Morgan Wallen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Morgan Wallen
Morgan Wallen.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereCountry
Periodo di attività musicale2014 – in attività
EtichettaPanacea, Big Loud, Republic
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Morgan Cole Wallen (Sneedville, 13 maggio 1993) è un cantautore statunitense. Dopo una falsa partenza nel talent show The Voice, in cui non è riuscito ad accedere nella fase finale del programma, l'artista ha successivamente trovato il suo spazio nel panorama country e pubblicato 2 album e svariati singoli, ottenendo numerose certificazioni nel mercato americano.[1] Il suo secondo album Dangerous: The Double Album ha raggiunto la vetta della Billboard 200 e l'ha mantenuta per 10 settimane consecutive.[2] nel febbraio 2021 l'artista è stato tuttavia licenziato dalla propria etichetta in seguito ad uno scandalo mediatico,[3] conservando tuttavia consensi da parte di pubblico e critica.[2][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 Wallen debutta come cantante prendendo parte alla sesta edizione del talent show The Voice. Inizialmente inserito nel team di Usher e successivamente passato a quello di Adam Levine, Wallen viene eliminato dalla gara nella fase dei playoff.[5] Durante il programma entra in contatto con i produttori Sergio Sanchez e Atom Smas, che lo introducono alla Panacea Records.[6] Nel 2015 firma un contratto con tale etichetta e pubblica il suo singolo di debutto Stand Alone.[6] Archiviata la parentesi con tale etichetta firma con la Big Loud, con la quale pubblica il suo singolo di debutto The Way I Talk nel 2016, che ottiene un buon successo in USA ottenendo una certificazione platino.[7]

Nel 2017 collabora col noto duo country Florida Georgia Line nel brano Up Down: il brano gli consente di entrare per la prima volta nella Billboard Hot 100 e viene certificato due volte platino in USA.[7][8] L'anno successivo pubblica il singolo Whiskey Glasses, che ottiene un successo ancora maggiore entrando nella top 20 della Billboard Hot 100 e ottenendo 4 certificazioni platino in USA.[7][8] In seguito a tale successo l'artista ha modo di pubblicare il suo album di debutto If I Know Me, che raggiunge la vetta di entrambe le classifiche Billboard relative agli album country e la numero 13 nella Billboard 200.[8] La promozione del disco termina soltanto nel 2019 con il lancio del quarto singolo Chasin You, che raggiunge la numero 16 della Billboard Hot 100 e viene certificato 2 volte platino in USA.[7][8] Sempre nel 2019 collabora con Diplo nel singolo Heartless.[9]

Nel 2019 pubblica i singoli promozionali Cover Me Up e This Bar, che anticipano la pubblicazione del suo secondo progetto discografico. Nel 2020 pubblica i primi due singoli ufficiali dal suo secondo album, More Than My Hometown e 7 Summers, che raggiungono rispettivamente la numero 15 e la numero 6 della Billboard Hot 100.[8] Nella prima settimana del 2021 pubblica il suo secondo album Dangerous: The Double Album, che raggiunge la numero 1 della Billboard 200 e la mantiene per diverse settimane.[8] Il 29 gennaio 2021 pubblica una versione estesa dell'album, che include in tutto 33 canzoni.[10] L'album resta per dieci settimane alla vetta della classifica statunitense, risultato che non veniva raggiunto dal 2016 da nessun artista.[2][3]

Tra 2021 e 2022 continuano a venire estratti singoli ufficiali e promozionali da Dangerous: con tre di essi (Wasted on You, Don't Think Jesus e You Proof) l'artista raggiunge la top 3 della Billboard Hot 100.[8] Sempre nel 2022 Dangerous viene premiato come album dell'anno durante gli Academy of Country Music Awards.[4]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 febbraio 2021, dopo che un video in cui Wallen utilizzava insulti razzisti è stato reso pubblico,[11] il suo contratto discografico con la Big Loud e la Republic Records è stato cancellato indefinitamente.[12] Allo stesso modo alcuni importanti media come iHeartRadio e CMT hanno annunciato il ban definitivo dell'artista dalle loro piattaforme.[3]

Nel maggio 2020 l'artista è stato arrestato a Nashville per disturbo della quiete pubblica.[13] Ha successivamente chiesto scusa pubblicamente.[14] Nell'ottobre 2020, in piena pandemia di COVID-19, è stato diffuso un video online che mostrava l'artista all'interno di una festa senza mascherina, violando dunque tutte le norme previste per il contenimento dell'infezione.[15] Per questa ragione, la sua performance al Saturday Night Live prevista per la settimana successiva è stata posticipata a dicembre: la produzione del programma ha preferito rimandare la sua partecipazione per via del rischio sanitario comportato dalla violazione delle norme anti covid.[16]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Stand Alone

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 – The Way I Talk
  • 2017 – Up Down (feat. Florida Georgia Line)
  • 2018 – Whiskey Glasses
  • 2019 – Chasin' You
  • 2020 – More Than My Hometown
  • 2020 – 7 Summers
  • 2021 – Sand in My Boots
  • 2022 – Wasted on You

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Boot Kickin' Mayhem, Morgan Wallen Notches Four New RIAA Certifications Including For 4X Multi-Platinum Single “Chasin’ You”, su Music Mayhem Magazine, 11 novembre 2020. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  2. ^ a b c (EN) Keith Caulfield, Morgan Wallen's 'Dangerous' Spends 10th Week at No. 1 on Billboard 200 Chart, su Billboard, 21 marzo 2021. URL consultato il 23 marzo 2021.
  3. ^ a b c (EN) Andrew Limbong, Country Star Morgan Wallen Suspended By Label, Dropped By Radio, CMT After Using Slur, su npr.org, 3 febbraio 2021. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  4. ^ a b (EN) Morgan Wallen wins Academy of Country Music award after racism controversy, in BBC News, 8 marzo 2022. URL consultato il 23 maggio 2022.
  5. ^ (EN) Jim Casey, Who’s New: Morgan Wallen | Nash Country Daily, su web.archive.org, 24 aprile 2017. URL consultato il 29 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2017).
  6. ^ a b (EN) Morgan Wallen, su Carolina Country Music Fest. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  7. ^ a b c d (EN) Gold & Platinum, su RIAA. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  8. ^ a b c d e f g (EN) Morgan Wallen, su Billboard. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  9. ^ (EN) Shakiel Mahjouri, Diplo And Morgan Wallen Go Country In ‘Heartless’ Collaboration, su ET Canada, 16 agosto 2019. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  10. ^ (EN) Morgan Wallen returns with three more bonus tracks to 'Dangerous: The Double Album' - Music News - ABC News Radio, su abcnewsradioonline.com. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  11. ^ (EN) Liz Calvario, Morgan Wallen Apologizes for Using the N-Word After Night Out, su Entertainment Tonight, 2 febbraio 2021. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  12. ^ (EN) BigLoud, In the wake of recent events, Big Loud Records has made the decision to suspend Morgan Wallen's recording contract indefinitely (Tweet), su Twitter, 3 febbraio 2021. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  13. ^ (EN) Blake Summers, Content Producer, Country music artist arrested in Downtown Nashville, su wsmv.com. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  14. ^ (EN) Sterling Whitaker, JUST IN: Morgan Wallen Apologizes After Drunk and Disorderly Arrest, su Taste of Country. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  15. ^ (EN) Elaine Low, Morgan Wallen Under Scrutiny for Maskless Partying Ahead of ‘SNL’ Appearance, su Variety, 7 ottobre 2020. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  16. ^ (EN) SNL and Morgan Wallen Joke About How He Was Previously Disinvited for Breaking COVID-19 Protocols, su PEOPLE.com. URL consultato il 29 gennaio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4843156919257154970002 · ISNI (EN0000 0004 6731 6966 · WorldCat Identities (ENlccn-no2019135381