Morcella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morcella
frazione
Morcella – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Comune Marsciano-Stemma.png Marsciano
Territorio
Coordinate 42°56′09.78″N 12°18′25.42″E / 42.93605°N 12.30706°E42.93605; 12.30706 (Morcella)Coordinate: 42°56′09.78″N 12°18′25.42″E / 42.93605°N 12.30706°E42.93605; 12.30706 (Morcella)
Altitudine 221 m s.l.m.
Superficie 7 km²
Abitanti 274 (2017)
Densità 39,14 ab./km²
Sottodivisioni Santa Croce,San Fortunato,Vocabolo Montefreddo 1°,Vocabolo Lame e Vocabolo Giardini
Frazioni confinanti Compignano, Migliano (Marsciano), Poggio Aquilone, Civitella dei Conti, Cerqueto
Altre informazioni
Lingue Italiano
Fuso orario UTC+1
Targa PG
Nome abitanti morcellini(morcellesi)
Patrono San Silvestro e Santa Teresina
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Morcella
Morcella

Morcella è una frazione del comune di Marsciano (PG).

È popolata da 294 persone. Il borgo è la settima maggior frazione di Marsciano per numero di componenti. La piccola località si trova 5 km a nord-ovest del capoluogo, a 221 m s.l.m., sulle colline circostanti la valle solcata dal fiume Nestore, lungo la strada che porta da Migliano alla strada statale marscianese. L'attività più importante della frazione è l'agricoltura, grazie alle aziende agricole con sede nel territorio periferico del paese.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La modesta parte del territorio marscianese che occupa Morcella è caratteristica del paesaggio umbro. Il borgo medioevale infatti sorge su un rilievo e la dolce valle del Nestore forma una piccola piana sotto alle colline circostanti.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima di Morcella è temperato,con inverni non troppo freddi, la cui temperatura media è 3,9°; e con estati umide e abbastanza calde per colpa dell' umidità derivante dal fiume Nestore, la temperatura media del periodo è 28,1°. Le precipitazioni sono scarse in estate e massicce in autunno.

Corsi d'acqua[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo territorio di Morcella è bagnato da molti corsi d'acqua, ed il maggiore tra questi è il Nestore. Poi vi è il torrente Fersinone ed i vari fossi o ruscelli:

  • Fosso de Cerqueto,che ha inizio nel territorio di Cerqueto e sfocia nel Nestore dritto quasi al fosso Ferena.
  • Fosso della Morcella,che nasce al confine tra il territorio di Morcella e quello di Compignano. Scorre per 2 km prendendo gli scarichi di Morcella e va a sfociare nel Nestore poco prima del Ponte che collega Morcella a Marsciano.
  • Fosso di San Fortunato che nasce ai piedi del cantinone di San Fortunato e scorre fino a Poggio Aquilone, dove sfocia nel Fersinone.
  • Fosso o forma della Ferena,che nasce lungo la villa di S.Fortunato in Sigillo e sbocca nel Nestore vicino al bivio di Morcella.
  • Ruscello Rento,che nasce a casa Alessandri e sfocia nel Nestore dopo 600 m di corso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia del paese di Morcella è remota e citata già nel 900 a.C. Secondo alcune ipotesi, il nome deriverebbe da quello della dea Murcia. Sono state rinvenute nel periodo del Risorgimento anche delle tombe appartenute a generazioni molto remote. Nel 1027 la chiesa del paese viene citata in un documento di Corrado il Salico, che la conferma possesso del monastero di San Pietro di Perugia. Il castello di Morcella venne donato nel 1328 da Ludovico il Bavaro ai conti di Marsciano, per ringraziarli dell'aiuto offerto durante il conflitto con Arrigo VII. Nel 1310 venne respinto un assalto portato dal perugino Libriotto di Portasole; risulta comunque che il castello ricadesse sotto la giurisdizione del contado perugino di Porta San Pietro, che lo dispensò a più riprese dal pagamento delle tasse, per poterne finanziare la riparazione. Altri assedi avvennero nel 1534, ad opera di Baldassarre della Staffa, e nel 1643, con i fiorentini di Mattia de Medici accampati a San Biagio della Valle: da questo, in particolare, gli abitanti dovettero liberarsi dietro il pagamento di un riscatto. La storia recentissima ci parla della caduta della "chiusa", così come la chiamavano i morcellini. Essa fu edificata nel 1917 per modificare il corso del fiume Nestore e la potente esondazione del 12 novembre 2012 l'ha distrutta.

Il cimitero e le sue leggende[modifica | modifica wikitesto]

Il cimitero di Morcella ha una storia molto suggestiva e strana. Un tempo,nel 1830 all'incirca, il cimitero si trovava non dove si colloca oggi,ma sopra al Nestore,alla "Cima"(come chiamano questa zona i locali) cioè il punto dove si va in direzione di Perugia verso sinistra e in direzione Marsciano verso destra,nell'altura alla destra del paese. Lì un tempo vi era il cimitero,smantellato nel 1880 circa e spostato lungo il Nestore ai piedi del paese,appena il Ponte della Morcella. Si suppone che ciò è stato fatto per il volere della parrocchia,che maledì i resti mortali presenti nel cimitero,allora la popolazione volle spostare da un'altra parte le bare dei cari. Infatti fino a qualche anno fa quella terra dove oggi sorge l'agriturismo "San Silvestro" apparteneva alla parrocchia.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti [1]

I cittadini di Morcella, giunti al numero di 400 volevano distaccarsi dal comune di Marsciano,sottomettere Migliano e Compignano e formare un comune autonomo ma Marsciano non lo permise e Morcella cominciò piano piano a perdere componenti,fino a diventare un piccolo gruppo di famiglie nel 2004,ma poi qualche arrivo nella parte nuova del paese ha rialzato il numero dei residenti.

Economia e manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno vi si tiene, ad agosto, la sagra denominata Mezz'agosto a Morcella,un motivo di ritrovo per la piccola popolazione di Morcella,ed,inoltre vi accorrono alla sagra anche numerose persone provenienti da Marsciano ed anche dai borghi vicini che animano Morcella. L'economia della lussureggiante veranda medioevale è dominata dall'agricoltura,sviluppata nella "Piana di Morcella",dominata da quattro aziende agricole che sviluppano la proprietà lungo il corso del Nestore.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Castello, costruito in laterizi, di cui sono ancora visibili le mura e le strutture, inglobate nelle più recenti costruzioni del centro storico del paese.
  • "Teatrino", in piazza San Silvestro.
  • Chiesa di San Silvestro (XI secolo), nel centro storico: contiene un quadro del 1780 di Cristoforo Gasperi (Magione 1716 - Perugia 1804), un organo del XVIII secolo, ed un confessionale intagliato del 1790.
  • Mulino della Morcella (XV secolo), di pianta rettangolare, che si trova sulla pianura ai piedi del paese ed è dotato di una torre.
  • Chiesa della Madonna del Ponte (1914), costruita sui resti di un precedente edificio seicentesco, in prossimità dell'attraversamento del Nestore;
  • Chiesa di Santa Croce (XII secolo), lungo la strada per Migliano;
  • Chiusa sul Nestore(1917),alla sinistra del borgo,percorrendo una stradina di breccia,che la piena del 2012 ha distrutto, ricostruita nel 2015.
  • Villa di San Fortunato in Sigillo (1706), con un "cantinone" storico e la vecchia fornace ottocentesca.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno viene organizzata la corsa ciclistica "Mediofondo Valle del Fersinone".

Associazioni sportive[modifica | modifica wikitesto]

  • A.R.CU.S. Morcella, Associazione Ricreativa Culturale Sportiva (calcio)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]