Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Moschea di Hassan II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moschea di Hassan II
StatoMarocco Marocco
LocalitàFlag of Casablanca province (1976-1997).svg Casablanca
ReligioneIslam
ArchitettoMichel Pinseau
Stile architettonicomoschea
Inizio costruzione1986
Completamento1993

Coordinate: 33°36′28.31″N 7°37′58.18″W / 33.607864°N 7.632828°W33.607864; -7.632828

La moschea di Hassan II (in arabo: مسجد الحسن الثاني‎) di Casablanca, in Marocco, edificata per volontà del sovrano Hassan II e inaugurata nel 1993, è la moschea più grande del Marocco e per dimensioni la terza moschea al mondo (dopo la Masjid al-Haram della Mecca e la moschea del Profeta di Medina).

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

Progettata dall'architetto francese Michel Pinseau e costruita da Bouygues[1], sorge su una lingua di terra prospiciente l'Atlantico e può contenere 25.000 fedeli; altre 80.000 persone possono essere ospitate nel cortile. Sulla cima del minareto della moschea, il più alto del mondo con i suoi 210 metri[2][3], è montato un faro con un laser puntato verso La Mecca.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bouygues website: Hassan II Mosque Archiviato il 5 dicembre 2008 in Internet Archive.
  2. ^ (EN) Sito Sacred-destinations
  3. ^ (EN) Kingfisher Geography encyclopedia. ISBN 1-85613-582-9. Pag. 137

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN124775627