Mother Jones (periodico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mother Jones
Logo
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Linguainglese
Genereperiodico
Fondazione1976
EditoreFoundation for National Progress
ISSN0362-8841 (WC · ACNP) e 2169-7396 (WC · ACNP)
Sito webwww.motherjones.com/, books.google.com/books?id=ffwxAQAAIAAJ e books.google.com/books?id=xfsxAQAAIAAJ
 

Mother Jones (abbreviato MoJo) è un periodico statunitense che si concentra su notizie, commenti e rapporti investigativi su argomenti come la politica, l'ambiente, i diritti umani e la cultura.

La sua inclinazione politica è variamente descritta come liberale o progressista.[1][2]

Clara Jeffery è caporedattore del periodico. Steve Katz è l'editore dal 2010; Monika Bauerlein è CEO dal 2015.[3][4][5] Mother Jones è pubblicato da The Foundation for National Progress.

Il periodico prende il nome da Mary Harris Jones, nota come Mother Jones, un'attivista sindacale irlandese-americana, sostenitrice del socialismo e ardente oppositore del lavoro minorile.[6]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zachary Roth, Mother Jones Lures David Corn From The Nation, su Observer, 3 ottobre 2007. URL consultato il 27 ottobre 2018.
  2. ^ (EN) Alison Dagnes, Negative Objectives: The Right-Wing Media Circle and Everyone Else, in Alison Dagnes (a cura di), Super Mad at Everything All the Time: Political Media and Our National Anger, Springer International Publishing, 2019, p. 178, DOI:10.1007/978-3-030-06131-9_5, ISBN 978-3-030-06131-9. URL consultato il 22 giugno 2019.
  3. ^ Here Are The 5 Most Liberal And Conservative Media Twitter Feeds, su businessinsider.com. URL consultato il 10 settembre 2016.
  4. ^ (EN) Mother Jones Lures David Corn From The Nation, su observer.com, 3 ottobre 2007. URL consultato il 10 settembre 2016.
  5. ^ Mother Jones names Monika Bauerlein Chief Executive Officer; Clara Jeffery, Editor-in-Chief, in Mother Jones. URL consultato il 16 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2015).
  6. ^ Archived copy, su lkwdpl.org. URL consultato il 6 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]