Mottalciata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mottalciata
comune
Mottalciata – Stemma Mottalciata – Bandiera
Mottalciata – Veduta
Panorama con il castello-ricetto
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Biella-Stemma.svg Biella
Amministrazione
SindacoRoberto Vanzi (lista civica Insieme per Mottalciata) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate45°29′N 8°16′E / 45.483333°N 8.266667°E45.483333; 8.266667 (Mottalciata)
Altitudine203 m s.l.m.
Superficie18,39 km²
Abitanti1 321[1] (31-12-2021)
Densità71,83 ab./km²
Comuni confinantiBenna, Buronzo (VC), Castelletto Cervo, Cossato, Gifflenga, Lessona, Massazza, Villanova Biellese
Altre informazioni
Cod. postale13874
Prefisso0161
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT096037
Cod. catastaleF776
TargaBI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 568 GG[3]
Nome abitantimottalciatesi
PatronoNostra Signora del Monte Carmelo
Giorno festivo16 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Mottalciata
Mottalciata
Mottalciata – Mappa
Sito istituzionale

Mottalciata (La Mòta dj'Alcià in piemontese) è un comune italiano di 1 321 abitanti della provincia di Biella in Piemonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Eccidio di Mottalciata.
La chiesa di San Vincenzo

Il territorio di Mottalciata, presumibilmente sede di un villaggio pre-celtico, fu sicuramente abitato ai tempi dell'impero romano, come prova una piccola ara funeraria attribuibile al II secolo ed oggi conservata nel museo del territorio biellese. [4]

Il 17 maggio 1944, presso il cimitero di San Vincenzo, i militi repubblichini della Legione Tagliamento fucilarono diciassette garibaldini[5]. I partigiani, tutti appartenenti ai distaccamenti "Bandiera" e "Piave", erano stati catturati grazie ad una spia che la sera prima li aveva narcotizzati.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

«D'azzurro, caricato in capo da una stella d'argento (8), con petali di giglio pure d'argento posti fra i raggi, sotto la stella un lambello d'oro, con cinque pendenti, seguito da tre fasce d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.»

(D.P.R. del 26 febbraio 1982)

Riprende il blasone della famiglia vercellese degli Alciati (fasciato d'azzurro e argento) che furono signori di Mottalciata.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Riserva naturale orientata delle Baragge
  • Chiesa della Madonna del Carmine
  • Chiesa di San Vincenzo, risalente al XII secolo e quasi del tutto rifatta nel Settecento. Il campanile invece è tuttora quello originario, risalente probabilmente al XII secolo e costruito in stile romanico.
  • Chiesa di San Silvestro (sec. XVIII)[6]
  • Castello-ricetto, collocato sull'altura al di sopra dell'attuale centro comunale e risalente al Trecento.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1890 e il 1933 Mottalciata fu servita dalla tranvia Vercelli-Biella.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Emanuela Cattaneo Perona lista civica Sindaco
2009 2014 Roberto Vanzi lista civica Insieme per Mottalciata Sindaco
2014 in carica Roberto Vanzi lista civica Insieme per Mottalciata[8] Sindaco II mandato

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Mottalciata fa parte dell'unione di comuni "Colline e Rive del Cervo" che comprende i Comuni di Quaregna e Cerreto Castello.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Il gonfalone
  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Gabriella Giovannacci Amodeo, Nuova guida di Biella e Provincia, Libreria Vittorio Giovannacci, Biella, 1994, pp. 272-273.
  5. ^ Cimitero di San Vincenzo, Mottalciata, 17.05.1944, su straginazifasciste.it, Atlante delle Stragi Naziste e Fasciste in Italia.
  6. ^ Comune di Mottalciata, Chiesa di San Silvestro (Sec. XVIII), su comune.mottalciata.bi.it.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Comune di Mottalciata - Liste e risultati, La Repubblica,www.repubblica.it (consultato nel settembre 2014)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte