Moschops

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Moschops
Moschops11DB.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Synapsida
Ordine Therapsida
Sottordine Dinocephalia
Famiglia Tapinocephalidae
Genere Moschops
Specie
  • M. capensis
  • M. koupensis

Il moscops (gen. Moschops) era un grande tetrapode vissuto nel Permiano superiore (circa 250 milioni di anni fa), i cui resti fossili sono stati rinvenuti in Sudafrica.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Moschops capensis, American Museum of Natural History, New York

L'aspetto di questo animale era davvero imponente: lungo fino a 5 metri, il moscope era dotato di un corpo robusto e alto, sorretto da corte e forti zampe. Quelle anteriori, in particolare, assomigliavano a pilastri ed erano posizionate leggermente al di fuori del corpo. Le zampe posteriori erano più corte, e così la coda. La testa, tenuta sollevata rispetto al corpo, era decisamente particolare: alto e robusto, era dotato di una volta cranica poderosa. In alcuni punti l'osso pieno poteva raggiungere i 10 centimetri di spessore. La dentatura era costituita da robusti denti a scalpello posti anteriormente, mentre i denti posteriori erano più piccoli e caratterizzavano il moscope come un animale erbivoro.

Stile di vita[modifica | modifica sorgente]

I moscops, il cui nome significa "aspetto di vitello", erano tra i più grandi vertebrati terrestri della loro era; vagavano per le pianure del Karroo nutrendosi di fogliame che strappavano con i loro robusti denti a scalpello. Probabilmente la volta cranica ispessita veniva usata in scontri intraspecifici "testa contro testa", come gli attuali bighorn (Ovis canadensis). Anche alcuni dinosauri (i pachicefalosauri) avevano forse un simile comportamento. Il Sudafrica, all'epoca, era abitato da molti animali simili al moscope, di abitudini carnivore o erbivore, anch'essi facenti parte del gruppo dei dinocefali.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Il moscops è un tipico rappresentante dei terapsidi (gli antenati dei mammiferi), e in particolare del gruppo dei dinocefali ("teste terribili"). La famiglia a cui appartiene il moscope è quella dei tapinocefalidi, che raggruppava forme erbivore dai crani eccezionalmente spessi. Di questo animale erano note due specie, Moschops capensis e M. koupensis; è possibile, tuttavia, che queste specie rappresentassero maschio e femmina di una sola specie. In Russia, più o meno nello stesso periodo, viveva Ulemosaurus, un essere molto simile al moscope, mentre in Sudafrica viveva Riebeeckosaurus, di dimensioni minori.

Cranio di Moschops capensis

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Una ricostruzione di moscops è presente nel Parco della Preistoria di Rivolta d'Adda.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • R. Broom. 1913. A revision of the reptiles of the Karroo. Annals of the South African Museum 7(6):361-366
  • Gregory, WT (1926), The skeleton of Moschops capensis Broom, a dinocephalian reptile from the Permian of South Africa. Bull. Amer. Mus. Nat. Hist. 56: 179-251.
  • Boonstra, LD (1963), Diversity within the South African Dinocephalia. S. Afr. J. Sci. 59: 196-206.
  • Cox, B, RJG Savage, B Gardiner & D Dixon (1988), Collins Illustrated Encyclopedia of Dinosaurs and Prehistoric Animals. Collins Publishers Aus. 312 pp.
rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili