Morte da ventilatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ventilatori coreani, dove esiste tale credenza

La morte da ventilatore è una leggenda metropolitana originatasi nella Corea del Sud e diffusa in altri paesi dell'Estremo Oriente.

Descrizione dei fatti[modifica | modifica wikitesto]

La superstizione vuole che un ventilatore elettrico, se lasciato in funzione di notte in una stanza chiusa, possa provocare la morte delle persone che vi si trovano all'interno. Questa leggenda è così diffusa che alcuni ventilatori venduti in Corea del Sud sono forniti di un controllo a tempo che spegne il ventilatore dopo un certo numero di minuti e di istruzioni che mettono in guardia dall'uso notturno dell'elettrodomestico.

Ogni estate in Corea del Sud i giornali danno molto risalto alle numerose morti dovute −affermano− ai ventilatori lasciati inavvertitamente in funzione durante il sonno.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Beware of Summer Hazards!, Korea Consumer Protection Board (KCPB), 18 luglio 2006. URL consultato il 17 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Corea del Sud Portale Corea del Sud: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Corea del Sud