle tane, mentre i Corgi sono cani da pastore che devono radunare gli animali che hanno in carico, in pochi attimi, attraverso rapidi salti e movimenti rotatori. I munchkin sono esattamente come tutti gli altri gatti, tranne che per le caratteristiche zampe corte, ed hanno un grande amore da offrire ai loro devoti proprietari.

Salute del gatto bassotto[modifica | modifica wikitesto]

[2] In una ricerca scientifica della durata di circa 20 anni, pubblicata nel mese di luglio 2019, condotta da medici veterinari genetisti di Dipartimenti e Università di Missouri, Columbia e California, è stato localizzato un gene di nanismo autosomico dominante felino: un nuovo modello di condrodisplasia. Le conclusioni dello studio genetico argomentano alcune importanti fondamenta scientifiche: il nanismo nei gatti domestici, identificati come Minuet e Munchkin ha un'eredità autosomica dominante che non è correlata ad altre caratteristiche sindromiche.

Sebbene la razza sia controversa a causa della statura, con sospetto di aggiuntivi problemi di salute, gli stessi non sono stati documentati.

Questo studio ha confrontato i gatti Munchkin a gatti Munchkin non standard, pelo corto britannico, Selkirk Rex e Fold Scozzese. Sono stati registrati i Pedigree di sei membri di generazioni, n.195 esemplari in tutto, tra cui n.88 che presentano il fenotipo del nanismo: nei dieci anni successivi di studi, la razza è cresciuta sufficientemente, in popolarità per essere accettata come status di campionato da TICA nel 1994, ma è vietata la registrazione della stessa in molti altri registri per gatti, quindi, sono principalmente allevati negli Stati Uniti.

In quasi 4000 neonati umani che nascono ogni anno, esiste una qualche forma di nanismo, il nanismo sproporzionato costituisce la stragrande maggioranza del nanismo congenito e ha entrambe le modalità di ereditarietà legate al sesso e autosomiche dominanti. Il gene autosomico del nanismo del munchkin non presenta nessun problema di salute noto oltre alle anomalie degli arti (non sono stati identificati varianti associate). Nei cani invece, il retrogene FGF4 è responsabile della condroplasia autosomica recessiva in 19 razze canine nane. Le malattie ortopediche sono comunemente associate alla conformazione della razza canina, ma molto meno alle razze di gatti domestici: la displasia dell'anca è una preoccupazione della razza Maine Coon, l'osteocrondrodisplasia è inerente alla condizione della razza Scottish Fold e l'artrosi, in particolare del gomito, è ora riconosciuta come una condizione comune di tutti i gatti anziani.

Il Manx, che può soffrire di varie condizioni derivanti dall'agenesia vertebrale sacrale e caudale, ha aumentato la preoccupazione per l'accettazione di altre razze di gatti con anomalia della coda, di conseguenza le preoccupazioni relative al benessere che hanno circondato l'accettazione di gatti condrodisplastici come razza riconosciuta. Polemiche riguardo alla salute immediata e a lungo termine del gatto condrodisplastico si concentrano sul potenziale dell'alterazione della deambulazione, artrosi secondaria e malattia del disco intervertebrale, comune a molte razze di cani condrodisplastici. Le deformità biapicali sono comuni nei cani con deformità degli arti, in particolare cani condrodistrofici. Il fattore di crescita dei fibroblasti è fortemente associato alla condrodisplasia autosomica recessiva in almeno 19 razze canine compreso bassotto, corgi e bassethound.

Si raccomanda tuttavia agli allevatori, di non perseguire sulla lotta per le gambe più corte o il corpo più lungo, perché questo, a lungo termine, potrebbe portare ai problemi di salute simili a quelli che affliggono le razze di cani nani. Il gatto più breve documentato si trova a 5,25 pollici (13,34 cm), mentre altre razze di gatti, misurate da terra al garrese, vanno da 8 a 14 pollici (20,32 - 35,56).

La corretta selezione da parte degli allevatori di gatti e il controllo da parte dei giudici di cat show, in definitiva, avranno il giusto equilibrio sulla salute e la qualità della vita di gatti domestici nani.

Questi studi dettagliati che dimostrano la varia morfologia del munchkin, dovrebbe chiarire ulteriormente le preoccupazioni per la deambulazione compromessa e per la secondaria osteoartrite nella razza.

Il fenotipo felino non presenta malattie associate all'acondroplasia. Pertanto, il nanismo felino è strettamente parallelo al fenotipo umano HCH, quindi questo gatto potrà essere un importante modello biomedico per i disturbi condrodistrofici umani e potenzialmente per l'osteoartrosi e per la malattia degenerativa articolare. Il nanismo del gatto, preso come nuovo modello biomedico, potrà aiutare a identificare circa il 30% di HCH in casi umani che non hanno ancora mutazioni associate ai geni.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

[3] Nel 1930 furono identificate ben 4 generazioni di gatti a zampe corte in Inghilterra, che sono state poi trascritte nel Veterinary Record successivamente, se ne parla infatti nel diario di un medico del 1944. Il veterinario descrisse un gatto nero dalle zampe corte che visse per più di 11 anni, senza nessun problema, anzi, generando prole con la stessa peculiarità. Durante la seconda guerra mondiale tuttavia la razza è scomparsa, per poi riemergere a Stalingrado nel 1953, ma solo per un breve momento storico e poi ritornare definitivamente solo nel 1970 in New England. Quando la razza Munchkin è stata formalmente presentata al pubblico, presso il Madison Square Garden, nel 1991, solo alcune persone erano a conoscenza della caratteristiche zampe-corte. [4] Il munchkin è divenuto razza riconosciuta dalla The International Cat Association nel 1955. Più recentemente la World Cat Federation ha ammesso in fase sperimentale il gatto bassotto.

Allevamento[modifica | modifica wikitesto]

[4] Il tratto genetico "a zampe corte" del gatto Munchkin è il risultato di una mutazione genetica naturale e non di una manipolazione da parte dell'uomo. La mutazione genetica della condrodisplasia, è simile al fenotipo dei cani bassotto e dell'uomo, ma i munchkin non sembrano essere più suscettibili a malattie di disturbi dei dischi vertebrali e con l'avanzare dell'età non sviluppano una più alta incidenza di disturbi degenerativi delle articolazioni.

Questi gatti tendono a saltare in alto, tipicamente come un persiano, circa 3/4 piedi, piuttosto che come un gatto europeo. Il dr.Pfluger ha riportato che l'incidenza di anomalie congenite è nello stesso rapporto delle altre razze di gatti.

[3] Gli allevatori scrupolosi di munchkin sono a conoscenza delle possibili complicanze di salute della razza, come ad esempio il "petto piatto", e sono quindi molto selettivi nella selezione dei loro gatti.

Da una ricerca effettuata su internet, sono emerse le linee guida per la "normale" riproduzione di munchkin: 54 cucciolate, 221 cuccioli da ottobre a settembre 2004, il peso medio alla nascita nelle femmine è di 78 g, nei maschi è di 87 g.

Caratteristiche del gatto Munchkin[modifica | modifica wikitesto]

[3] Curiosi e giocherelloni, amano fare scorta dei loro giochi preferiti e sono attratti dai colori sfavillanti, questi simpatici gatti sono davvero affettuosi, mantengono la personalità da gattino quasi fino a tarda età. Vanno d'accordo con gli altri membri della famiglia e animali; questi gatti non sono adatti alla vita all'aperto, ma amano passeggiare al guinzaglio assieme al loro bipede.

Standard di razza[modifica | modifica wikitesto]

La taglia di questo gatto va da piccola (ha avuto il primato come il gatto più piccolo del mondo) a media. L'andatura è descritta come quella di un furetto. La testa ha forma di triangolo equilatero, il muso è sottile, il cranio leggermente tondo, il naso di media lunghezza, il mento solido, le guance ben sviluppate. Le orecchie sono di media lunghezza, larghe alla base, ben dritte. Gli occhi sono grandi, a forma di noce, vispi e vivi.

Esiste sia a pelo semilungo che corto e sono riconosciuti tutti i colori e i disegni.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

[3] Il nome "Munchkin" è stato assegnato a questi gatti in onore del piccolo Norad del fiabesco libro "The Wonderful Wizard of Oz" Il Mago di Oz", di L. Frank Baum, in cui i piccoli protagonisti si sono distinti per la loro allegria e disponibilità.

Un tratto divertente di questo gatto è la capacità di sedere comodamente sulle zampe posteriori, lasciando le anteriori libere di muoversi, usando la coda come supporto d'equilibrio, somigliando sorprendentemente ad un canguro. [4] Kangaroo Cat: nel 1930 i gatti a zampe-corte vennero soprannominati gatti canguro per l'abilità nel balzo, dovuta alla lunghezza delle zampe posteriori, rispetto alle anteriori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Gatti Portale Gatti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di gatti