Morris CS9

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Morris CS9/LAC
IWM-O-594-crop-Morris-CS9-Villiers-St-Simon-19390929.jpg
Una Morris CS9 del 12th Royal Lancers in Francia nel 1939
Descrizione
Tipoautoblindo
Equipaggio4
CostruttoreMorris Commercial Cars
Data primo collaudo1936
Data entrata in servizio1938
Data ritiro dal servizio1941
Utilizzatore principaleRegno Unito Regno Unito
Sviluppato dalMorris CS8
Dimensioni e peso
Lunghezza4,77 m
Larghezza2,05 m
Altezza2,13 m
Peso4,5 t
Propulsione e tecnica
MotoreMorris 6 cilindri a benzina
Potenza96 hp
Rapporto peso/potenza21,3
Trazione4×2
Prestazioni
Velocità73
Autonomia385
Armamento e corazzatura
Armamento primario1 fucile anticarro Boys da 13,97 mm
Armamento secondario1 mitragliatrice Bren da .303 British
Corazzatura7 mm
voci di autoblindo presenti su Wikipedia

La Morris CS9/LAC era un veicolo blindato prodotto per le forze armate britanniche durante la seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il veicolo utilizzava il telaio, allungato, dell'autocarro Morris CS8 4×2 da 15 cwt, sul quale veniva montato uno scafo corazzato dotato di una torretta a due posti a cielo aperto. Nella torretta prendevano posto il capomacchina ed il cannoniere, mentre conduttore ed operatore radio erano nello scafo.

Le piastre corazzate erano unite con dei rivetti e l'armamento principale era costituito dal fucile anticarro Boys, da una mitragliatrice Bren e da uno sparginebbia montato tra le due armi. L'impianto radio era del tipo N° 19. Il cambio era a quattro rapporti e la CS9 era dotata di freni indraulici sulle quattro ruote.

Il prototipo fu sottoposto a prove nel 1936 e, compreso il prototipo, ne furono ordinati 100 esemplari. Le prime consegne iniziarono nel 1938.

Il veicolo fu impiegato dal 12th Royal Lancers durante la campagna di Francia. I 38 esemplari di cui disponeva questa unità furono tutti distrutti o abbandonati. L'11th Hussars ne impiegò trenta esemplari durante la campagna del Nord Africa. Questi veicoli erano dotati di pneumatici da deserto e rivelarono di avere buone prestazioni su questo tipo di terreno.

Invece sia la corazzatura che l'armamento si dimostrarono insufficienti e le autoblindo Morris cominciarono a venire ritirate a partire dal 1941.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., (1976), Storia dei mezzi corazzati. Tecnologie-profili-battaglie. I primi anni di guerra: 1940-1943, Fratelli Fabbri editori, Milano
  • Forty,G., (1996), World War Two Armoured Fighting Vehicles and Self-Propelled Artillery, Osprey Publishing, ISBN 1-85532-582-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]