Multiplexed Optical Data Storage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Mods" rimanda qui. Se stai cercando l'omonima sottocultura giovanile, vedi Mod.

Il Multiplexed Optical Data Storage o MODS è un supporto ottico in fase di sviluppo da parte di una squadra di ricercatori dell'Imperial College di Londra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto è stato presentato in pubblico per la prima volta nell'autunno 2004 e potrebbe diventare uno dei candidati alla successione del Blu-ray Disc e dell'HD DVD, affiancandosi in questa gara a supporti come il DMD.

La caratteristica principale di tale tecnologia è che i solchi con cui vengono codificate le informazioni binarie saranno in grado di riflettere il laser con 332 angolazioni differenti, anziché una sola come nei classici supporti. Costruendo un disco (esteriormente identico ad un CD) a doppio strato e doppia faccia usando tale tecnologia, sarà possibile fargli raggiungere la capienza di ben 1 TB (1 024 GB) di dati e fargli contenere fino a 472 ore di video in qualità DVD (720 × 576 pixel) o 250 000 fotografie ad altissima risoluzione.

Il professor Peter Török, uno dei ricercatori impegnati nel progetto, ha affermato: «Abbiamo concepito questo disco alcuni anni fa ma non avevamo i mezzi per provare che era fattibile. Abbiamo dovuto mettere a punto un metodo specifico per il calcolo delle proprietà della luce riflessa. Utilizziamo un insieme di tecniche digitali e analitiche per trattare in modo rigoroso e non approssimativo la diffusione della luce sulla superficie del disco».

Se il progetto verrà finanziato fino in fondo i MODS saranno pronti per il 2015 e avranno dei costi di produzione in linea con quelli degli odierni DVD.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]