Mr. Robot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mr. Robot
Mr. Robot.jpg
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2015 – in produzione
Formato serie TV
Genere thriller, drammatico
Stagioni 3 Modifica su Wikidata
Episodi 32 Modifica su Wikidata
Durata 40-65 min (episodio)
Lingua originale inglese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Sam Esmail
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivo Sam Esmail, Steve Golin, Chad Hamilton
Casa di produzione Universal Cable Productions, Anonymous Content
Prima visione
Prima TV originale
Dal 24 giugno 2015
Al in corso
Rete televisiva USA Network
Distribuzione in italiano
Dal 3 marzo 2016
Al in corso
Distributore Premium Stories (st. 1)
Premium Play (st. 2+)

Mr. Robot è una serie televisiva statunitense di genere drammatico-thriller, creata dallo sceneggiatore Sam Esmail e trasmessa dall'emittente USA Network dal 24 giugno 2015. La serie ha avuto un ottimo seguito di pubblico e ciò ha permesso al produttore, USA Network, di rinnovare la serie con una seconda stagione, che ha debuttato il 13 luglio 2016, e una terza, prevista per l'autunno 2017.[1][2] L'episodio pilota è diretto dal regista di Uomini che odiano le donne, Niels Arden Oplev.

In Italia, la serie è trasmessa sul canale pay della piattaforma Mediaset Premium Stories, su Infinity e su Amazon Video[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Elliot Alderson è un giovane tecnico informatico di New York che lavora come esperto di sicurezza informatica alla ditta Allsafe.[4] Sociofobico, schizofrenico, la mente di Elliot è pesantemente influenzata dai deliri paranoici e dalle allucinazioni che gli causano grossi problemi nel relazionarsi con le persone e lo fanno vivere in un costante stato di ansia e paranoia. Nella vita privata Elliot è uno stalker informatico che tratta le persone come computer da hackerare per scoprirne i segreti più intimi e spesso agendo come una sorta di giustiziere informatico.

Elliot viene avvicinato da Mr. Robot, un misterioso anarchico-insurrezionalista, che intende introdurlo in un gruppo di hacktivisti conosciuti con il nome di fsociety. Il manifesto di fsociety è liberare l'umanità dai debiti con le banche e smascherare i corruttori che stanno distruggendo il mondo. Per convincere il giovane a unirsi alla causa, Mr. Robot dichiara di voler causare il fallimento della potente multinazionale E Corp, ritenuta responsabile di un disastro ambientale che ha causato la morte del padre di Elliot e di altre centinaia di persone. La E Corp, percepita come "Evil Corp" (multinazionale malvagia) dal protagonista, è il cliente principale della Allsafe e per il quale Elliot sarà nominato supervisore della sicurezza informatica.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 10 2015 2016
Seconda stagione 12 2016 2017
Terza stagione 10 2017-2018 2018

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Elliot Alderson (stagione 1-in corso), interpretato da Rami Malek, doppiato da Flavio Aquilone.
    Tecnico informatico che si occupa di sicurezza informatica presso la Allsafe, nei panni di hacker-vigilante afflitto da disturbo di ansia sociale, depressione e schizofrenia il quale si rivolge spesso allo spettatore come interlocutore durante dialoghi introspettivi[5][6].
  • Darlene (stagione 1-in corso), interpretata da Carly Chaikin, doppiata da Alessia Amendola.
    Una degli hacker della fsociety.
  • Angela Moss (stagione 1-in corso), interpretata da Portia Doubleday, doppiata da Elena Perino.
    Amica d'infanzia di Elliot e sua collega alla Allsafe.
  • Tyrell Wellick (stagione 1-in corso), interpretato da Martin Wallström, doppiato da Stefano Crescentini.
    Vice-CTO senza scrupoli della Evil Corp, intenzionato a sfruttare la dote di Elliot a suo vantaggio.
  • Mr. Robot (stagione 1-in corso), interpretato da Christian Slater, doppiato da Christian Iansante.
    Leader del gruppo di hacker fsociety che intende reclutare a tutti i costi Elliot.
  • Phillip Price (ricorrente: stagione 1; regolare: stagione 2-in corso), interpretato da Michael Cristofer.
    Cinico e spietato amministratore delegato della Evil Corp.
  • Joanna Wellick (ricorrente: stagione 1; regolare: stagione 2-3), interpretata da Stephanie Corneliussen, doppiata da Chiara Gioncardi.
    Moglie e consigliera senza scrupoli di Tyrell per la scalata al potere della Evil Corp.
  • Dominique "Dom" DiPierro (stagione 2-in corso), interpretata da Grace Gummer, doppiata da Domitilla D'Amico.
    Agente dell'FBI che indaga sull'attacco hacker della Evil Corp.
  • Whiterose/Zhang (ricorrente: stagioni 1-2; regolare: stagione 3-in corso), interpretato da BD Wong, doppiato da Marco Guadagno.
    Enigmatico leader del gruppo hacker Dark Army.
  • Irving (stagione 3-in corso), interpretato da Bobby Cannavale.
    Venditore di auto usate.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Gideon Goddard (stagioni 1-2), interpretato da Michael Gill, doppiato da Angelo Maggi.
    Amministratore della AllSafe, ha accolto Elliot nella sua società con benevolenza nonostante i suoi disturbi mentali.
  • Krista Gordon (stagione 1-in corso), interpretata da Gloria Reuben, doppiata da Barbara Castracane.
    Psicanalista di Elliot.
  • Shayla Nico (stagione 1), interpretata da Frankie Shaw, doppiata da Erica Necci.
    Fidanzata e spacciatrice di morfina di Elliot.
  • Terry Colby (stagione 1-in corso), interpretato da Bruce Altman, doppiato da Roberto Chevalier.
    Direttore tecnico della Evil Corp, ritenuto tra i principali responsabili del disastro ambientale in cui hanno perso la vita il padre di Elliot e la madre di Angela.
  • Oliver "Ollie" Parker (stagione 1-in corso), interpretato da Ben Rappaport, doppiato da David Chevalier.
    Fidanzato di Angela Moss e impiegato della Allsafe.
  • Lloyd Chung (stagioni 1-2), interpretato da Aaron Takahashi, doppiato da Leonardo Graziano.
    Collega di Elliot.
  • Leslie Romero (stagioni 1-2), interpretato da Ron Cephas Jones, doppiato da Paolo Marchese.
    Hacker della fsociety molto scettico riguardo a Elliot.
  • Sunil Markesh/Mobley (stagione 1-in corso), interpretato da Azhar Khan, doppiato da Alessandro Quarta.
    Membro della fsociety.
  • Shama Biswas/Trenton (stagione 1-in corso), interpretata da Sunita Mani, doppiata da Sara Ferranti.
    Membro della fsociety.
  • Francis Shaw/Cisco (stagioni 1-2), interpretato da Michael Drayer, doppiato da Daniele Giuliani.
    Ex fidanzato di Darlene e collaboratore del gruppo terrorista informatico cinese Dark Army.
  • Fernando Vera (stagione 1), interpretato da Elliot Villar, doppiato da Davide Lepore.
    Spacciatore di droga e farmaci anti-astinenza per Elliot. Ha una visione distorta della realtà ed è ossessionato da Shayla.
  • Sharon Knowles (stagione 1), interpretata da Michele Hicks, doppiata da Daniela Calò.
    Moglie di Scott Knowles.
  • Scott Knowles (stagione 1-in corso), interpretato da Brian Stokes Mitchell.
    Successore di Terry Colby alla carica di direttore tecnico della Evil Corp e rivale di Tyrell.
  • Antara Nayar (stagione 1-in corso), interpretata da Sakina Jaffrey.
    Avvocatessa che accompagna Angela nella lotta contro Terry Colby.
  • Leon (stagione 2-in corso), interpretato da Joey Badass, doppiato da Manuel Meli.
    Nuovo amico di Elliot, residente nel suo "vicinato".
  • Derek (stagione 2-in corso), interpretato da Chris Conroy, doppiato da Marco Vivio.
    Un ragazzo conoscente di Joinno.
  • Ray (stagione 2-in corso), interpretato da Craig Robinson, doppiato da Franco Mannella.
    Altro uomo del "vicinato" di Elliot che gli offre aiuto.
  • Susan Jacobs (stagione 2), interpretata da Sandrine Holt, doppiata da Federica De Bortoli.
    Consulente generale della Evil Corp.
  • Lone Star (stagione 2-in corso), interpretato da Michael Maize.
    Un uomo alle dipendenze di Ray.
  • Nell Romero (stagione 2-in corso), interpretata da Dorothi Fox.
    L'ossessiva e puntigliosa madre di Romero.
  • RT (stagione 2), interpretato da Luke Robertson.
    Un ex-impiegato di Ray conosciuto per le sue IT skills.
  • Norm (stagione 3), interpretato da Rizwan Manji.
    Nuovo partner di Dom nelle indagini dell'hack 5/9.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio pilota è stato distribuito in anteprima il 27 maggio 2015 attraverso varie piattaforme di video on demand[7], ricevendo un ottimo responso dalla critica e dal pubblico, tanto da spingere USA Network a rinnovare la serie per una seconda stagione prima del debutto televisivo, avvenuto il 24 giugno 2015[8]. La seconda stagione ha debuttato il 13 luglio 2016[2][9], preceduta da un'anteprima del primo episodio distribuita online due giorni prima.[10] Il 16 agosto 2016 la serie è stata rinnovata per una terza stagione.[11].

In Italia, la prima stagione è trasmessa a pagamento sul canale Premium Stories della piattaforma Mediaset Premium partire dal 3 marzo 2016 [12], e gratuitamente su Italia 1 a partire dal 15 novembre 2016[13].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata accolta da un'acclamazione della critica; l'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes, ha assegnato un indice di gradimento del 96%, riassumendo il consenso dei critici con il giudizio: «Mr. Robot è un cyber-thriller pieno di suspense, con storie attuali e una premessa intrigante e provocatoria»[1].

Alcune recensioni, come quella di Wired.it, l'hanno definita un "capolavoro", pur con le sue "incertezze e titubanze" nella narrazione che contribuiscono tuttavia a mantenere alta l'attenzione dello spettatore[14]. Secondo Merrill Barr di Forbes il pilot è uno dei migliori che si sia visto negli ultimi anni, raggiungendo lo stesso livello di prodotti "premium" tipici di network come HBO o AMC[15]. Per Frances Roberts di Den of Geek! è «l'erede spirituale di Fight Club»[16].

Stagione 2[modifica | modifica wikitesto]

Anche la seconda stagione è stata ben accolta dalla critica. Su Rotten Tomatoes, ha un indice di gradimento del 94%, sulla base di 32 recensioni, con un voto medio di 8,1/10. Su Metacritic ha un punteggio di 81 su 100, basato su 28 recensioni, e che lo definisce "successo mondiale"[17].

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

USA Network stimò che l'anteprima del pilot distribuita online sulle varie piattaforme abbia totalizzato oltre 2,7 milioni di visualizzazioni[18].

Il 24 giugno 2015 il primo episodio fu seguito da circa 1,75 milioni di telespettatori, pari ad un rating del 0,5% nella fascia di riferimento 18-49 anni[19]; contando anche le visioni nel corso della settimana seguente l'audience complessiva raggiunse i 3,09 milioni di spettatori[20].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Opere correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mr. Robot_dec0d3d.doc[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 giugno 2016 è andato in onda negli Stati Uniti uno speciale di un'ora intitolato Mr. Robot_dec0d3d.doc che esplora l'autenticità e l'impatto sociale della serie, con un'anticipazione della seconda stagione. Sono presenti anche interviste al cast e ai membri della troupe, nonché ad esperti e giornalisti in materia di hacking e sicurezza informatica. La sua prima messa in onda è stata seguita da 780.000 spettatori circa[24].

Hacking Robot[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di giugno 2016, USA Network ha annunciato Hacking Robot, un "aftershow" (un talk show dedicato al programma appena andato in onda) dal vivo presentato da Andy Greenwald.[25] La prima puntata di Hacking Robot è stato trasmesso subito dopo il primo episodio della seconda stagione, con ospiti Sam Esmail, Rami Malek, Christian Slater, Carly Chaikin e Portia Doubleday, ed è stato seguito da circa 376.000 spettatori[26]. La seconda puntata è andata in onda il 7 settembre 2016, dopo il decimo episodio della seconda stagione[27].

Land of Ecodelia - Videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nell'undicesima puntata della seconda stagione è presente un gioco per Commodore 64 chiamato Land of Ecodelia, consistente in una serie di domande a cui Angela risponde. USA Network ha realizzato una versione del gioco online gratuita emulando la richiamata console di gioco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Mr. Robot: Season 1, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc.. URL consultato il 28 agosto 2015.
  2. ^ a b Rebecca Iannucci, Mr. Robot Gets Season 2 Premiere Date, tvline.com, 20 aprile 2016. URL consultato il 20 aprile 2016.
  3. ^ (EN) Mr. Robot Now Streaming Exclusively on Amazon Prime, in pastemagazine.com. URL consultato il 23 giugno 2017.
  4. ^ (EN) Mr.Robot - Elliot Alderson, in usanetwork.com. URL consultato il 18 ottobre 2017.
  5. ^ (EN) Eliana Dockterman, Mr. Robot: the antidote to True Detective blues, in TIME, vol. 186, nº 8, 31 agosto 2015, p. 53.
  6. ^ (EN) Elliot Alderson played by Rami Malek, su usanetwork.com, NBCUniversal, Inc.. URL consultato il 28 agosto 2015.
  7. ^ (EN) Jason Lynch, USA Will Debut Mr. Robot Early on Almost Every Digital Platform, in Adweek, 4 maggio 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  8. ^ (EN) Nellie Andreeva, 'Mr. Robot' Gets Second Season Pickup By USA Ahead Of Series Premiere, in Deadline, Penske Media Corporation, 24 giugno 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  9. ^ (EN) Julia Alexander, Mr. Robot returning this summer, details about second season revealed, in polygon.com, 15 gennaio 2016. URL consultato il 20 aprile 2016.
  10. ^ Mr. Robot è tornato, wired.it, 12 luglio 2016. URL consultato il 12 luglio 2016.
  11. ^ Mr. Robot: USA Network rinnova la serie per una terza stagione, in BadTv.it, 16 agosto 2016. URL consultato il 16 agosto 2016.
  12. ^ Calendario serie TV Mediaset, in mediaset.it. URL consultato il 7 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2016).
  13. ^ “Mr. Robot” sta arrivando…, mediaset.it.
  14. ^ Gianmaria Tammaro, Perché Mr. Robot è una serie tv capolavoro, in Wired.it, Edizioni Condé Nast, 27 agosto 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  15. ^ (EN) Merrill Barr, 'Mr. Robot' Review: The Best Show Of The Summer And On Track To Be A Modern Classic, in Forbes, 27 maggio 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  16. ^ (EN) Frances Roberts, Why Mr. Robot Is Fight Club’s Spiritual Successor, in Den of Geek!, 13 luglio 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  17. ^ TV Review: ‘Mr. Robot,’ Season 2, variety.com.
  18. ^ (EN) Sara Bibel, 'Mr. Robot' Renewed for Season 2 by USA Ahead of its Series Premiere, in TV by the Numbers, Tribune Digital Ventures, 24 giugno 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  19. ^ (EN) Sara Bibel, Wednesday Cable Ratings: 'Duck Dynasty' Wins Night, 'Suits', 'The Game', 'Mr. Robot', 'Baby Daddy' & More, in TV by the Numbers, Tribune Digital Ventures, 25 giugno 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  20. ^ (EN) Sara Bibel, 'True Detective' & 'Duck Dynasty' Lead Adults 18-49 Gains, 'Defiance' & 'Salem' Top Percentage Increases & 'Rizzoli & Isles' Rises Most in Viewers in Live +7 Cable Ratings for Week Ending June 28, in TV by the Numbers, Tribune Digital Ventures, 13 luglio 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  21. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, Critics' Choice Awards: TV Winners Include "Fargo", "Mr. Robot", "Master of None", Rachel Bloom and Carrie Coon, tvline.com, 17 gennaio 2016. URL consultato il 19 gennaio 2016.
  22. ^ Golden Globes, tutti i vincitori, su wired.it, 11 gennaio 2016. URL consultato l'11 gennaio 2016.
  23. ^ (EN) CURRENT NOMINEES, Satellite Awards. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  24. ^ (EN) UPDATED: SHOWBUZZDAILY’s Top 150 Monday Cable Originals & Network Finals: 6.20.2016, in Showbuzz Daily, 21 giugno 2016.
  25. ^ (EN) Denise Petski, ‘Mr. Robot’ Season 2 Gets More Episodes; Andy Greenwald To Host Live Aftershow – Update, in Deadline, 8 luglio 2016. URL consultato l'8 settembre 2016.
  26. ^ (EN) UPDATED: SHOWBUZZDAILY’s Top 150 Wednesday Cable Originals & Network Finals: 7.13.2016, in Showbuzz Daily, 14 luglio 2016.
  27. ^ (EN) USA and The Verge Team Up for a Weekly Live Digital Mr. Robot Aftershow, in Adweek, 11 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione