Muhammad bin Abd al-Rahman Al Sa'ud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Muḥammad bin ʿAbd al-Raḥmān Āl Saʿūd
محمد بن عبد الرحمن بن فيصل آل سـعود.jpg
Principe dell'Arabia Saudita
Stemma
Nascita 1882
Morte 25 luglio 1943
Dinastia Dinastia Saudita
Padre Abd al-Rahman bin Faysal Al Sa'ud
Madre Sara bint Jiluwi bin Turki Al Jiluwi
Coniugi Munira bint Abd Allah Al al-Shaykh
Haya bint Sa'd bin Abd al-Muhsin Al Sudayri (div.)
? bint Abd Allah bin Hassan Al al-Shaykh
? bint Sultan bin Humayd (div.)
Halima
Figli Principe Khalid
Principe Fahd
Principe Sa'd
Principe Sa'd
Principessa Nura
Principessa Hasana
Principe Sa'ud
Principessa Haya
Principe Badr
Principe Abd Allah
Principessa Sara
Principe Abd al-Rahman
Principe Salman
Principessa al-Jawhara
Principessa Qumasha
Principessa Hussa
Principe Bandar
Principe Abd al-Aziz
Principessa Hussa
Principessa al-Anud
Principe Faysal
Principessa Shaykha
Principe Fahd
Principessa Mudhawi
Principessa al-Anud
Principessa Munira
Principe Abd al-Rahman
Principessa Nura
Principessa Watfa
Principessa Hila
Principessa ?
Religione Musulmano sunnita
Muḥammad bin ʿAbd al-Raḥmān Āl Saʿūd
محمد بن عبد الرحمن بن فيصل آل سـعود.jpg

Governatore della Provincia della Mecca
Durata mandato 1924 –
1925
Monarca Re Abd al-Aziz
Predecessore Khalid bin Mansour bin Lowaay
Successore Faysal bin Abd al-Aziz Al Sa'ud

Dati generali
Prefisso onorifico sua altezza

Muḥammad bin ʿAbd al-Raḥmān Āl Saʿūd (in arabo: محمد بن عبد الرحمن بن فيصل آل سـعود‎; 188225 luglio 1943) è stato un principe e politico saudita, membro della famiglia reale Āl Saʿūd.[1][2] Era figlio di Abd al-Rahman bin Faysal Al Sa'ud, imam del Secondo Stato Saudita. Fu uno dei primi sostenitori del fratello Abd al-Aziz. Tuttavia quest'ultimo e Muhammad si scontrarono nel tentativo di piazzare i rispettivi figli nella linea di successione al trono. Questo conflitto può aver portato alla morte di Khalid, suo figlio primogenito.[3] In seguito perse ogni potere politico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vi è incertezza per quanto riguarda la sua data di nascita. Alcuni affermano che fosse più vecchio di suo fratello, il futuro re Abd al-Aziz, un fattore importante per le sue ambizioni politiche.

Seguì la sua famiglia nell'esilio in Kuwait, dopo il crollo del Secondo Stato Saudita nel 1891. Nel 1902 guidò con Abd al-Aziz la conquista del forte di Masmak e di Riad.[2] Nel 1920, Muhammad e suo figlio Sa'ud vennero inviati per conquistare la Provincia di Ha'il.[4] Nel 1924, terminato il processo di conquista, venne nominato governatore della Provincia della Mecca.[2] Lasciò l'incarico l'anno successivo.

Il principe morì il 25 luglio 1943.[2]

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Il principe si sposò cinque volte ed ebbe trentuno figli, quattordici maschi e diciassette femmine.

Il suo figlio maggiore, Khalid (1904 - 1938), nel 1934 sposò Noura, l'unica sorella del futuro re Faysal.[5] Khalid rimase ucciso in un incidente stradale presso Al Dahna, sulla strada per il Kuwait.[2] Un altro figlio, Fahd (1904 - ?), sposò Sheikha, figlia di re Abd al-Aziz, e fu governatore della Provincia di al-Qasim.[2]

Uno dei suoi pronipoti, Khalid bin Sa'ud, è un alto funzionario presso il Ministero degli Affari Esteri.[2] La figlia di Khalid bin Sa'ud è sposata con Sa'ud bin Khalid, figlio di Khalid bin Faysal, l'attuale governatore della Provincia della Mecca e figlio del defunto re Faysal.[6] Altri pronipoti sono direttori della Fondazione Re Faysal.[2] Per esempio Bandar bin Sa'ud bin Khalid Al Sa'ud è vice direttore delegato della fondazione.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Royal Family Directory, su www.datarabia.com. URL consultato il 14 dicembre 2016.
  2. ^ a b c d e f g h Sharaf Sabri, The House of Saud in commerce: A study of royal entrepreneurship in Saudi Arabia., New Delhi, I.S. Publications, 2001, ISBN 81-901254-0-0.
  3. ^ James Wynbrandt, "A" Brief History of Saudi Arabia, Infobase Publishing, 2010, p. 182, ISBN 978-0-8160-7876-9. URL consultato il 3 aprile 2013.
  4. ^ Mohammad Zaid Al Kahtani, The Foreign Policy of King Abdulaziz (PDF), University of Leeds, December 2004. URL consultato il 21 luglio 2013.
  5. ^ As'ad AbuKhalil, The Battle for Saudi Arabia. Royalty, fundamentalism and global power, New York City, Seven Stories Press, 2004, ISBN 1-58322-610-9.
  6. ^ (AR) الأمير خالد الفيصل يحتفل بزواج ابنه الأمير سعود من كريمة الأمير خالد بن سعود, in Al Riyadh. URL consultato il 24 marzo 2012.
  7. ^ Statement, King Faisal Foundation. URL consultato il 9 agosto 2012.