Montpellier Hérault Sport Club (femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montpellier Hérault Sport Club féminines
Calcio Football pictogram.svg
HSC Montpellier Logo.png
MHSC, La Paillade
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Blu e Arancione.svg Blu, arancione
Dati societari
Città Montpellier
Nazione Francia Francia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of France.svg FFF
Campionato Division 1 Féminine
Fondazione 1990
Rifondazione2001
Presidente Francia Louis Nicollin
Allenatore Francia Jean-Louis Saez
Stadio Stadio Jules Rimet
(500 posti)
Sito web www.mhscfoot.com
Palmarès
Titoli nazionali 2 Division 1 Féminine
Trofei nazionali 3 Coppe di Francia
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Dati aggiornati al 29 luglio 2018
Si invita a seguire il modello di voce

Il Montpellier Hérault Sport Club féminine, noto semplicemente come Montpellier féminine, è una società calcistica femminile francese con sede nella città di Montpellier, sezione dell'omonimo club maschile.

Fondato nel 1990, dal 1997 milita nella Division 1 Féminine, la massima serie del campionato femminile francese. Disputa le proprie partite casalinghe allo Stadio Jules Rimet, impianto da 500 posti a sedere.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La squadra è stata fondata nel 1990 come Montpellier-Le-Crès a seguito della fusione del Racing Club de Paillade e del Entente Cressoise. Nel 2001 la squadra è entrata a far parte del Montpellier Hérault Sport Club, diventandone la sezione femminile e cambiando denominazione. Ha vinto la Division 1 Féminine per due stagioni consecutive, nel 2003-2004 e nel 2004-2005. Ha vinto la coppa nazionale per tre volte (2006, 2007 e 2009). La vittoria del campionato ha dato la possibilità al Montpellier HSC di disputare la UEFA Women's Cup per due stagioni consecutive. All'esordio nella stagione 2004-2005 ha vinto il proprio girone nella prima fase vincendo tutte e tre le partite, mentre si è fermato alla seconda fase perdendo tutte e tre le partite del girone. Nell'edizione 2005-2006, dopo aver superato agevolmente la prima fase vincendo tutte e tre le partite del girone, riesce a superare anche la seconda fase finendo al secondo posto nel girone e pareggiando la sfida contro le campionesse in carica del Turbine Potsdam. Nei quarti di finale sconfigge il Brøndby con un complessivo 6-1 ed accede alle semifinali dove viene eliminato dal 1. FFC Francoforte. Dopo aver vinto la partita di andata a Francoforte per 1-0, ha perso la partita di ritorno in casa per 3-2, venendo eliminato per la regola dei gol fuori casa. Dopo aver concluso la stagione 2008-2009 della Division 1 Féminine al secondo posto ha partecipato alla prima edizione della UEFA Women's Champions League nella stagione 2009-2010. Dopo aver vinto il proprio girone nella fase preliminare vincendo tutte e tre le partite è ammessa alla fase finale. Nei sedicesimi di finale ha sconfitto lo Standard de Liège e negli ottavi di finale ha avuto la meglio sul Bayern Monaco solo dopo i tempi supplementari. L'avventura si è fermata ai quarti di finale per mano dell'Umeå IK e anche questa volta per la regola dei gol in trasferta[1].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Montpellier Hérault Sport Club (femminile)
  • 1990 - Fondazione del Montpellier-Le-Crès
  • 1990-1991 - 9º in Division 1 Féminine gruppo A. Retrocesso in Division d'Honneur.
  • 1991-1992 - 1º in Division d'Honneur Linguadoca. Promosso in Nationale 1B.
  • 1992-1993 - 5º in Nationale 1B gruppo A.
  • 1993-1994 - 6º in Nationale 1B gruppo B.
  • 1994-1995 - 2º in Nationale 1B gruppo B.
  • 1995-1996 - 6º in Nationale 1B gruppo B.
  • 1996-1997 - 1º in Nationale 1B gruppo B. Promosso in Nationale 1A.
  • 1997-1998 - 8º in Nationale 1A.
  • 1998-1999 - 9º in Nationale 1A.
  • 1999-2000 - 8º in Nationale 1A.
  • 2000-2001 - 6º in Nationale 1A.
  • 2001-2002 - 4º in Nationale 1A.
Ottavi di finale di Challenge de France.
Finalista di Challenge de France.
Ottavi di finale di Challenge de France.
Quarti di finale di Challenge de France.
Seconda fase di UEFA Women's Cup.
Vince il Challenge de France. (1º titolo)
Semifinali di UEFA Women's Cup.
Vince il Challenge de France. (2º titolo)
Quarti di finale di Challenge de France.
Vince il Challenge de France. (3º titolo)
Finalista di Challenge de France.
Quarti di finale di UEFA Women's Champions League.
Finalista di Challenge de France.
Finalista di Coppa di Francia.
Semifinale di Coppa di Francia.
Quarti di finale di Coppa di Francia.
Finalista di Coppa di Francia.
Finalista di Coppa di Francia.
Quarti di finale di Coppa di Francia.
Semifinale di Coppa di Francia.
Quarti di finale di UEFA Women's Champions League.
Sedicesimi di finale di Coppa di Francia.

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici del Montpellier H.S.C. (femminile)

Principali ex calciatrici del Montpellier[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2003-2004, 2004-2005
2005-2006, 2006-2007, 2008-2009

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Risultati nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Fase Avversario Risultato
andata ritorno aggregato
2004-05 Women's Cup prima fase a gironi Irlanda Univ. College Dublin 5-0
Austria Neulengbach 7-0
Portogallo 1º Dezembro 1-0
fase a gironi, secondo turno Germania Turbine Potsdam 0-6
Italia Torres 1-2
Polonia K.Ś. A.Z.S. Wrocław 0-2
2005-06 Women's Cup prima fase a gironi Irlanda del Nord Glentoran 8-0
Galles Cardiff City Ladies 2-0
Portogallo 1º Dezembro 1-0
fase a gironi, secondo turno Paesi Bassi Saestum 2-1
Austria Neulengbach 4-0
Germania Turbine Potsdam 0-0
quarti di finale Danimarca Brøndby 3-0 3-1 6-1
semifinale Germania 1. FFC Francoforte 1-0 2-3 3-3 (gfc)
2009-10 Champions League fase di qualificazione Fær Øer KÍ Klaksvík 2-0
Macedonia del Nord ŽFK Tikvesanka 7-1
Bulgaria NSA Sofia 3-0
sedicesimi di finale Belgio Standard Liegi 0-0 3-1 3-1
ottavi di finale Germania Bayern Monaco 0-0 1-0 (dts) 1-0
quarti di finale Svezia Umeå IK 0-0 2-2 2-2 (gfc)
2017-18 Champions League sedicesimi di finale Russia Zvezda 2005 Perm' 0-1 2-0 2-1
ottavi di finale Italia Brescia 3-2 6-0 9-2
quarti di finale Inghilterra Chelsea 0-2 1-3 1-5

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Division 1 Féminine/Nationale 1A 23 1990-1991 2018-2019 23
Nationale 1B 5 1992-1993 1996-1997 6
Division d'Honneur 1 1991-1992 1991-1992

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numeri come da sito ufficiale[2], e dai siti UEFA e Footofeminin.fr[3], aggiornati al 18 ottobre 2019.

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Lisa Schmitz
2 Canada D Easther Mayi Kith
3 Francia D Inès Belloumou
4 Francia D Marion Torrent (capitano)
5 Francia D Elisa De Almeida
6 Paesi Bassi C Anouk Dekker
7 Francia D Sakina Karchaoui
8 Francia C Sandie Toletti
10 Svezia A Marija Banušić
11 Haiti A Nérilia Mondésir
13 Francia D Marion Romanelli
16 Francia P Cindy Perrault
19 Croazia C Iva Landeka
N. Ruolo Giocatore
20 Francia D Maëlle Lakrar
21 Francia A Valérie Gauvin
22 Germania A Lena Petermann
23 Francia D Morgane Nicoli
25 Francia A Marie-Charlotte Léger
26 Francia C Manon Uffren
27 Austria C Sarah Puntigam
29 Francia A Clarisse Le Bihan
31 Francia A Chloé Marty
31 Francia C Laurence Saviana
33 Francia D Inès Belloumou
Francia D Lisa Martinez-Douarche

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2009/10: la nuova era comincia dal Potsdam, su it.uefa.com.
  2. ^ (FR) Effectif e staff 2019-2020, su mhscfoot.com. URL consultato il 18 ottobre 2019.
  3. ^ (FR) Montpellier: Championnat de France de D1 2019-2020, su statsfootofeminin.fr. URL consultato il 18 ottobre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]